Occupy Church: la messa infinita

| In una chiesa protestante de L’Aia, da cinque settimane si celebra la messa: l’unico modo per salvare una famiglia armena condannata all’espatrio

+ Miei preferiti
Da cinque settimane, giorno e notte, 24 ore su 24, nella parrocchia protestante “Bethel”, a L’Aia, si celebra la messa. Fuori dalla chiesa è schierata la polizia, che attende con pazienza di poter fare il proprio lavoro.

Ma dentro nessuno ha intenzione di mollare: 450 fra pastori, diaconi e sacerdoti protestanti si danno il cambio, e lo stesso fanno centinaia di fedeli che occupano i banchi seguendo turni organizzati. Motivo dell’insolita iniziativa il desiderio di proteggere dalla legge i Tamrazyan, padre, madre e tre figli, una famiglia di origine armena, in Olanda dal 2010, condannata all’espatrio da un tribunale per il permesso di soggiorno scaduto, malgrado i figli frequentino regolarmente scuole e università, il padre sia regolarmente assunto in un’azienda e l’eventuale ritorno in patria significherebbe incorrere in gravi rischi per via di numerose minacce di morte. Sono stati loro stessi a chiedere aiuto alla chiesa, che non ha esitato a organizzare la messa infinita, l’unico modo di bloccare l’intervento della polizia, che per legge non può in alcun modo interrompere le funzioni religiose.

“Quando abbiamo iniziato, sapevamo che sarebbe stata una lunga celebrazione, destinata a durare intere settimane ha riferito Theo Hettema, presidente della chiesa protestante de L’Aia - facciamo affidamento sulle autorità giudiziarie perché a questa famiglia sia data un’opportunità”. Al momento, il premier olandese Mark Rutte ha escluso ogni possibilità di fare un’eccezione.

Europa
Gilet Jane, ecco il sesto morto
Gilet Jane, ecco il sesto morto
Manifestante 23enne travolto da Tir ad Avignone. Dal 17 novembre sei morti per le proteste. Inutili le promesse di Macron. Il movimento, infiltrato dalla destra populista, punta a scardinare lo Stato. Sabato corteo a Parigi
Terrorista fuggito su Ford Fiesta, targa CX168FD
Terrorista fuggito su Ford Fiesta, targa CX168FD
Possibile fuga anche verso l'Italia, più controlli in frontiera. Fermati i due fratelli. Intanto i Gillet Jaune gridano al complotto. Macron si è inventato l'attentato per frenare la "Rivoluzione". Ma è solo una triste fake news
Assistenti in fuga da Meghan Markle
Assistenti in fuga da Meghan Markle
Getta la spugna anche Samantha Cohen, "La Pantera", ex influente assistente della regina Elisabetta, a causa dei modi di fare dell'attrice americana, e una delle figure più importanti della Corte. Levatacce e sfuriate
L’antisemitismo attraversa la UE
L’antisemitismo attraversa la UE
Lo dice, mostrando numeri allarmanti, una relazione dell’UE che registra una recrudescenza di casi di intolleranza e violenza. Fra i paesi dove la situazione è peggiore spicca la Francia
"Nessuna interferenza con la Francia"
"Nessuna interferenza con la Francia"
I russi smentiscano di avere utilizzato profili falsi sui social contenenti fake news sulla protesta dei gilet gialli. Ma ora c'è un'inchiesta dell'Intelligence
"Ho ucciso 81 donne ma tutte prostitute"
"Ho ucciso 81 donne ma tutte prostitute"
Il serial killer più sanguinario della Russia ha confessato altri 59 delitti e decine di stupri. Uccideva con martelli e cacciaviti. Ex poliziotto, sostiene di combattere il "crimine dilagante". Battuto il record di Chikatilo e Pichushkin
Brexit, ultima fermata
Brexit, ultima fermata
La premier Theresa May avvisa: è l’ultima possibilità, in caso di bocciatura dell’accordo con la UE gli scenari possibili sarebbero devastanti: elezioni anticipate, nessuna Brexit o secondo referendum
Muore in Messico, depredata degli organi
Muore in Messico, depredata degli organi
Turista inglese di 41 anni muore per coma diabetico: le espiantano cuore, occhi e reni. Sospetti sui cartelli della droga e su medici corrotti. In Messico pochi donatori, il traffico illegale vale ingenti somme di denaro
Albania, la protesta degli universitari
Albania, la protesta degli universitari
Chiedono che le tasse scolastiche siano dimezzate, corteo a Tirana e presidio davanti al ministero dell'Istruzione
Armenia al voto dopo le proteste
Armenia al voto dopo le proteste
In nuovo premier Pashinyan deciso a legittimare il suo ruolo con le elezioni dopo la caduta dell'avversario Sarkisian del maggio scorso, in seguito a una rivolta popolare