Tav, Tajani contro i grillini

| Il presidente del Parlamento Europeo in visita al cantiere con il presidente della Regione Chiamparino. Ribadita la volontà di proseguire i lavori, ma il movimento del comico genovese resta contrario e vuole chiudere i cantieri

+ Miei preferiti

I grillini non possono dire sì alla Tav, non per le analisi costo-benefici i cui “esperti” potranno affermare tutto e il contrario di tutto, per compiacere il ministro Toninelli, ma prece sconfesserebbero il Fondatore del movimento, il comico Beppe Grillo il quale, tenace sostenitore della causa No Tav, s’è fatto pure condannare per aver violato i sigilli di un presidio sotto sequestro. Dire di si, a prescindere dagli algoritmi che ha  intercettato, come per i vaccini, una parte dell’elettorato grillino contrario alla Tav, è impossibile. Fatta questa premessa, ieri il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, ha visitato oggi i cantieri della sezione transfrontaliera della linea Torino-Lione in Maurienne e in Val di Susa.Tajani, accompagnato da una delegazione di europarlamentari italiani e francesi, è sceso nella galleria di Saint-Martin-La-Porte (Francia) dove la fresa Federica ha superato il 50% dello scavo dei primi 9 km del tunnel di base del Moncenisio. Presenti anche il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino e il rappresentante del Conseil départemental de Savoie, Christian Grange. I vertici di TELT hanno illustrato al presidente l’avanzamento dei lavori per l’opera che fa parte del Corridoio Mediterraneo, una delle 9 dorsali della rete di trasporto ferroviario TEN-T, finanziata dall’Unione Europea.

La delegazione si è poi spostata sul versante italiano, a Chiomonte, dove le maestranze stanno allestendo il cantiere per lo scavo del tunnel di base sul versante italiano. I lavori prevedono inoltre la manutenzione del cunicolo esplorativo, terminato nel febbraio 2017, che sarà utilizzato per il transito dei mezzi che lavoreranno in galleria.

 
Economia
Spicciati: progetti da pochi centesimi
Spicciati: progetti da pochi centesimi
L’idea di un’associazione, sposata in pieno dal ministro Centinaio, è di dotare le tabaccherie di contenitori in cui liberarsi degli ingombranti centesimi. Le somme serviranno per finanziare lavoro e progetti
Le isole dei tesori
Le isole dei tesori
Sono più d’una, e in realtà si chiamano paradisi fiscali. L’Ecofin ha appena aggiornato l’elenco, ma con dimenticanze macroscopiche
Tav, partono gli avvisi l'opera va avanti
Tav, partono gli avvisi l
Stamane via alla procedura per gli appalti el versante francese. La singolare esultanza dei grillini e dei media che li appoggiano
"Crisi? Tanto Reddito e Quota 100 restano"
"Crisi? Tanto Reddito e Quota 100 restano"
Durigon, Lega, toglie ogni speranza a chi osteggia i provvedimenti-pilastro del governo gialloverde. I bandi per i Navigator sono pronti, il decreto è blindato
Tav, Conte il premier che non conta
premia i suoi padrini 5stelle
Tav, Conte il premier che non conta<br>premia i suoi padrini 5stelle
L'attuale primo ministro sfilò sulla passerella della "squadra di governo" grillina pre-elettorale. Dopo svanì quasi tutta nel nulla ma lui è rimasto. Come può opporsi a chi l'ha creato?
Spionaggio, Huawei denuncia Trump
Spionaggio, Huawei denuncia Trump
Azione legale contro le "discriminazioni" subite dal colosso cinese e il blocco delle vendite. Procedura incostituzionale? Il ruolo dell'Europa
Di Maio e Salvini, su Tav muro contro muro
Di Maio e Salvini, su Tav muro contro muro
Grillini non cedono e vogliono distruggere il progetto, i leghisti lo difendono a spada tratta. Si tenta un bilaterale con la Francia. Conte, in Serbia, tace.
The money club
The money club
L’annuale classifica di “Forbes” ha parlato: 2.153 ultramiliardari si aggirano su questo pianeta. Una categoria in calo quasi ovunque ma non in Italia, dove i ricchissimi in 10 anni sono cresciuti da 12 a 43
Code e caos, arriva il Reddito di Cittadinanza
Code e caos, arriva il Reddito di Cittadinanza
L'Ansa rivela il conflitto tra Regioni e governo per i "navigator". Dovevano essere 6 Milla, ora si sono ridotti a 4 mila 500. Era meglio creare posti di lavoro, invece distribuire soldi che lo Stato, in crisi, non ha
Un'ombra sinistra sull'economia italiana
Un
Il PIL ancora inferiore di oltre il 4% rispetto ai livelli ante-crisi del 2007. Si tratta delle più lunga congiuntura negativa nella storia del nostro Paese. Difficili le previsioni su quando e se si uscirà dalla stagnazione