Una processione di Harley Davidson per l'ultimo abbraccio a Laura ed Edo

| Chiesa affollata a Mondovì, un raduno di bikers come sarebbe piaciuto a loro. Sabato lo schianto davanti alla stazione di Carrù, i due biker provenivano dal raduno Faaker

+ Miei preferiti
Sembra quasi incredibile, ma i funerali di Edo e Laura nella chiesa del Ferrone a Mondovì avevano quasi un'aria di una strana festa, con il rombo di decine di moto a riempire la piazza, come in uno dei tanti raduni a cui avevano partecipato con immensa passione. La chiesa affollata, tanti amici stretti ai familiari della coppia di biker che, ricorda Bruno Bongiovanni, presidente di Alba Chaptter ha voluto ricordare così: "Mi chiedono come è avvenuto l'incidente, è colpa della sfortuna, rispondo, erano a 10 km da casa...". Solo chi ama le moto può capire il senso di queste poche parole lontane dalla retorica. 
"Lasciate un vuoto incolmabile"....così i familiari di Edo e Laura hanno scritto su Fb, mentre centinaia di post, da tutta Italia, hanno commentato, sul sito di Alba Chapter, la scomparsa dei due biker monregalesi. Qualcuno ha ricordato un post in cui Edo aveva scritto:"Si ho sognato l'Harley tutta la vita e finalmente sono riuscito a realizzare il mio sogno. Un mondo bellissimo, spero di cavalcarla ancora per un po'..... anche se il tempo stringe !!" E Laura:  "Speriamo di incontrarci ancora. Buona strada e un abbraccio" Ora quell'abbraccio vorrei potervelo dare davvero...più forte che mai...
Siete andati via insieme Laura ed Edo, che la terra vi sia lieve, proteggeteci da lassù...". 

Da Alba Chapter Harley-Davidson
Che questo viaggio sia il più sereno e gioioso che possiate fare. Con grande sconcerto e rammarico ci stringiamo al dolore dei Familiari, dei Figli, dei Nipotini (di cui eravate tanto fieri) e di tutti i vostri Cari, Noi Vi abbiamo conosciuto in questa Seconda Giovinezza, quella data da un'Harley, da tanta voglia di viaggiare e da tanti amici sparsi per l'Italia; quella data dalla grande Famiglia H.O.G..
Vi eravate trovati così bene ed in così poco tempo, che ad ogni raduno si parlava già del successivo! I vostri sorrisi e la vostra voglia di condividere qualsiasi momento insieme, vi hanno portato a centinaia e centinaia di km lontano da casa, ma a voi non pesava il viaggio, eravate affascinati da questo mondo fatto di regole semplici e tanto divertimento. 
Ci mancherete, purtroppo è in istanti come questi che ti rendi conto di come il succedersi degli eventi possa segnare per sempre la tua vita, mentre provo a scrivere il giusto encomio in mente ho solo i vostri sorrisi, perchè è cosi che vi ho sempre visti ed è così che vi ricorderò per sempre!


"Saluti a tutti dal Faaker, in questo posto incredibile, dove e' bello stare anche solo a guardare queste moto uniche è bellissime" 

...Ciao Edo, Ciao Laura, Tutto l'Alba Chapter vi saluta!!
----
Edoardo Terraneo, 67 anni e la moglie Laura Comino, 61, monregalesi, sono morti sabato in un incidente stradale avvenuto in uno dei tratti più pericolosi della fondovalle Tanaro, teatro di altri sinistri mortali, davanti alla stazione di Carrù. Tornavano dal raduno del Faaker in Austria, e dopo oltre 700 km di viaggio erano quasi a casa ma la sorte ha voluto che Edoardo perdesse il controllo della sua Harley-Davidson per schiantarsi poi contro un'auto. Sono morti sul colpo. Terraneo "Edo" era un motociclista prudente, di grande esperienza, con alle spalle migliaia e migliaia di km. Laura, biker, lo era diventata per amore. Chi non l'ha conosciuta ad uno dei tanti raduni a cui aveva partecipato, non può capire: allegra, comunicativa, con il suo giubbotto pieno di patch, perfettamente equipaggiata ma con le bandane colorate o a fiori, così lontana da uno stile aggressivo o malamente copiato da certi luoghi comuni dei club motociclistici. Due veri biker. L'incidente, dalla dinamica semplice, ha il sapore di una triste imprevedibile fatalità. Lo ha ricordato il presidente di Alba Chapter, Bruno Bongiovanni, con un post, seguito da decine di commenti, sul sito Facebook.
Condoglianze alla Famiglia Terraneo anche dalla Redazione Motori di ItaliaStar

 


Cronaca
Coppia investita da gommone-pirata
Coppia investita da gommone-pirata
Erano a bordo di un gozzo a motore quando sono stati investiti da un gommone con tre persone a bordo che, invece di soccorrere i feriti, uno grave, sono fuggiti. Le indagini della Capitaneria. E' accaduto a Posillipo
"Conteso tra moglie e amante
avevo scelto la famiglia"
"Conteso tra moglie e amante<br>avevo scelto la famiglia"
Fabrizio Pasini abbandona la prima versione e spiega perché ha ucciso Manuela Bailo: "Mia moglie mi telefonava, lei urlava, ho perso la testa". Un femminicidio da manuale. Ma l'assassino mente ancora
Modena, forse è un serial killer
Modena, forse è un serial killer
I carabinieri riaprono il fascicolo di una 75enne uccisa a bastonate in un parco, confronto con il Dna di Raffaele Esposito, in cella per avere ucciso una prostituta
Bossetti, ergastolo definitivo
Bossetti, ergastolo definitivo
Il procuratore: "L'ha lasciata morire da sola". Gli avvocati: "Negato un secondo esame del Dna, processo viziato dai media". Il muratore uccise Yara il 26 febbraio 2011. La Cassazione conferma le condanne di 1 e 2 grado
Scontri Val Susa: 30 anni ai No tav
Scontri Val Susa: 30 anni ai No tav
Pene quasi dimezzate rispetto alle richieste del pm: 20 mesi a Nicoletta Dosio. Fuori dal tribunale un presidio, all’interno anche la consigliera regionale M5S Frediani
In carcere come transgender, aggredisce quattro donne
In carcere come transgender, aggredisce quattro donne
Un caso che sta facendo discutere l’Inghilterra e mettendo in discussione l’intero sistema carcerario inglese: un uomo di 52 anni ottiene di scontare la pena in un carcere femminile e tenta di stuprare alcune detenute
Stupro di Firenze, condannato un carabiniere
Stupro di Firenze, condannato un carabiniere
Marco Camuffo aveva richiesto il rito abbreviato, per Pietro Costa, il più giovane dei due, il processo inizierà il prossimo mese di maggio. I due ex carabinieri sono accusati di aver violentato due studentesse americane
"Hanno picchiato Stefano perché si ribellava"
"Hanno picchiato Stefano perché si ribellava"
Colpo di scena nel processo Cucchi, un carabiniere accusa due colleghi del pestaggio. I superiori sapevano. Gli avvocati: "Per anni ha detto cose diverse". La famiglia: "Caduto il muro"
Delitto Fiumicino, l'ha uccisa per gelosia
Delitto Fiumicino, l
Andrea De Filippis, ex poliziotto, ha confessato: "Ho ucciso Tanina, mi spiace per lei e la sua famiglia". Tra i due era nato un forte legame, poi è accaduto qualcosa lui non ha voluto ancora dire
Aggressore seriale confessa gli stupri
Aggressore seriale confessa gli stupri
L'uomo, 34 anni, nega invece di avere ucciso una prostituta. "E' stato il racket, ho bruciato il cadavere per paura". Una 18enne era riuscita a sfuggirgli. Si indaga su altri delitti insoluti