"Ecco tutta la verità su Pamela"

| Oseghale, l'unico rimasto in carcere per la 18enne romana uccisa e fatta a pezzi a Macerata il 30 gennaio pronto a collaborare con la giustizia dopo che ha saputo della nascita della sua seconda figlia

+ Miei preferiti

Innocent Oseghale, rimasto solo in carcere con l’accusa di omicidio di Pamela Mastropietro, ha chiesto di essere interrogato. Gli avvocati Simone Matraxia e  Umberto Gramenzi, ha depositato in procura l’istanza per l’interrogatorio. Lui della nascita del suo secondo figlio, avuto dalla convivente, un’italiana, e adesso freme per uscire. Tenta di giocarsi l’ultima carta me le possibilità che possa andarsene libero dal carcere sono ridotte a zero. 

Aveva incontrato per caso Pamela in fuga dalla comunità Pars la mattina del 30 gennaio; sotto le videocamere di via Spalato l’ha portata a casa sua, nella mansarda di via Spalato. Nella notte alle 22, con l’aiuto di un tassista abusivo,ha portato in taxi a Casette Verdini i due trolley con i resti della povera diciottenne per poi abbandonarli in una scarpata. Poi il suo Dna ritrovato sul corpo sezionato della vittima. Infine le impronte nel sangue della ragazza, nonostante il tentativo di cancellarlo con la candeggina. “E’ vero, è venuta a casa mia, avevano fatto la spesa nel market vicino, stava bene, lei si era fatta dare una dose di eroina per 50 euro da Lucky Desmond, poi si era sentita male. Ho avuto paura…sono fuggito, quando sono tornato tutto era pulito e in ordine, non so niente di cosa sia stato fatto al corpo, sono innocente”. 

 Nell'avviso di chiusura indagini, gli inquirenti hanno contestato solo a lui l’omicidio volontario aggravato, stupro, vilipendio, distruzione, occultamento di cadavere e violenza sessuale ai danni di una persona in condizioni di inferiorità psichica o fisica. Gli altri due nigeriani  Lucky e Lucky Desmond, scagionati dal delitto, restano però in carcere per spaccio di eroina.

Cronaca
La vita spericolata di Rossi junior
La vita spericolata di Rossi junior
Processo a gennaio per il figlio di Vasco. Alla guida di un'Audi aveva saltato uno stop investendo una Panda con due ragazze a bordo. Poi se n'era andato. Nei guai anche l'amico che voleva sostituirsi a lui
Mostro o ex? Lo strano caso Brega-Massone
Mostro o ex? Lo strano caso Brega-Massone
Dall’ergastolo del primo grado ai 15 anni che chiudono il processo bis a carico di Pier Paolo Brega Massone: per i giudici si è trattato di omicidi preterintenzionali
Prete molestatore, la curia lo sospende
Prete molestatore, la curia lo sospende
Scandalo a Gorizia, il sacerdote avrebbe molestato sessualmente una donna in difficoltà. Smascherato dalle Iene
Raffica di condanne per la morte di Hélène Pastor
Raffica di condanne per la morte di Hélène Pastor
La ricchissima ereditiera monegasca fu assassinata quattro anni fa davanti ad un ospedale di Nizza. Le indagini hanno permesso di risalire a tutti i componenti del piano, condannati con pene pesanti dal tribunale
Emilia, scoperto arsenale partigiano
Emilia, scoperto arsenale partigiano
Armi paracadutate durante la guerra civile, conservate in un tubo di cemento poi sepolto in un campo. Sono intervenuti gli artificieri
Coppia investita da gommone-pirata
Coppia investita da gommone-pirata
Erano a bordo di un gozzo a motore quando sono stati investiti da un gommone con tre persone a bordo che, invece di soccorrere i feriti, uno grave, sono fuggiti. Le indagini della Capitaneria. E' accaduto a Posillipo
"Conteso tra moglie e amante
avevo scelto la famiglia"
"Conteso tra moglie e amante<br>avevo scelto la famiglia"
Fabrizio Pasini abbandona la prima versione e spiega perché ha ucciso Manuela Bailo: "Mia moglie mi telefonava, lei urlava, ho perso la testa". Un femminicidio da manuale. Ma l'assassino mente ancora
Modena, forse è un serial killer
Modena, forse è un serial killer
I carabinieri riaprono il fascicolo di una 75enne uccisa a bastonate in un parco, confronto con il Dna di Raffaele Esposito, in cella per avere ucciso una prostituta
Bossetti, ergastolo definitivo
Bossetti, ergastolo definitivo
Il procuratore: "L'ha lasciata morire da sola". Gli avvocati: "Negato un secondo esame del Dna, processo viziato dai media". Il muratore uccise Yara il 26 febbraio 2011. La Cassazione conferma le condanne di 1 e 2 grado
Scontri Val Susa: 30 anni ai No tav
Scontri Val Susa: 30 anni ai No tav
Pene quasi dimezzate rispetto alle richieste del pm: 20 mesi a Nicoletta Dosio. Fuori dal tribunale un presidio, all’interno anche la consigliera regionale M5S Frediani