"The Beast", thriller nei mari tempestosi dell'isola di Jersey

| Sontuosa inaugurazione della 35a edizione del Tff, con la regia di Roberta Torre. Anteprima mondiale di "Findind your feet". Sul red carpet Biabnchyini, Bangle e Casacci

+ Miei preferiti
di BEATRICE FIDA
35a edizione del TFF, la cerimonia d'apertura torna alla Mole Antonelliana dopo dieci anni. Tra gli altri, la sezione "Torino35" presenta il thriller psicologico Beast; i corti dedicati al viaggio dilatano i confini di tempo e spazio

Venerdi 24 si è tenuta la cerimonia d'apertura del Torino Film Festival, per la regia di Roberta Torre (che presenta al TFF il musical Riccardo va all'inferno, con Massimo Ranieri); quattro illustri personaggi si sono succeduti sul palcoscenico sospeso sulla rampa elicoidale, nella suggestiTHRILLER va Aula del Tempio. A rendere ancora più cinematografica la cerimonia, lo chef stellato Ugo Alciati, lo scrittore Ugo Bianchini, il designer Chris Bangle e il musicista Max Casacci hanno reso omaggio al cinema con una performance inedita. A seguire, sono comparsi gli artisti della giuria interna e il regista e gli interpreti del film Ricomincio da me (Finding your Feet), che è stato proiettato in anteprima mondiale.

Un film degno di nota all'interno della sezione "Torino35" è il thriller psicologico Beast, di Michael Pearce. Il regista inglese nel suo primo film omaggia l'isola di Jersey, dove è sempre cresciuto, magnificamente rappresentato nella scenografia del paesaggio, terre insieme docili e inospitali. Ora un mare disteso e spiagge sabbiose, ora la natura inesplorata; è il regista stesso a definirlo uno scenario insieme "scenografico e selvaggio". Come la protagonista Moll, che abita ancora con i genitori opprimenti come la comunità dove sono inseriti, definita "un tipo selvaggio" (alludendo al suo oscuro passato) ma come la natura capace di aprirsi quando si innamora di Pascal, un cacciatore sospettato di omicidio, che infonde libertà nella ragazza oppressa ma con spirito ribelle, come in una favola moderna. La felicità dura poco; "sono uguale a te" si dicono, in una confusione suggestiva tra coniglio e cacciatore, dove i confini non sono stabili(ti), dove non solo il paesaggio è mutevole. Dove vittima e carnefice si confondono. La ragazza rimane a fianco dell'uomo nonostante tutto, ma ne patirà le nefaste conseguenze. 

Bruce Baillie nel cortoTo Parsifal ci trasporta in un paesaggio diverso per tempo e spazio, regalandoci le immagini di sublimi paesaggi americani (accompagnati non a caso dalla musica romantica di Wagner) e del loro mansueto addomesticamento all'uomo. 

Proprio al viaggio quest'anno il TFFdoc dedica il suo focus, e lo fa descrivendo tutte le sfaccettature ed emozioni che la parola è in grado di evocare. Quattro film brevi diversi tra loro ci trasportano idealmente nei luoghi e tempi più disparati (perché il viaggio non è solo una coordinata spaziale). Oltre To Parsifal, viene presentato Silencio di F.J. Ossang, che ci riporta ad un'idea primitiva di cinema e descrive gli alberi, il mare, un ponte di ferro e una donna dalla prima all'ultima ora del giorno. Margem Sul ci accompagna tramite un attore feticcio del cinema portoghese a Lisbona; infine Atlantiques di Mati Diop raccoglie la testimonianza di Serine e del suo viaggio mitico dal Senegal all'Europa, raccontato attorno ad un falò, dove le parole e non solo raggiungono vertici di poesia impensati. La proiezione dei corti è stata anticipata dalla lettura di un trafiletto de Le città invisibili di Italo Calvino, un libro che non a caso recita: "Se ti dico che la città a cui tende il mio viaggio è discontinua nello spazio e nel tempo, ora più rada ora più densa, tu non devi credere che si possa smettere di cercarla."; il viaggio non si esaurisce mai, come il cinema (che lo riflette).

Cultura
Figli dello stesso fango, sballo mortale
Figli dello stesso fango, sballo mortale
Il romanzo di Daniele Amitrano (ed. 13lab) racconta il mondo della droga, in ogni suo aspetto. I danni alla saluta per chi fa uso di stupefacenti e gli incidenti del sabato sera
Tutti pazzi per le rievocazioni storiche
Tutti pazzi per le rievocazioni storiche
Scoppia la febbre delle feste in costume presso prestigiose residenze reali. Intanto i gruppi storici faticano a sopravvivere, come nel caso emblematico di Venaria Reale
Torino, se la cultura č accessibile a tutti
Torino, se la cultura č accessibile a tutti
Forum il 16 e il 17 ottobre nell'Aula Magna della Cavallerizza Reale, con rappresentanti delle metropoli di tutti il mondo, da Montreal a Copenaghen. Al centro la libertā di muoversi e di rinnovarsi
Menti Insolite fa tappa a Torino
Menti Insolite fa tappa a Torino
Fra i primi appuntamenti del nuovo ciclo di incontri dell’Unione Industriale, fa il pieno di pubblico la presentazione del volume scritto a sei mani da Fabio Federici, Alessandro Meluzzi e Massimo Numa
La ragazza del Sud sfida l''Ndrangheta
La ragazza del Sud sfida l
La vibonese Titti Preta, nel romanzo omonimo, traccia lo scenario e l'ambiente in cui č costretto a vivere chi mafioso non č. Tra contraddizioni, atti di silenzioso eroismo e una rivolta civile contro l'acquiescenza al crimine
L'Iran, la star del Salone del Libro, uccide sposa-bambina
L
Zeinab Sekaavand aveva 17 anni quando uccise il marito che aveva sposato quando ne aveva 15. Lo aveva denunciato alla polizia per le sevizie subite senza esito. Il Salone del Libro di Torino 2019 dedicato all'Iran. Ma č opportuno?
Il tumore si combatte ma senza facili illusioni
Il tumore si combatte ma senza facili illusioni
La storia di Sara, che ha affrontato una rara malattia scoprendo un altro mondo, quello dei malati dimenticati e isolati. Lo ha raccontato nel libro "Al di lā della tempesta", ed. Gruppo Albatros Il Filo. L'intervista
Se uno vale uno, un idiota uno quanto vale?
Se uno vale uno, un idiota uno quanto vale?
Nel romanzo di Christian Baiotto (ed. Intrecci) "La ricerca della stupiditā" un viaggio in una societā anonima, stereotipata e piena di inconfessabili paure
Disturbo borderline, l'incubo e il riscatto
Disturbo borderline, l
L'autobiografia di Martin B. nel libro "Borderline, Storia di un ragazzo interrotto" ed. Eremon, scava nel profondo nella vita di persone che gli psichiatri hanno bollato come vittime di disturbi indefinibili
Somalia, dove lo stupro č legge
Somalia, dove lo stupro č legge
Nel romanzo Amnesia di Paola Di Nino (ed. Leone Editore) la storia di una donna schiava che, persa la memoria dopo esperienze terribili, torna a vivere una seconda vita. Sullo sfondo lo sfruttamento e le violenze sulle donne