Tav, Tajani contro i grillini

| Il presidente del Parlamento Europeo in visita al cantiere con il presidente della Regione Chiamparino. Ribadita la volontà di proseguire i lavori, ma il movimento del comico genovese resta contrario e vuole chiudere i cantieri

+ Miei preferiti

I grillini non possono dire sì alla Tav, non per le analisi costo-benefici i cui “esperti” potranno affermare tutto e il contrario di tutto, per compiacere il ministro Toninelli, ma prece sconfesserebbero il Fondatore del movimento, il comico Beppe Grillo il quale, tenace sostenitore della causa No Tav, s’è fatto pure condannare per aver violato i sigilli di un presidio sotto sequestro. Dire di si, a prescindere dagli algoritmi che ha  intercettato, come per i vaccini, una parte dell’elettorato grillino contrario alla Tav, è impossibile. Fatta questa premessa, ieri il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, ha visitato oggi i cantieri della sezione transfrontaliera della linea Torino-Lione in Maurienne e in Val di Susa.Tajani, accompagnato da una delegazione di europarlamentari italiani e francesi, è sceso nella galleria di Saint-Martin-La-Porte (Francia) dove la fresa Federica ha superato il 50% dello scavo dei primi 9 km del tunnel di base del Moncenisio. Presenti anche il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino e il rappresentante del Conseil départemental de Savoie, Christian Grange. I vertici di TELT hanno illustrato al presidente l’avanzamento dei lavori per l’opera che fa parte del Corridoio Mediterraneo, una delle 9 dorsali della rete di trasporto ferroviario TEN-T, finanziata dall’Unione Europea.

La delegazione si è poi spostata sul versante italiano, a Chiomonte, dove le maestranze stanno allestendo il cantiere per lo scavo del tunnel di base sul versante italiano. I lavori prevedono inoltre la manutenzione del cunicolo esplorativo, terminato nel febbraio 2017, che sarà utilizzato per il transito dei mezzi che lavoreranno in galleria.

 
Economia
Trump contro Harley, vuole boicottarla
Trump contro Harley, vuole boicottarla
Dopo la decisione dei manager di spostare in altri paesi una parte di produzione per evitare i dazi "ritorsivi" contro le stangate di Trump contro l'Europa. "Ci ha tradito!", twitta il presidente. Gelido silenzio da Milwaukee
Sale lo spread, crolla ancora la lira turca
Sale lo spread, crolla ancora la lira turca
Migliorano le Borse Europee, il crollo della Bayer dopo la condanna di Monsanto per l'erbicida cancerogeno. I turchi: misure per rafforzare la moneta
Tesla tweet turbano la Borsa
Tesla tweet turbano la Borsa
Due denunce contro Elon Musk dopo gli annunci via social in cui annunciava importanti cambiamenti aziendali che avevano causato pesanti conseguenze. Violate le leggi federali?
Trump affonda la Turchia
Trump affonda la Turchia
La notizia dei dazi sui metalli importati dalla Turchia ha fatto crollare il valore della lira, rischio di un avvicinamento del regime di Erdogan alla Russia. Situazione ecominaca drammatica, pesanti conseguenze per le banche UE
Cina, dazi Usa per 16 miliardi
Cina, dazi Usa per 16 miliardi
Entrano in vigore il 23 agosto, il 6 luglio le prime misure per un valore di 34 miliardi di dollari. I cinesi: "Bullismo commerciale"
Trump-sanzioni, tappeti iraniani ko
Trump-sanzioni, tappeti iraniani ko
La Zollonvari occupa 5 mila dipendenti ma ad agosto, con le sanzioni in vigore, rischia il tracollo. Finisce il sogno dei tappeti colorati e intessuti dalle donne nomadi. "Colpire la creatività, ingiusto e crudele"
Dazi auto, trumpiani divisi
Dazi auto, trumpiani divisi
Molti compagni di partito fanno pressioni sul presidente perché abbandoni la linea dura: effetto boomerang sull'economia Usa
Il regno di Marchionne, le luci e le ombre
Il regno di Marchionne, le luci e le ombre
In un lungo servizio, il New York Times traccia un ritratto realista di Sergio Marchionne, evidenziando i grandi successi e anche le sconfitte. Ma è tra i grandi dell'automotive mondiale
Ogni famiglia ha un debito di 91 mila euro
Ogni famiglia ha un debito di 91 mila euro
Esplode il debito pubblico. Secondo Istat, a maggio 14 miliardi un record negativo, in un anno 47,5. Allarme di Bankitalia
Il fisco e quei 12 mila italiani sconosciuti
Il fisco e quei 12 mila italiani sconosciuti
Hanno evaso in 18 mesi qualcosa come 5 miliardi e 800 milioni di Iva. I dati del rapporto annuale della Guardia di finanza