Uccisa per un passaggio su BlaBlaCar

| Una giovane mamma russa vittima di uno squilibrato che l’ha violentata, uccisa e ha tentato di rivenderne l’auto. Ha ammesso ogni cosa, guidando gli agenti nel bosco dove aveva nascosto il corpo

+ Miei preferiti
Di Germano Longo
Irina Akhmatova viaggiava spesso, e non amava farlo da sola: aveva preso l’abitudine di condividere il viaggio usando “BlaBlaCar”, la celebre piattaforma web di car pooling presente in 22 paesi. Mamma di una bimba di otto anni e manager di due “Burger King”, il 23 dicembre scorso Irina deve andare da Mosca, dove vive, a Tula, a circa 200 km di distanza, dove la famiglia l’aspettava per le feste di fine anno. Ma il suo destino ha incrociato il nome di Vitaly Chikirev, 39 anni, ex soldato dei servizi speciali con numerosi ricoveri in centri psichiatrici e una fedina penale lunga mezzo metro, zeppa di reati come stupro, omicidio e rapina a mano armata. Adocchiata la bella mammina, l’ex militare ha prenotato attraverso diversi falsi profili creati su BlaBlaCar tutti i posti disponibili sull’auto per essere certo di restare solo con lei.

Da quel momento, di Irina si è persa ogni traccia. E la storia della giovane mamma è diventata il giallo del periodo delle feste, di cui tutti i media si sono occupati: fra i primi a finire sotto le lente degli investigatori il marito di Irina, e subito dopo la cerchia di amicizie, scandagliando i profili social alla ricerca di un indizio. Squadre di volontari hanno setacciato per giorni le zone circostanti il possibile percorso coperto dall’Audi 4 di Irina, senza esito. Poi, il colpo di scena: l’auto della donna viene ritrovata nel parcheggio di un supermercato, a circa 250 km di distanza da Mosca, nella direzione opposta di quella che Irina avrebbe dovuto coprire. Da lì, quasi la certezza che per questa storia non ci sarebbe stato un lieto fine.

Vitaly Chikirev era fuggito con l’auto della donna, che cercava di rivendere, ma quando per radio ha sentito che la polizia stava diffondendo targa e modello perché cercava una giovane donna scomparsa da giorni, ha scelto di liberarsene. È stato grazie alle telecamere di sorveglianza del centro commerciale che l’ex militare è stato individuato e arrestato. Ha ammesso tutto, la violenza e l’omicidio, guidando la polizia verso un bosco dove Irina era stata violentata, uccisa e il suo corpo nascosto.

Divorziato, quattro figli, Vitaly Chikirev aveva pubblicato da qualche giorno fa sul suo profilo Facebook un annuncio agghiacciante: “Cerco una donna con un buon reddito, fra i 18 ed i 27 anni, alta almeno 170 cm e con seno abbondante. Non fumo e non bevo, prometto amore, sesso, cura, conforto e ispirazione. Ma se sei grassa, vecchia, femminista o lesbica non rispondere”.

Cronaca
Anche il vicesindaco Frongia
indagato per corruzione
Anche il vicesindaco Frongia<br>indagato per corruzione
Assessore allo sport, fedelissimo della sindaca Raggi, il suo nome è stato fatto dal costruttore Parnasi all’interno dell’inchiesta sullo stadio della Roma
In manette Marcello De Vito il grillino contro la corruzione
In manette Marcello De Vito il grillino contro la corruzione
Il presidente del Consiglio Comunale di Roma Capitale è stato arrestato insieme all’avvocato Mazzacapo: avrebbero favorito i progetti del costruttore Parnasi. Indagati altri imprenditori
Nicoletta è stata uccisa
Nicoletta è stata uccisa
Il corpo della giovane siciliana scomparsa domenica scorsa, è stato ritrovato nella notte. A indicarlo la coppia che ha confessato l’omicidio: ancora sconosciuto il movente
Nuova Zelanda, il killer aveva un terzo obiettivo
Nuova Zelanda, il killer aveva un terzo obiettivo
Lo ha rivelato la polizia, mentre nel paese sono iniziati i primi funerali e la premier annuncia un giro di vite dell’intelligence e sulla vendita delle armi
Tutti i misteri di Imane
Tutti i misteri di Imane
La fine della modella 34enne sempre più simile a una spy-story dai contorni inquietanti. L’autopsia cercherà di dare una risposta alla fine, ma se la cautela è tanta, i timori non mancano
“Nuovi elementi
per riaprire il processo Bossetti”
“Nuovi elementi<br>per riaprire il processo Bossetti”
Ezio Denti, consulente investigativo della difesa del muratore di Mapello condannato all’ergastolo per la morte di Yara Gambirasio, racconta di avere in mano nuovi elementi “molto forti”
Il caso di Ilaria Alpi verso l’archiviazione
Il caso di Ilaria Alpi verso l’archiviazione
Per la seconda volta, la procura di Roma ha richiesto al gip l’archiviazione dell’inchiesta per mancanza di nuovi elementi. Di tutt’altro parere gli avvocati della famiglia Alpi
Caso Sarti, il video hot è una squallida fake
Caso Sarti, il video hot è una squallida fake
Solidarietà totale alla parlamentare grillina (al di là delle idee politiche), vittima di una campagna diffamatoria di rara violenza e volgarità. Nel video porno c'è una donna tatuata e con una voce totalmente diversa
Ikea furti e ricettazione, 10 licenziati
Ikea furti e ricettazione, 10 licenziati
Accade a Corsico, i dipendenti avrebbe venduto a parenti e amici mobili e altro cambiando i codici a barre con il prezzo di bottiglie d'acqua e oggetti di scarso valore. Provvedimenti disciplinari per altri 22
Gli otto italiani vittime del volo ET302
Gli otto italiani vittime del volo ET302
Sono soprattutto volontari di Ong, i nostri connazionali morti nel tragico schianto di questa mattina. Istituita una commissione d’inchiesta, le famiglie avvisate dalla Ethiopian Airlines