UBRIACO CONTRO MOTO RAGAZZA MUORE FIDANZATO GRAVE

| Stazionario il centauro torinese ferito dopo una lite in strada. Investitore arrestato per omicidio, è un cinquantenne di Nichelino risultato positivo all'alcol

+ Miei preferiti
Sono stazionarie le condizioni di Matteo Penna, 29 anni, travolto da un Ford Transit con alla guida un ubriaco deciso a vendicarsi di un affronto in seguito a una banale stradale. E' stata scongiurata l'amputaione di una gamba e il giovane è in coma farmacologico. Solo nelle prossime ore sarà possibile avere un quadro diagnostico più preciso.  La fidanzata, Elisa Ferrero, 27, laureata in Medicina e prossima a iniziare la specilità, è morta invece sul colpo.Una moto sorpassa un mini-bus, sfiora uno specchietto. Segue una discussione con toni accesi, e forse il centauro ha dato un pugno al vetro. Dopo è follia pura. Maurizio De Giulio, 50 anni, insegue per  un chilometro la Ktm 900, la raggiunge a Condove, quando Matteo è costretto a rallentare per affrontare la rotatoria del Gravio, sulla Statale 24, la travolge, la trascina per una decina di metri. Fine della corsa, con i centauri schiacciati e stritolati contro il guard rail. Muore sul colpo Elisa Ferrero, 27 anni, di Moncalieri. Il fidanzato Matteo Penna, 29, è ricoverato in prognosi riservata al Cto. E' stato trasportato in ospedale in elicottero. E' in condizioni disperate. Maurizio De Giulio, risultato positivo all'alcol test, è stato arrestato dai carabinieri di Susa per omicidio stradale. E' un autotrasportatore, convive con una peruviana con due figli. Domani interrogatorio di convalida dell'arresto. Sulla volontarietà dell'investimento non ci sono dubbi. Ci sono molti testimoni, già sentiti dagli inquirenti. La moto procedeva in direzione Torino. Matteo è un ingegnere informatico, Elisa si era appena laureata. Una coppia felice che stava programmando di partire per le vacanze. Gli amici di Matteo ed Elisa  ora temono che il killer possa uscire presto dal carcere. "E' un assassino - dicono - voleva uccidere, deve restare in cella per tutta la vita". A bordo del Ford Transit c'era anche la compagna e una delle sue figlie. De  Giulio ha precedenti di polizia per un fatto simile, aveva litigato dopo un incidente con un automobilista e aveva insultato anche i carabinieri che erano intervenuti.
SOCIAL? INOPPORTUNI E CRUDELI
E sui social divampa una discussione che gli amici della coppia hanno pesantemente contestato. "Non c'è rispetto nemmeno per chi ha perduto i propri cari", scrive un'amica rispondendo a due post firmati da Matteo M.: "
Non avresti dovuto tirare quel pugno sul finestrino, dispiace dirlo ma parte della responsabilità è tua, non puoi sapere mai quale pazzo ti potrebbe capitare, e tu avevi la responsabilità di proteggere la tua donna per giunta... è partito tutto dal tuo gesto sconsiderato, col senno di poi la tua è stata una mancanza di buon senso, e questo rimorso penso che te lo porterai dietro per tutta la vita. Ad ogni modo, ti auguro una pronta guarigione". Molti i commenti che hanno criticato il tono e il contenuto. Ma Matteo M. ha continuato: "Non manco di rispetto a nessuno, viviamo in un mondo nel quale conviene pensarci mille volte prima di compiere dei gesti inutili, soprattutto quando si ha la responsabilità dell'incolumità di terze persone a bordo... ovviamente non giustifico assolutamente la reazione di quel criminale, ma in questo mondo bisogna imparare a non innescare certe dinamiche, si sa che i pazzi esistono per le strade, la maturità sta nel non creare occasioni pericolose". Un modo quasi per dare una giustificazione a chi ha ucciso una ragazza incolpevole di tutto per niente.

Cronaca
Igor il russo condannato all’ergastolo
Igor il russo condannato all’ergastolo
Detenuto a Saragoza, in Spagna, dove rispondere di altri 3 omicidi e due tentati omicidi, il killer serbo è rimasto impassibile alla lettura della sentenza
Diretto a Dusseldorf, atterra a Edimburgo
Diretto a Dusseldorf, atterra a Edimburgo
I passeggeri si sono accorti dell’errore solo al momento dell’atterraggio. Imbarazzo della British Airways
Vede il diavolo in una bimba e tenta di ucciderla
Vede il diavolo in una bimba e tenta di ucciderla
Una baby sitter ha tentato di uccidere la bambina di cui si occupava perché in lei aveva visto il volto di Gollum, un mostro de Il signore degli Anelli
Come muore una donna
Come muore una donna
Nicoletta Indelicato, Imane Fadil: due casi di cronaca recente che raccontano la morte di due giovani donne diverse fra loro, unite solo dalla voglia di vivere
Anche il vicesindaco Frongia indagato per corruzione
Anche il vicesindaco Frongia indagato per corruzione
Assessore allo sport, fedelissimo della sindaca Raggi, il suo nome è stato fatto dal costruttore Parnasi all’interno dell’inchiesta sullo stadio della Roma
In manette Marcello De Vito il grillino contro la corruzione
In manette Marcello De Vito il grillino contro la corruzione
Il presidente del Consiglio Comunale di Roma Capitale è stato arrestato insieme all’avvocato Mazzacapo: avrebbero favorito i progetti del costruttore Parnasi. Indagati altri imprenditori
Nicoletta è stata uccisa
Nicoletta è stata uccisa
Il corpo della giovane siciliana scomparsa domenica scorsa, è stato ritrovato nella notte. A indicarlo la coppia che ha confessato l’omicidio: ancora sconosciuto il movente
Nuova Zelanda, il killer aveva un terzo obiettivo
Nuova Zelanda, il killer aveva un terzo obiettivo
Lo ha rivelato la polizia, mentre nel paese sono iniziati i primi funerali e la premier annuncia un giro di vite dell’intelligence e sulla vendita delle armi
Tutti i misteri di Imane
Tutti i misteri di Imane
La fine della modella 34enne sempre più simile a una spy-story dai contorni inquietanti. L’autopsia cercherà di dare una risposta alla fine, ma se la cautela è tanta, i timori non mancano
“Nuovi elementi
per riaprire il processo Bossetti”
“Nuovi elementi<br>per riaprire il processo Bossetti”
Ezio Denti, consulente investigativo della difesa del muratore di Mapello condannato all’ergastolo per la morte di Yara Gambirasio, racconta di avere in mano nuovi elementi “molto forti”