Harvey Weinstein in action

| Melissa Thompson, una delle accusatrici del produttore hollywoodiano, ha diffuso un video in cui si vede la prima parte di un approccio che finirà giorni dopo con uno stupro

+ Miei preferiti
Harvey amava andare al sodo, non è mai stato un tipo da smancerie. Melissa Thompson ne sa qualcosa: attrice e imprenditrice, nel 2011 riesce a fissare un appuntamento di lavoro con il potente boss di Hollywood per spiegare di uno strumento in grado di incrociare i dati delle promozioni cinematografiche. Convocata negli uffici newyorkesi della “Weinstein Company”, poco prima dell’arrivo del mega produttore decide di registrare ogni cosa: un sesto senso, oppure voci di corridoio sulle abitudini del marpione arrivate anche alle sue orecchie. Melissa non lo dice, ma l’idea sembra quella.

Weinstein entra, chiude la porta mormorando a qualcuno di non essere disturbato e invece di stringere la mano che Melissa gli porge, preferisce abbracciarla, lasciando scendere la manona verso il basso. La donna inizia a spiegare, ma Weinstein sembra interessato ad altro: le chiede “Possiamo flirtare?”, ma Melissa prende tempo: “Vedremo, magari un po’”. Per dovere di cronaca, ci sono momenti del video in cui sembra perfino lei a stuzzicarlo: “I dati sono sexy, vero?”, miagola Melissa, e Harvey - che su certe cose non aveva bisogno di incoraggiamenti - risponde “Tu sei sexy”.

Seguono i racconti della giovane, che ricorda la mano di Weinstein che si allungava sulla sua gamba, accompagnata da frasi esplicite: “Fammi avere una piccola parte di te. Puoi darmela?”. Lei tenta di bloccarlo, sussurrando che stava passando il limite.

Un limite, sempre secondo la Thompson, che Weinstein avrebbe superato abbondantemente qualche sera dopo al “Tribeca Grand Hotel” di New York: invece di portarla nella sala conferenze, come annunciato, la guida nei suoi appartamenti e la stupra. “Anche se avessi provato scappare mi avrebbe bloccata. Mi ha messo all’angolo, più e più volte”.

Il video, diffuso in esclusiva da “Sky News”, ha scatenato la replica quasi immediata di Ben Brafman, avvocato dell’ex produttore: “Un nuovo tentativo di infangare il nome di Weinstein a fini economici. Non lo accettiamo”.

Video
Sex scandals
Jimmy Bennet: Asia mi ha violentato
Jimmy Bennet: Asia mi ha violentato
Il giovane accusatore della Argento tira dritto, non arretra di un centimetro e porta avanti le sue tesi: ho subito violenza, Asia è come Weinstein
Aborto con pillola nel cocktail
Aborto con pillola nel cocktail
Si dimette Jason Miller, consigliere di Trump e commentatore della Cnn. L'ex compagna ha rivelato che nel 2016 aveva messo incinta una ballerina, costretta ad abortire a sua insaputa. La donna aveva rischiato la vita. Lui nega tutto
Era piccolo, piccolo, piccolo così...
Era piccolo, piccolo, piccolo così...
Anteprima del libro di Stormy Daniels. "Mi voleva in tv, e studiava un trucco per le sfide di the Apprentice". La pornostar s'è sentita minacciata e ora racconta tutto, anche dettagli anatomici imbarazzanti per il presidente
Scoop Giletti, porta Bennet in tv
Scoop Giletti, porta Bennet in tv
Domenica 23 esclusiva di "Non è l'Arena" su La7. Bennet, l'accusatore di Asia Argento, per la prima volta in tv racconta la relazione con l'attrice quando aveva 17 anni
Asia al contrattacco
Asia al contrattacco
Un vero ultimatum indirizzato all’ex amica Rose McGowen: chiedi scusa o finiamo per vie legali
Kavanaugh nei guai per una violenza di 38 anni fa
Kavanaugh nei guai per una violenza di 38 anni fa
Psicologa californiana rivela che il candidato di Trump alla Corte Suprema Usa l'avrebbe spinta sul letto tentando di spogliarla ai tempi del liceo. Lui nega ma i Dem ora chiedono un'indagine dell'Fbi
Lo stuprato da Asia Argento
denunciato dall'ex per violenza
Lo stuprato da Asia Argento<br>denunciato dall
Jimmy Bennet indagato a Los Angeles dalla ex fidanzata: "Mi ha costretto a fare sesso quando ero minorenne". Ha chiesto protezione alla polizia perché teme ritorsioni anche contro la sua famiglia. Maledizione #MeToo
Le hot-memorie di Stormy Daniels
Le hot-memorie di Stormy Daniels
Il 2 ottobre esce il libro "Full Discosure", autobiografia di una pornostar che, nel 2006, ebbe una breve relazione con Trump. Un capitolo su come fu comprato il suo silenzio. Sarà boom in libreria?
#MeToo abbatte anche il boss Cbs
#MeToo abbatte  anche il boss Cbs
Si dimette Les Moonves, il potente Ceo della CBS, travolto da un'ondata di denunce per episodi avvenuti negli Anni 80 e 90. Dopo Weinstein, cade un altro big. Liquidazione a #MeToo. Attacco di Ronan Farrow
"Stormy, restituiscimi i miei soldi"
"Stormy, restituiscimi i miei soldi"
L'ex avvocato di Trump vuol farsi restituire dalla pornostar i 130 mila dollari pagati per il suo silenzio sulla relazione con il presidente prima delle elezioni. Il legale della texana: "Neanche un cent"