Arriva la city-car trasformista

| Disegnato da uno degli autori di Gundam, robot protagonista di una serie televisiva degli anni Ottanta, il prototipo è in grado di cambiare l’ingombro richiudendosi

+ Miei preferiti
Di Germano Longo
Al contrario di quanto succedeva in altri paesi, negli anni Ottanta i piccoli italiani finirono per non appassionarsi granché alle avventure di “Gundam”, il robottone da combattimento che cambiava forma in base alle battaglie che doveva affrontare. La serie, partita nel 1980 e programmata su 52 puntate, fu interrotta dopo il 39esimo episodio per gli scarsi ascolti.

Non la pensa così Kunio Okawara, uno dei “mecha-designer” considerato fra i papà del gigantesco Gundam, che proprio a quel personaggio è rimasto ancorato, tanto a livello affettivo quanto a quello professionale. Lo dimostra “Earth-1”, un curioso e futuristico progetto di veicolo a propulsione elettrica con ali posteriori e accesso da un grande portellone anteriore.

Non che sia la prima volta in cui si svela qualche elucubrazione ingegneristica sul futuro della mobilità, ma poco o nulla finora aveva la capacità di cambiare forma, sollevandosi e abbassandosi attraverso un semplice joystick. Un profilo variabile utilissimo non per confondere i nemici (che non ci sono), ma piuttosto per occupare spazi ridottissimi quando è ora di parcheggiare.

Per adesso, la “Gundam-car” resta uno studio, un concept ancora in attesa di autorizzazione alla circolazione. Ma per portarsi avanti, Okawara ha già fatto due calcoli: costerà 8 milioni di Yen, più o meno 70 mila euro.

Galleria fotografica
Arriva la city-car trasformista - immagine 1
Arriva la city-car trasformista - immagine 2
Arriva la city-car trasformista - immagine 3
Arriva la city-car trasformista - immagine 4
Future
La navetta modulare da condividere
La navetta modulare da condividere
“e-Palette”: la più recente ricetta di Toyota per la mobilità urbana e commerciale. Priva di strutture interne, la si può configurare come si vuole, senza limiti alla fantasia
La magia delle pantofole Nissan
La magia delle pantofole Nissan
Un “ryokan” hotel giapponese ospita le prime curiose applicazioni quotidiane di un sofisticato programma nato per la guida autonoma
Il futuro arriverà fra un paio d'anni
Il futuro arriverà fra un paio d
È il tempo che Volkswagen stima per immettere sul mercato I.D. Crozz, il nuovo crossover-coupé elettrico a guida autonoma. È il primo passo della rivoluzione I.D., il programma di elettrificazione della gamma
Uniti One, il futuro è giovane
Uniti One, il futuro è giovane
Una startup svedese ha creato una city car full-electric dall’aria avveniristica promessa in vendita entro un paio d’anni
A Londra nascono i lampioni di ricarica
A Londra nascono i lampioni di ricarica
Fra le tante idee che circolano, questa sembra la più semplice e realizzabile: trasformare i punti di illuminazione pubblica in stazioni per ricaricare le vetture elettriche
L'auto zen, guidare con l'orto a bordo
L
Si chiama "Oasis", è un'elettrica dalle forme curiose, ma soprattutto racchiude un angolino di verde, per portare pace allo stress da traffico
UberAIR, anche volare sarà on demand
UberAIR, anche volare sarà on demand
L'annuncio è di quelli che fanno effetto: fra appena tre anni, partirà il primo servizio di trasporto pubblico aereo per grandi città. Una rivoluzione immaginata tante volte dal cinema, ormai pronta al decollo
Ecco la "Lambo" dell'anno 3000
Ecco la "Lambo" dell
Una spremuta di cervelli, quelli americani del MIT di Boston e gli emiliani della Lamborghini, per immaginare nei dettagli una vera hypercar del futuro
Nissan IMx Concept, quando il crossover del futuro penserà a tutto
Nissan IMx Concept, quando il crossover del futuro penserà a tutto
Guidare, parcheggiare, ricaricarsi, lasciare e tornare a prendere i passeggeri: ecco uno dei buoni motivi per sperare che il futuro arrivi in fretta
L'auto del futuro: una vera amica
L
Tre avveniristici prototipi Toyota racchiudono il senso della mobilità del futuro: controllano, valutano, dialogano, suggeriscono e restituiscono la mobilità ai disabili