Il contest russo per cambiare nome agli aeroporti

| L’idea era buona e soprattutto popolare, ma ha preso la piega sbagliata: insulti, statue imbrattate e polemiche

+ Miei preferiti
Doveva essere una lodevole iniziativa popolare: un contest che dava ai cittadini la possibilità di intitolare i 47 aeroporti russi a personaggi illustri che hanno scritto la storia del paese. Ma è finita nel peggiore dei modi, con insulti, proteste e perfino scontri.

A varare l’iniziativa, ribattezzata “I grandi nomi della Russia”, erano state la Società geografica e quella storico-militare, che mai e poi avrebbero potuto prevedere di scatenare polemiche feroci. Gli esiti del contest, divulgati lo scorso 4 dicembre, hanno decretato a stragrande maggioranza di intitolare due dei tre aeroporti di Mosca (attualmente lo Sheremetyevo e il Domodedovo), al poeta Aleksandr Pushkin e allo scienziato Mikhail Lomonosov, da molti considerato il “Leonardo da Vinci” russo. Ancora da decidere il nome del terzo scalo moscovita, il Vnukovo, anche se Serghei Korolyov, padre del programma spaziale, sembra in netto vantaggio sugli avversari. Ma sarà necessario un altro turno anche per gli aeroporti di San Pietroburgo, Arkhangelsk, Nizhnevartovsk e Penza.

È andata ben peggio a Kaliningrad, un tempo la città prussiana di Koenigsberg, luogo di nascita e di morte del filosofo Immanuel Kant: i nazionalisti sono scesi in piazza urlando “Il nome di un tedesco non imbratterà il suolo russo”, e parole di fuoco sono arrivate anche da Igor Muhamtshin, capo di stato maggiore della flotta del Mar Baltico, che ha bollato Kant come “Un traditore e uno scribacchino, autore di libri che nessuno ha mai letto e mai leggerà”. Perfino la statua del grande esponente dell’Illuminismo è stata imbrattata con della vernice rosa.

Qualche imbarazzo dal Cremlino, che finora si è limitato al ruolo di spettatore quasi divertito: “Un simile calore è indicativo di un tema che infiamma i cuori dei russi”.

Curiosità
The Darkside Zodiac
The Darkside Zodiac
Pronti per conoscere cosa riserva l’anno prossimo al vostro segno? Prima di cominciare, meglio dare un’occhiata al vero volto (quello nascosto) di ognuno di noi
La modella nuda a San Pietro
La modella nuda a San Pietro
Nuova impresa di Marisa Papen, modella belga che ama posare nuda davanti a luoghi sacri. È stata denunciata insieme al suo fotografo
Il prof. Padoan e la grillina Castelli
Il Corriere pubblica un video imperdibile, il duello tv tra uno degli economisti italiani più noti nel mondo e il vice ministro dell'Economia, la grillina Laura Castelli. un mix di ignoranza e arroganza
Quelli che stirano rischiando la vita
Quelli che stirano rischiando la vita
Una serie di discipline sportive fra le più strane e curiose, ma soprattutto vere. Da chi corre con la moglie sulle spalle a chi affronta le rapide con una bambola gonfiabile
All’asta l’abito da sposa di Sharon Tate
All’asta l’abito da sposa di Sharon Tate
Un mini abito di seta color avorio che l’attrice aveva indossato nel gennaio del 1968, per unirsi in matrimonio con il regista Roman Polanski. Diciotto mesi dopo, sarebbe stata una delle vittime della carneficina di Charles Manson
Una borsa di Plada
Una borsa di Plada
Sembra uno scherzo, ma nel centro di una città cinese sono comparse due boutique, la prima ispirata al marchio italiano, l’altra a Louis Vuitton. Entrambe sono state chiuse, ma il fenomeno costa miliardi di euro ogni anno
Preso il centauro terrore degli autovelox
Preso il centauro terrore degli autovelox
Un biker francese è riuscito a collezionare 125 foto di un autovelox passando a forte velocità diversi per mesi: protetto dalla targa nascosta, alzava il dito medio in segno di saluto
Adolf Hitler, neonato inglese
Adolf Hitler, neonato inglese
Una coppia di neonazisti anglosassoni ha deciso di chiamare il loro figlio con il nome del dittatore tedesco. Sono stati processati e condannati
La segretaria furba di Harry Potter
La segretaria furba di Harry Potter
In realtà, Amanda Donaldson è stata l’assistente personale della scrittrice J.K. Rowling, e abile ad approfittare della sua posizione per sottrarre denaro e cimeli dei film
Alice Dawson, la donna che ringiovanisce
Alice Dawson, la donna che ringiovanisce
Ha 31 anni e ne dimostra 15 di meno: ogni volta che le capita di esibire i documenti nessuno può credere alla sua età. Il segreto? Nessuno