Romanzi amore, i più letti nelle top ten

| Le storie sentimentali prime nelle classifiche dei libri più venduti. Lettrici più che lettori, una volta era il più snobbato. Per ora in testa Brooklyn di Toibin, segue "quando tutto inizia " di Fabio Volo, da mesi ai vertici

+ Miei preferiti
Di Floriana Naso

ugli scaffali delle librerie imperversano i generi fantasy, thriller, horror, ma soprattutto i titoli per ragazzi e bambini.

Eppure, il genere, apparentemente più snobbato, che ruba il cuore delle lettrici (in netta maggioranza rispetto ai lettori) facendo cassa è ancora lui: il romance d’amore!

Surclassa tutti gli altri con un + 3% in più di vendite, quindi ecco la classifica dei più venduti della settimana:

1. Brooklyn di Colm Tóibín (Bompiani)

Non è facile trovare lavoro a Enniscorthy, una cittadina nel sudest dell'lrlanda. I primi anni cinquanta sembrano seminare solo insoddisfazione e nostalgia per un benessere che non c'è, neppure all'orizzonte. La giovane Eilis Lacey, prigioniera del confronto quotidiano con la madre e la sorella Rose, non vede davanti a sé alcuna prospettiva, finché l'imprevedibile visita di un prete emigrato, padre Flood, le fa scorgere l'opportunità di una vita diversa, al di là dell'oceano, a New York. E sarà proprio a Brooklyn che Eilis riuscirà a trasformare il passato in un futuro libero e propizio. E l'incontro con Tony, un ragazzo da amare, farà del sogno una reale possibilità che cambierà la sua vita, forse, per sempre. Colm Tóibín racconta una storia d'amore fatta di passioni e cadute; e la vertigine di Eilis, nella scelta fatale tra senso del dovere, appartenenza alla famiglia e desiderio di libertà, in quella linea d'ombra tra l'adolescenza e l'età adulta. Da questo romanzo il film per la regia di John Crowley e la sceneggiatura di Nick Hornby

2- Quando tutto inizia Fabio Volo (Mondadori) 

Silvia e Gabriele si incontrano in primavera, quando i vestiti sono leggeri e la vita sboccia per strada, entusiasta per aver superato un altro inverno. La prima volta che lui la vede è una vertigine. Lei non è una bellezza assoluta, immediata, abbagliante, è il suo tipo di bellezza. Gli bastano poche parole per perdere la testa: scoprire che nel mondo esiste qualcuno con cui ti capisci al volo, senza sforzo, è un piccolo miracolo, ti senti meno solo. Fuori c'è il mondo, con i suoi rumori e le sue difficoltà, ma quando stanno insieme nel suo appartamento c'è solo l'incanto: fare l'amore, parlare, essere sinceri, restare in silenzio per mettere in ordine la felicità. Fino a quando la bolla si incrina, e iniziano ad affacciarsi le domande. Si può davvero prendere una pausa dalla propria vita? Forse le persone che incontriamo ci servono per capire chi dobbiamo diventare, e le cose importanti iniziano quando tutto sembra finito. Questo libro racconta una storia d'amore, ma anche molto di più. I sentimenti sono rappresentati nelle loro sfumature e piccole articolazioni con la semplicità e l'esattezza che rendono Fabio Volo un autore unico e amatissimo dai lettori italiani e non solo. Sullo sfondo di una narrazione che trascina fino all'ultima pagina c'è la sempre più difficile scelta tra il noi e l'io, tra i sacrifici che facciamo per la nostra realizzazione personale e quelli che siamo disposti a fare per un'altra persona, per la coppia o la famiglia. La differenza di dimensione tra essere felici ed essere felici insieme.

3-Sono sempre io Jojo Moyes (Mondadori) 

Lou Clark sa tante cose... Ora che si è trasferita a New York e lavora per una coppia ricchissima e molto esigente che vive in un palazzo da favola nell'Upper East Side, sa quanti chilometri di distanza la separano da Sam, il suo amore rimasto a Londra. Sa che Leonard Gopnik, il suo datore di lavoro, è una brava persona e che la sua giovane e bella moglie Agnes gli nasconde un segreto. Come assistente di Agnes, sa che deve assecondare i suoi capricci e i suoi umori alterni e trarre il massimo da ogni istante di questa esperienza che per lei è una vera e propria avventura. L'ambiente privilegiato che si ritrova a frequentare è infatti lontanissimo dal suo mondo e da ciò che ha conosciuto finora. Quello che però Lou non sa è che sta per incontrare un uomo che metterà a soqquadro le sue poche certezze. Perché Josh le ricorda in modo impressionante una persona per lei fondamentale, come un richiamo irresistibile dal passato... Non sa cosa fare, ma sa perfettamente che qualsiasi cosa decida cambierà per sempre la sua vita. E che per lei è arrivato il momento di scoprire chi è davvero Louisa Clark.Ogni storia è una storia d'amore 4-4-Alessandro D'Avenia (Mondadori)

L'amore salva? Quante volte ce lo siamo chiesti, avvertendo al tempo stesso l'urgenza della domanda e la difficoltà di dare una risposta definitiva? Ed è proprio l'interrogativo fondante che Alessandro D'Avenia si pone in apertura di queste pagine, invitandoci a incamminarci con lui alla ricerca di risposte. In questo libro straordinario incontriamo anzitutto una serie di donne, accomunate dal fatto di essere state compagne di vita di grandi artisti: muse, specchi della loro inquietudine e spesso scrittrici, pittrici e scultrici loro stesse, argini all'istinto di autodistruzione, devote assistenti, o invece avversarie, anime inquiete incapaci di trovare pace. Ascoltiamo la frustrazione di Fanny, che Keats magnificava in versi ma con la quale non seppe condividere nemmeno un giorno di quotidianità, ci commuove la caparbietà di Tess Gallagher, poetessa che di Raymond Carver amava tutto e riuscì a portare un po' di luce nei giorni della sua malattia, ci sconvolge la disperazione di Jeanne Modigliani, ammiriamo i segreti e amorevoli interventi di Alma Hitchcock, condividiamo l'energia quieta e solida di Edith Tolkien. Alessandro D'Avenia cerca di dipanare il gomitolo di tante diversissime storie d'amore, e di intrecciare il filo narrativo che le unisce, in un ordito ricco e cangiante. Per farlo, come un filomito, un "filosofo del mito", si rivolge all'archetipo di ogni storia d'amore: Euridice e Orfeo. Un mito che svolge la sua funzione di filo (e in greco antico per indicare "filo" e "racconto" si usavano due parole molto simili, mitos e mythos) perché contempla tutte le tappe di una storia d'amore, tra i due poli opposti del disamore (l'egoismo del poeta che alla donna preferisce il proprio canto) e dell'amore stesso (il sacrificio di sé in nome dell'altro). Ogni storia è una storia d'amore è così un libro che muove dalla meraviglia e sa restituire meraviglia al lettore.

5-La ragazza che cuciva lettere d'amore Liz Trewon (Tre60)

Londra, 1910. Sembra una favola, l'amore nato tra Maria, che lavora come ricamatrice a Buckingham Palace, e David, il futuro principe di Galles. Una favola in cui un bacio è più forte di qualsiasi convenzione sociale, in cui una carezza è più importante dell'abisso che separa un umile ragazza del popolo e un membro della famiglia reale. Una favola troppo bella perché possa durare. E infatti Maria si ritrova ben presto sola, lungo una strada lastricata di dolore e di rimpianti... Londra oggi. La vita di Caroline non ha proprio nulla della favola: improvvisamente disoccupata, tristemente single, la giovane donna ha un disperato bisogno di qualcosa che le dia un po' di speranza. E, un giorno, mentre sta riordinando le cianfrusaglie di famiglia, trova in un vecchio baule una straordinaria trapunta, composta da stoffe diverse e da motivi tanto raffinati quanto insoliti. In breve, Caroline scopre che quella trapunta risale all'inizio del XX secolo e che è stata cucita nella Sartoria Reale. Ma soprattutto che, nei suoi ricami, si nasconde un messaggio toccante e misterioso: "In questa trapunta ho cucito il mio amore. Anche se te ne sei andato, io devo continuare a vivere, e questa mi terrà vicino a te..." Intrecciando i fili del passato e del presente, Liz Trenow crea un tessuto di emozioni indimenticabili, rivelandoci come, nella vita di ogni donna, ci siano segreti che soltanto altre donne possono capire, cogliendone tutte quelle sfumature che la rendono unica.

 

Floriana Naso

Video
Cultura
Bimbi migranti, viaggio nell'inferno
Bimbi migranti, viaggio nell
Lucia De Marchi racconta nel libro "A piccoli passi" le drammatiche vicende dei bambini migranti in Occidente, 15 mila risultano scomparsi in Italia, lungo i percorsi gestiti dai racket
Ricco, senza scrupoli ma terribilmente pop
Ricco, senza scrupoli ma terribilmente pop
Il libro del vicedirettore del Tg1 Gennaro Sangiuliano presentato all'Unione Industriali apre squarci inediti sulla figura del controverso presidente Usa. L'ultima gaffe con francesi e inglesi: "Armatevi"
decimate da web e GD'>L'ecatombe delle librerie
decimate da web e GD
Ldecimate da web e GD' class='article_img2'>
Chiusure in serie in tutta Italia, a Torino cede la armi anche il "Mondo delle Meraviglie", libreria storica del centro. Le titolari: "La gente legge meno, grande distribuzione e vendite on line distruggono il settore"
Premiato il libro di Federici e Meluzzi
Premiato il libro di Federici e Meluzzi
Il "Se e il ma delle investigazioni" tra i primi tre a Cattolica. Editore Oligo
Bufera sul Nobel, quest’anno niente premi
Bufera sul Nobel, quest’anno niente premi
Non succedeva da 75 anni, ma questa volta c’è di mezzo uno scandalo che ha “minato la credibilità stessa dell’Accademia”, come ammette un comunicato ufficiale
La storia di Kike, scrittore spazzino
La storia di Kike, scrittore spazzino
Ogni notte ripulisce le banchine della metropolitana di Buenos Aires, ma di giorno diventa uno scrittore di successo
L'uomo che tortura e uccide i bambini
L
Nel romanzo "Arrivederci all'inferno" ed. Eroscultura , Luciano Dal Pont descrive in modo crudo lo spaventoso percorso di un pedofilo che cattura le sue prede simulando la normalità. Come è accaduto a Maelys
Scrittori per hobby per i librai è "spazzatura"
Scrittori per hobby per i librai è "spazzatura"
EDITORIA PIRATA/2 Gli autori non professionisti si ribellano a un sistema che prende in considerazione solo pochi privilegiati. Tra i dilettanti potrebbe nascondersi un grande narratore ma nessuno lo saprà mai
Muccino, quarantenni scongelati dal freezer
Muccino, quarantenni scongelati dal freezer
"A casa tutti bene", sta bene anche il box office con i migliori incassi di sempre, sale gremite e voglia di amarcord. La parentesi americana ci riporta ai dialoghi de "L'ultimo bacio". Urla e nevrosi, pubblico contento
Andreotti non fu assolto
era una fake news
Andreotti non fu assolto<br>era una fake news
Una parte del sistema, media compresi, hanno tentato di riscrivere la storia della guerra Stato-mafia nascondendo la verità sui processi. Ma due magistrati, Caselli e Lo Forte, rimettono le cose a posto