"Voi mi votate e io vi comando" squatter contro Appendino

| Falso manifesto m5s degli anarchici, sotto accusa la sindaca per avere ringraziato le forze dell'ordine e la procura dopo gli ultimi arresti

+ Miei preferiti
Gli anarchici, dopo il blitz del pm Antonio Rinaudo che ha fatto arrestare dai carabinieri gli anarchici dell'Asilo Occupato presunti colpevoli di due aggressioni ai danni di pattuglie del 112, avevano amaramente sottolineato che, in un comunicato della sindaca M5s Chiara Appendino, si esprimeva solidarietà alle forze di polizia e anche alla persona del magistrato inquirente. Un segnale, quello della giunta pentastellata, molto chiaro. Dissenso sì ma violenza mai. E così gli anarchici di area insurrezionalista, da qualche tempo molto vicino agli Informali che invece teorizzano l'uso esplosivi in attentati "mirati", un preoccupante ritorno all'unità dei vari segmenti sino a ieri divisi da profonde divisioni, hanno deciso di risponderle con un finto manifesto diffuso soprattutto nel quartiere torinese di Vanchiglia in cui ironizzano pesantemente. Il tono è però tutt'altro che conciliante e la Digos aumenterà il livello di sorveglianza per tutelare Appendino e la sua famiglia. Nel testo si legge: "Chiunque voglia opporsi a me finirà arrestato oppure bastonato dalla polizia - si legge nella falsa lettera aperta - Vi conviene restare zitti e rigare dritto perché io sono l'unica alternativa possibile". La falsa lettera, oltre al logo dei cinque stelle, riporta quelli di Lavazza (oggetto di un raid vandalico pochi giorni fa), Telt, la società della Torino-Lione e quelli di altri "poteri forti" torinesi, banche e Polizia di Stato comprese. Il riferimento al pm Rinaudo, oggetto di attacchio violentissimi da parte di tutta l'area antagonista torinese, per il suo impegno nella repressione della violenza politica in Val Susa e a Torino, è quello che ha fatto più infuriare gli anarchici. Sono in corso indagini per identificare gli autori.
Cronaca
Come muore una donna
Come muore una donna
Nicoletta Indelicato, Imane Fadil: due casi di cronaca recente che raccontano la morte di due giovani donne diverse fra loro, unite solo dalla voglia di vivere
Anche il vicesindaco Frongia indagato per corruzione
Anche il vicesindaco Frongia indagato per corruzione
Assessore allo sport, fedelissimo della sindaca Raggi, il suo nome è stato fatto dal costruttore Parnasi all’interno dell’inchiesta sullo stadio della Roma
In manette Marcello De Vito il grillino contro la corruzione
In manette Marcello De Vito il grillino contro la corruzione
Il presidente del Consiglio Comunale di Roma Capitale è stato arrestato insieme all’avvocato Mazzacapo: avrebbero favorito i progetti del costruttore Parnasi. Indagati altri imprenditori
Nicoletta è stata uccisa
Nicoletta è stata uccisa
Il corpo della giovane siciliana scomparsa domenica scorsa, è stato ritrovato nella notte. A indicarlo la coppia che ha confessato l’omicidio: ancora sconosciuto il movente
Nuova Zelanda, il killer aveva un terzo obiettivo
Nuova Zelanda, il killer aveva un terzo obiettivo
Lo ha rivelato la polizia, mentre nel paese sono iniziati i primi funerali e la premier annuncia un giro di vite dell’intelligence e sulla vendita delle armi
Tutti i misteri di Imane
Tutti i misteri di Imane
La fine della modella 34enne sempre più simile a una spy-story dai contorni inquietanti. L’autopsia cercherà di dare una risposta alla fine, ma se la cautela è tanta, i timori non mancano
“Nuovi elementi
per riaprire il processo Bossetti”
“Nuovi elementi<br>per riaprire il processo Bossetti”
Ezio Denti, consulente investigativo della difesa del muratore di Mapello condannato all’ergastolo per la morte di Yara Gambirasio, racconta di avere in mano nuovi elementi “molto forti”
Il caso di Ilaria Alpi verso l’archiviazione
Il caso di Ilaria Alpi verso l’archiviazione
Per la seconda volta, la procura di Roma ha richiesto al gip l’archiviazione dell’inchiesta per mancanza di nuovi elementi. Di tutt’altro parere gli avvocati della famiglia Alpi
Caso Sarti, il video hot è una squallida fake
Caso Sarti, il video hot è una squallida fake
Solidarietà totale alla parlamentare grillina (al di là delle idee politiche), vittima di una campagna diffamatoria di rara violenza e volgarità. Nel video porno c'è una donna tatuata e con una voce totalmente diversa
Ikea furti e ricettazione, 10 licenziati
Ikea furti e ricettazione, 10 licenziati
Accade a Corsico, i dipendenti avrebbe venduto a parenti e amici mobili e altro cambiando i codici a barre con il prezzo di bottiglie d'acqua e oggetti di scarso valore. Provvedimenti disciplinari per altri 22