Scrittori per hobby per i librai č "spazzatura"

| EDITORIA PIRATA/2 Gli autori non professionisti si ribellano a un sistema che prende in considerazione solo pochi privilegiati. Tra i dilettanti potrebbe nascondersi un grande narratore ma nessuno lo saprą mai

+ Miei preferiti
Di Floriana Naso

«La scrittura per hobby rovina il mercato! Se ci fossero solo scrittori professionisti (ovvero chi riesce a sostenersi solo scrivendo) non ci sarebbero migliaia e migliaia di titoli all’anno a intasare il mercato e molti dei quali spazzatura!»

Autori “per hobby” siete avvisati!

Chi lo dice? Alcuni librai, per esempio. 

Eh sì, perché nonostante il monopolio di Amazon, Ibs e affini, che assorbono clientela costringendo molte piccole librerie indipendenti a chiudere, molte si rifiutano di prendere in conto vendita, s’intende, autori sconosciuti, preferendo lo scrittore affermato o il nome conosciuto anche se non è professionista. 

Questo metodo di selezione è adottato anche dai grandi colossi editoriali che preferiscono pubblicare un nome blasonato (indipendentemente dal contenuto del libro) piuttosto di un esordiente, anche se ha scritto un capolavoro. Per cui se non hai almeno centomila follower su Instagram o trecentomila like sulla pagina Facebook, non hai alcuna speranza di essere, non dico pubblicato, ma almeno letto da un grande editore, a meno che, certo, tu sia un calciatore di serie A, una soubrette, una presentatrice TV o un giornalista d’assalto.

A questo punto mi chiedo: come può un esordiente diventare professionista se non riesce a far arrivare il proprio romanzo in libreria? Come può farsi conoscere se nessuno sa che ha scritto un romanzo? Come può farsi leggere da un grande editore se non ha la forza finanziaria per farsi prima molta pubblicità? 

Arrivare in libreria è difficile, non solo perché molte piccole Case Editrici (che senza l’esordiente non sopravvivrebbero) non aiutano affatto, costringendo l’autore a fare le veci dell’editore; ma anche perché, come detto, molte librerie indipendenti non vogliono prendersi il disturbo di proporre uno sconosciuto, rifiutandogli persino la concessione di una presentazione in loco.

Alcuni pretendono una copia del libro, che l’autore ha pagato, per una valutazione. Copia che, nella maggioranza dei casi, non sarà mai restituita.

Quindi addio sogni, addio speranze.

La stragrande maggioranza delle Case Editrici italiane vivono grazie agli autori esordienti che acquistano qualche copia del loro sogno da regalare a parenti e amici, dopo aver superato una dura selezione. Però poi il sistema li costringe a rimanere nel limbo, anche dopo cinque e più romanzi pubblicati.

Inutile ricordarsi che autori come Pullman, Rowling, Brown, Cummings, Wolfe, Nabokov, Orwell, London, Carver abbiano iniziato per hobby. 

Chissà se in Italia ce l’avrebbero fatta…

 
Cultura
Lo sguardo di un cane e l'immortalitą dell'anima
Lo sguardo di un cane e l
"Cani in posa, dall'antichitą ad oggi" in mostra da sabato 20 ottobre nella Reggia di Venaria. Ideatore il principe Fulco Ruffo di Calabria. Dai cuccioli morti a Pompei ai miti di Disney, da Pippo e Pluto. E la Pimpa di Altan
Figli dello stesso fango, sballo mortale
Figli dello stesso fango, sballo mortale
Il romanzo di Daniele Amitrano (ed. 13lab) racconta il mondo della droga, in ogni suo aspetto. I danni alla saluta per chi fa uso di stupefacenti e gli incidenti del sabato sera
Tutti pazzi per le rievocazioni storiche
Tutti pazzi per le rievocazioni storiche
Scoppia la febbre delle feste in costume presso prestigiose residenze reali. Intanto i gruppi storici faticano a sopravvivere, come nel caso emblematico di Venaria Reale
Torino, se la cultura č accessibile a tutti
Torino, se la cultura č accessibile a tutti
Forum il 16 e il 17 ottobre nell'Aula Magna della Cavallerizza Reale, con rappresentanti delle metropoli di tutti il mondo, da Montreal a Copenaghen. Al centro la libertą di muoversi e di rinnovarsi
Menti Insolite fa tappa a Torino
Menti Insolite fa tappa a Torino
Fra i primi appuntamenti del nuovo ciclo di incontri dell’Unione Industriale, fa il pieno di pubblico la presentazione del volume scritto a sei mani da Fabio Federici, Alessandro Meluzzi e Massimo Numa
La ragazza del Sud sfida l''Ndrangheta
La ragazza del Sud sfida l
La vibonese Titti Preta, nel romanzo omonimo, traccia lo scenario e l'ambiente in cui č costretto a vivere chi mafioso non č. Tra contraddizioni, atti di silenzioso eroismo e una rivolta civile contro l'acquiescenza al crimine
L'Iran, la star del Salone del Libro, uccide sposa-bambina
L
Zeinab Sekaavand aveva 17 anni quando uccise il marito che aveva sposato quando ne aveva 15. Lo aveva denunciato alla polizia per le sevizie subite senza esito. Il Salone del Libro di Torino 2019 dedicato all'Iran. Ma č opportuno?
Il tumore si combatte ma senza facili illusioni
Il tumore si combatte ma senza facili illusioni
La storia di Sara, che ha affrontato una rara malattia scoprendo un altro mondo, quello dei malati dimenticati e isolati. Lo ha raccontato nel libro "Al di lą della tempesta", ed. Gruppo Albatros Il Filo. L'intervista
Se uno vale uno, un idiota uno quanto vale?
Se uno vale uno, un idiota uno quanto vale?
Nel romanzo di Christian Baiotto (ed. Intrecci) "La ricerca della stupiditą" un viaggio in una societą anonima, stereotipata e piena di inconfessabili paure
Disturbo borderline, l'incubo e il riscatto
Disturbo borderline, l
L'autobiografia di Martin B. nel libro "Borderline, Storia di un ragazzo interrotto" ed. Eremon, scava nel profondo nella vita di persone che gli psichiatri hanno bollato come vittime di disturbi indefinibili