Brexit nel caos

| Il ministero dei trasporti stipula un accordo con una compagnia navale senza navi, mentre sempre più cittadini chiedono di potersi trasferire in un qualsiasi paese della UE

+ Miei preferiti
Manca una manciata di ore al 14 gennaio, quando la Camera dei Comuni deciderà se approvare o bocciare l’accordo raggiunto da Theresa May con Bruxelles. Ma nel frattempo, il caos regna sovrano e i tabloid vanno a nozze. Una delle ultime sviste del governo, ormai in preda alla confusione, è un prezioso accordo con la compagnia navale “Seaborne Freight”, stipulato per garantire i collegamenti con il resto dell’Europa in caso di “Hard Brexit”, l’ipotesi di uscita senza un accordo che aprirebbe scenari per alcuni analisti catastrofici, a cominciare dalle lunghe code per i nuovi controlli doganali.

Il contratto, ovviamente pubblico, è stato firmato il 30 dicembre scorso dal Ministero dei Trasporti, per una somma totale di 13,8 milioni di sterline, più o meno 15 milioni di euro. Peccato che la stampa si sia accorta, ancor prima dei funzionari ministeriali, che la Seaborne Freight non possiede alcuna nave. Forse neanche un canotto.

La compagnia, nata nel 2017, è una start-up che ha in progetto l’acquisto di due traghetti entro marzo e altri due prima della prossima estate: a breve penseranno ad assumere il personale, ma per adesso, solo tante belle parole.

Ma non è la sola grana da smazzare nel Regno Unito, dove con l’avvicinarsi della data di uscita definitiva dall’UE, il 29 marzo 2019, sono sempre di più i cittadini inglesi che scelgono di saltare la sponda della Manica, richiedendo la cittadinanza in altri stati europei. Lo racconta un sondaggio, che cita l’aumento delle richieste di passaporto di inglesi in Germania, Irlanda, Spagna e Portogallo. Per essere precisi, in Germania sono state presentate 7.500 richieste di naturalizzazione da parte di cittadini britannici, aumento che ha toccato anche l’Irlanda, dove le domande sono aumentate del 22%, assestandosi su 183mila richieste. Triplicato in soli 10 mesi il numero per la Spagna e idem per il Portogallo.

Articoli correlati
Europa
Brexit, boom di firme per restare in UE
Brexit, boom di firme per restare in UE
Il sito del Parlamento in tilt: nel giro di poche ore raccolte quasi un milione e mezzo di firme per chiedere la revoca dell’articolo 50
Macron: sulla Tav non ho tempo da perdere
Macron: sulla Tav non ho tempo da perdere
A poche ore dal bilaterale con il premier Conte, il presidente francese liquida la faccenda con poche battute al vetriolo
Troppo violenta, Londra si svuota
Troppo violenta, Londra si svuota
La comunità somala, fra le più colpite, ha iniziato a rimandare i propri figli in patria
"Come riconoscere un ebreo"
"Come riconoscere un ebreo"
In Polonia e in Europa torna l'antisemitismo. Un giornale polacco ha diffuso un servizio in cui si spiega come individuare un Ebreo "grazie a nome, aspetto, modo di fare....". Proteste e timori
Il detenuto Pell a rischio in carcere
Il detenuto Pell a rischio in carcere
L'ex numero tre della gerarchia vaticana condannato a 6 anni di carcere per pedofilia, ora in carcere, potrebbe essere aggredito dagli altri detenuti. E' in cattive condizioni di salute
Social, fango razzista su Meghan Markle
Social, fango razzista su Meghan Markle
Le indagini degli esperti dei Servizi Segreti sugli account che attaccano la duchessa dopo l'annuncio della gravidanza. Insulti razzisti, ingiurie e toni minacciosi. Account e profili connessi con l'estrema destra
Tacque sui preti pedofili, prelato condannato
Tacque sui preti pedofili, prelato condannato
Sei mesi di carcere per l'arcivescovo di Lione Philippe Barbarin, avrebbe nascosto gli abusi perpetrati da un sacerdote durante i campi scout degli Anni'70 e '80
Brexit, Cambogia ed esportazioni
Brexit, Cambogia ed esportazioni
A pagare le conseguenze peggiori per l’uscita del Regno Unito dall’UE non saranno i sudditi di Elisabetta né i cittadini europei. Secondo un’indagine, sarà la Cambogia a patire la Brexit più di ogni altra nazione
La figlia del portavoce di Putin stagista alla UE
La figlia del portavoce di Putin stagista alla UE
21 anni, è stata assunta dall’eurodeputato francese Aymeric Chauprade e secondo quanto dichiarato si occupa dei rapporti con alcuni Paesi africani. Ma qualche timore di interferenze resta nell’aria
Essex, studenti contro associazione ebraica
Essex, studenti contro associazione ebraica
Oltre 200 voti degli universitari contro la presenza di una associazione di sostegno agli studenti ebrei. Approvate analoghe strutture cristiane e islamiche. Propaganda anti-semita di un prof. islamico. Negata la Shoah