"Voi mi votate e io vi comando" squatter contro Appendino

| Falso manifesto m5s degli anarchici, sotto accusa la sindaca per avere ringraziato le forze dell'ordine e la procura dopo gli ultimi arresti

+ Miei preferiti
Gli anarchici, dopo il blitz del pm Antonio Rinaudo che ha fatto arrestare dai carabinieri gli anarchici dell'Asilo Occupato presunti colpevoli di due aggressioni ai danni di pattuglie del 112, avevano amaramente sottolineato che, in un comunicato della sindaca M5s Chiara Appendino, si esprimeva solidarietà alle forze di polizia e anche alla persona del magistrato inquirente. Un segnale, quello della giunta pentastellata, molto chiaro. Dissenso sì ma violenza mai. E così gli anarchici di area insurrezionalista, da qualche tempo molto vicino agli Informali che invece teorizzano l'uso esplosivi in attentati "mirati", un preoccupante ritorno all'unità dei vari segmenti sino a ieri divisi da profonde divisioni, hanno deciso di risponderle con un finto manifesto diffuso soprattutto nel quartiere torinese di Vanchiglia in cui ironizzano pesantemente. Il tono è però tutt'altro che conciliante e la Digos aumenterà il livello di sorveglianza per tutelare Appendino e la sua famiglia. Nel testo si legge: "Chiunque voglia opporsi a me finirà arrestato oppure bastonato dalla polizia - si legge nella falsa lettera aperta - Vi conviene restare zitti e rigare dritto perché io sono l'unica alternativa possibile". La falsa lettera, oltre al logo dei cinque stelle, riporta quelli di Lavazza (oggetto di un raid vandalico pochi giorni fa), Telt, la società della Torino-Lione e quelli di altri "poteri forti" torinesi, banche e Polizia di Stato comprese. Il riferimento al pm Rinaudo, oggetto di attacchio violentissimi da parte di tutta l'area antagonista torinese, per il suo impegno nella repressione della violenza politica in Val Susa e a Torino, è quello che ha fatto più infuriare gli anarchici. Sono in corso indagini per identificare gli autori.
Cronaca
Si getta dal balcone dopo l'omicidio
Si getta dal balcone dopo l
Nel centro storico di Avellino, un uomo si è gettato nel vuoto dall’appartamento in cui aveva appena ucciso un 25enne e ferito alla gola una ragazza di 18. La polizia sta cercando di ricostruire le dinamiche dell'accaduto
Uccide i due figli e si suicida
Uccide i due figli e si suicida
Un'infermiera di 48 anni ha iniettato narcotici ai figli di 7 e 9 anni e poi si 'è tolta la vita nello stesso modo. E' accaduto ad Aymavilles, ad Aosta. I corpi scoperti dal marito, guardia forestale. Era depressa da tempo
"Sciopero contro il governo dalle false promesse"
"Sciopero contro il governo dalle false promesse"
Proteste in 70 città per i tagli ai finanziamenti e per chiedere più investimenti. Al loro fianco anche i sindacati e le associazioni degli insegnanti
Caso Magherini, carabinieri assolti
Caso Magherini, carabinieri assolti
"Il fatto non sussiste" per i giudici della Cassazione. L'ex calciatore, sotto effetto della cocaina, era stato fermato nel 2014. Morì sdraiato sul selciato
In Irlanda scoppia la guerra del tanga
In Irlanda scoppia la guerra del tanga
Il tribunale di Cork ha assolto un uomo accusato di violenza su una 17enne. Motivo: lei indossava un perizoma. E l’Irlanda è scesa in piazza
La fine di Maggy, simbolo della polizia francese
La fine di Maggy, simbolo della polizia francese
Non si stancava mai di denunciare l’ondata d’odio verso la polizia che serpeggia in Francia e l’altissimo tasso di suicidi fra i suoi colleghi. Ma poche ore fa ha scelto di fare la stessa fine
Lady Beth, la nobile con la doppia vita
Lady Beth, la nobile con la doppia vita
Violinista di talento ma anche escort d’alto bordo e tossicodipendente, la fine della giovane marchesa ridà fiato alla “maledizione dei Queensberry”
Caso Cervia, lo Stato ha sbagliato
Caso Cervia, lo Stato ha sbagliato
Il ministro Trenta dà ragione alla famiglia del sergente Davide Cervia, scomparso nel nulla 28 anni fa. "E' stato rapito" ma per anni è stata una verità negata
Salvini contro il Pipita, sia squalificato
Salvini contro il Pipita, sia squalificato
Il vice-premier era allo stadio con il figlio: "Professionisti pagati milioni non possono lasciarsi andare a scene del genere, pessimo insegnamento per i ragazzini", E gli augura una lunga squalifica
Caso Desiree, non fu omicidio
Caso Desiree, non fu omicidio
Il Tribunale del Riesame smonta in parte la tesi della procura, annullata l'accusa di omicidio per due degli arrestati, sparito lo stupro di gruppo. Domani tocca a Mamadou Gara