Brexit, buio profondo

| La sonora bocciatura del piano di Theresa May apre l’ipotesi a tre diverse conclusioni dell’uscita della Gran Bretagna dalla UE. Più una quarta, la peggiore per tutti: il no deal

+ Miei preferiti
Erano 96 anni che la Camera dei Comuni non bocciava la proposta di un premier: basterà questo a consacrare il nome di Theresa May ai libri di storia. Ma soprattutto a spiegare lo stato di estrema confusione in cui versa la Gran Bretagna dopo la sonora bocciatura di ieri sera: Theresa costretta a tornare in un angolo con 432 no contro 202 sì. Pallottoliere alla mano, 230 voti di differenza: un abisso.

È il corridoio finale della “Brexit”, imboccato il 23 giugno 2016 con il referendum che decreta la vittoria dei “Leave” e fa credere al Regno Unito di poter alzare la cresta invocando come gli pare l’articolo 50 del Trattato sull’Unione Europea. Non è andata esattamente così, ormai l’hanno capito anche gli inglesi, sballottati ormai da due anni fra scenari apocalittici e il timore di un ritorno all’età della pietra, con viveri e medicinali razionati e la sensazione di aver votato per isolarsi, quando il mondo intero cerca di fare l’esatto contrario.

Gli scenari, ipotizzati questa mattina dai media inglesi riprendendo anche l’aria che si respira nei corridoi di Westminster, sono essenzialmente tre. Il primo, che questa sera alle ore 20 (21 per l’Italia), Theresa May ottenga un voto di fiducia che appare abbastanza scontato, tradimenti dell’ultima ora a parte. Ma se così non fosse il paese scivolerebbe verso le elezioni anticipate. Il secondo che la May, ottenuta la fiducia, cerchi una maggioranza disposta ad appoggiare un nuovo piano per la Brexit, anche se su questo Bruxelles ha alzato un muro di gomma. Corbyn ha offerto il proprio appoggio a patto che la GB esca dalla UE ma resti legata all’unione doganale, stessa formula adottata dalla Turchia. Ipotesi che agli irriducibili della Brexit non piace affatto. Per finire con la richiesta a Bruxelles di riaprire le trattative e prolungare il negoziato almeno fino all’estate, contemplando anche l’ipotesi di un nuovo referendum, chiesto a gran voce dal popolo, convinto che la Brexit spacciata in campagna elettorale non sia quella che è invece diventata in questi mesi cruciali. C’è in realtà da aggiungere una quarta ipotesi, quella che nessuno si augura, a Londra come a Bruxelles: il “no deal”, l’uscita senza alcun accordo ipotizzata dalla stessa May come una vera catastrofe epocale.

Secondo la Confindustria inglese la potenziale perdita del Pil oscillerebbe fra il 3 ed il 7%, con l’incognita aperta dei rapporti commerciali. Da Bruxelles arriva un solo commento: noi siamo qui. La Gran Bretagna chiarisca le sue intenzioni al più presto, perché resta poco tempo.

Europa
Europa, il fantasma dell'antisemitismo
Europa, il fantasma dell
Dopo le minacce a Finkielkraut a Parigi, i "Sette Savi di Sion" evocati dal grillino Lannutti, 80 tombe ebraiche profanate in Francia e nuovi raid vandalici nella capitale. Manifestazione con migliaia di persone in Francia
"Ero suora, quel prete mi violentò"
"Ero suora, quel prete mi violentò"
Finisce in un libro la storia di Claire Maximova, ex suora abusata in Francia da un prete conosciuto in convento che la perseguita per anni. Denuncia caduta nel silenzio
Nunzio apostolico, altra denuncia
Nunzio apostolico, altra denuncia
Mons. Luigi Ventura, 74 anni, denunciato per la seconda volta in pochi mesi, vittima un piegato oggetto di "particolari attenzioni" all'interno della sede cattolica di Parigi
Albania, opposizione vuole nuove elezioni
Albania, opposizione vuole nuove elezioni
Migliaia di manifestanti contro il governo, il capo dell'opposizione lancia un'offensiva in grande stile per avere nuove elezioni. Polizia riesce a proteggere la sede del governo e delle principali istituzioni. Tirana in stato d'assedio
Gilet Gialli, insulti a filosofo ebreo
Gilet Gialli, insulti a filosofo ebreo
Gravissimo episodio a Parigi, manifestanti del Gilet Jaune insultano l'accademico Alain Krinkielkraut: "Sporco Ebreo, sporco sionista, la Francia è dei francesi". In Italia il grillino Lannutti aveva rispolverato i Sette Savi di Sion
Roma, torna l'ambasciatore francese
Roma, torna l
Rientra Christian Massett dopo la discutibile iniziativa del vice-premier Di Maio di incontrare i Gilet Jaunes che ora annunciano di avere a disposizione "gruppi paramilitari". Una gaffe dietro l'altra
Capo di Scotland Yard: sono lesbica
Capo di Scotland Yard: sono lesbica
"La mia diversità può aiutare altre persone a fare delle scelte, ma la mia sessualità non ha nessuna importanza nel lavoro"
Risate sugli spalti per la morte di Sala: arrestati
Risate sugli spalti per la morte di Sala: arrestati
Due tifosi del Southampton in cella dopo avere simulato con le mani un volo aereo durante la partita con il Cardiff. Duro commento della società: "Fatto inaccettabile"
Il Rover Rosalind Franklin su Marte
Il Rover Rosalind Franklin su Marte
L'esploratore spaziale europeo dedicato alla scienziata considerata la madre del Dna. Scelta da 36mila europei. Partirà per Marte nel 2020
La vita glamour del cerchio magico di Putin
La vita glamour del cerchio magico di Putin
Nel mirino del Guardian il suo portavoce Peskov. Lui e la moglie hanno un ingente patrimonio immobiliare e hanno comprato una villa nella zona più esclusiva di Mosca. "Paghiamo le tasse, affari nostri". Legami con i Tycoon