Venaria: dal caro estinto all'estinto carissimo

| Il paradosso di una città che ha esaurito i loculi cimiteriali a disposizione dei cittadini: ora morire costerà molto di più

+ Miei preferiti
Nell'agosto del 2015, il sindaco del Comune di Sellia, 505 abitanti in provincia di Catanzaro, aveva emesso un curioso divieto alla cittadinanza: "Occupatevi della vostra salute con più attenzione, perché è fatto divieto di morire".

Una provocazione, certo, che a breve potrebbe essere adottata anche da Venaria, città dell'hinterland torinese che di abitanti ne conta molti di più - 32.200 - con conseguente difficoltà a non sgarrare da parte di chi è ligio al dovere e ce la mette proprio tutta, ma quando il destino chiama è costretto a passare a miglior vita, alla faccia dell'ordinanza.

E se a Sellia i motivi si concentravano più che altro sullo spopolamento del paese, con la conseguenza di lasciare sul posto solo gli ultrasessantacinquenni, a Venaria la faccenda assume note e sfumature diverse: meglio non morire perché non sapremmo dove conservare le vostre spoglie.

Un paradosso che Salvatore Ippolito, capogruppo del Gruppo Misto di Minoranza in Comune e Valter Perin, presidente del Comitato Salvaguardia dei Defunti, avevano denunciato più di un anno fa, invitando il sindaco Cinquestelle Roberto Falcone a prendere provvedimenti.

"I loculi a disposizione sono zero, esauriti: una mancanza che costringerà i venariesi a vagabondare nei centri limitrofi alla disperata ricerca di un loculo libero, per di più dovendo sopportare costi pari al doppio del valore, compresi fra 9 e 10.000 euro".

Invece, si è arrivati puntuali al "tutto esaurito", ipotesi minacciata due anni fa dall'Ufficio Cimiteriale, che confrontando semplicemente i posti liberi con il tasso di mortalità cittadini, era perfino riuscito a ipotizzare una data limite. Erano seguite interrogazioni e solleciti, visto che realizzare un nuovo lotto richiede fra i tre ed i quattro anni. Fino ad allora, tutti in gamba: è un ordine.

Cronaca
Strage di ragazzi
sfiorata a San Donato Milanese
Strage di ragazzi<br>sfiorata a San Donato Milanese
L’autista senegalese dello scuolabus ha fato fuoco al mezzo: l'intervento dei carabinieri ha permesso ai ragazzi di mettersi in salvo senza conseguenze. L’uomo voleva vendicare le morti in mare di cui accusa Di Maio e Salvini
In manette Marcello De Vito
il grillino contro la corruzione
In manette Marcello De Vito<br>il grillino contro la corruzione
Il presidente del Consiglio Comunale di Roma Capitale è stato arrestato insieme all’avvocato Mazzacapo: avrebbero favorito i progetti del costruttore Parnasi. Indagati altri imprenditori
Nicoletta è stata uccisa
Nicoletta è stata uccisa
Il corpo della giovane siciliana scomparsa domenica scorsa, è stato ritrovato nella notte. A indicarlo la coppia che ha confessato l’omicidio: ancora sconosciuto il movente
Nuova Zelanda, il killer aveva un terzo obiettivo
Nuova Zelanda, il killer aveva un terzo obiettivo
Lo ha rivelato la polizia, mentre nel paese sono iniziati i primi funerali e la premier annuncia un giro di vite dell’intelligence e sulla vendita delle armi
Tutti i misteri di Imane
Tutti i misteri di Imane
La fine della modella 34enne sempre più simile a una spy-story dai contorni inquietanti. L’autopsia cercherà di dare una risposta alla fine, ma se la cautela è tanta, i timori non mancano
“Nuovi elementi
per riaprire il processo Bossetti”
“Nuovi elementi<br>per riaprire il processo Bossetti”
Ezio Denti, consulente investigativo della difesa del muratore di Mapello condannato all’ergastolo per la morte di Yara Gambirasio, racconta di avere in mano nuovi elementi “molto forti”
Il caso di Ilaria Alpi verso l’archiviazione
Il caso di Ilaria Alpi verso l’archiviazione
Per la seconda volta, la procura di Roma ha richiesto al gip l’archiviazione dell’inchiesta per mancanza di nuovi elementi. Di tutt’altro parere gli avvocati della famiglia Alpi
Caso Sarti, il video hot è una squallida fake
Caso Sarti, il video hot è una squallida fake
Solidarietà totale alla parlamentare grillina (al di là delle idee politiche), vittima di una campagna diffamatoria di rara violenza e volgarità. Nel video porno c'è una donna tatuata e con una voce totalmente diversa
Ikea furti e ricettazione, 10 licenziati
Ikea furti e ricettazione, 10 licenziati
Accade a Corsico, i dipendenti avrebbe venduto a parenti e amici mobili e altro cambiando i codici a barre con il prezzo di bottiglie d'acqua e oggetti di scarso valore. Provvedimenti disciplinari per altri 22
Gli otto italiani vittime del volo ET302
Gli otto italiani vittime del volo ET302
Sono soprattutto volontari di Ong, i nostri connazionali morti nel tragico schianto di questa mattina. Istituita una commissione d’inchiesta, le famiglie avvisate dalla Ethiopian Airlines