La bella marescialla non sarà punita

| E la sua ex amica, la pornostar Samantha Brega, la difende a La Zanzara: "non ha fatto niente, lasciatela in pace". Anche Rocco Siffredi: "Essere sexy non è un peccato, quando non si è al lavoro"

+ Miei preferiti

Samantha Brega, la ex pornostar (ex perché afferma di avere abbandonato da tempo la professione) ripresa in immagini osé con la marescialla dei carabinieri, spiega cosa è successo. “E’ stata trasferita dall’Arma in Sardegna a causa delle foto circolate nelle chat militari”. La storia è quella della marescialla dei carabinieri, in servizio presso la stazione di Roma Talenti, che si disse trasferita in Sardegna per punizione dall’Arma, ma in realtà, secondo "Libero", non è vero. Nel senso che è felicemente rientrata in caserma a Roma, senza alcuna conseguenza disciplinare.

Dunque, la diffusione delle foto, senza peraltro il suo consenso, è stata perdonata. “Quelle foto  – spiega Samantha – erano sui nostri profili, pure quelle lingua-lingua e tetta-tetta. Non c’è niente di male, I Carabinieri sapevano di quelle foto, erano pubbliche, siamo amiche -spiega – ci siamo conosciute in palestra. Mi sono trovata in mezzo a questa vicenda – racconta ancora Samantha alla Zanzara – e sono terrorizzata, 23 anni fa ho fatto un film con Rocco Siffredi, mi sono divertita ma il porno non faceva per me”. Intanto però la maresciallo l’ha denunciata alla procura, proprio per le foto che Samantha avrebbe allegramente condiviso con altre persone che poi le hanno rese virali. Ma lei insiste: foto pubbliche, erano sui profili social. Tutti potevano prendersele.

E scrive Libero: “…Per fortuna, non rischia alcuna punizione la carabiniera dalla quale tutti vorremmo esser presi con le mani nel sacco. Nessun trasferimento monastico in Sardegna per riflettere sulle sue vergogne e mondare la coscienza. Nessuna sospensione, come qualche orrendo bigotto sperava. Per l'Arma la porno-soldatessa deve rimanere al suo posto in caserma a Roma Nord. La vittima è lei”.

Sempre secondo il quotidiano, al Comando Generale è stato deciso di passare sopra, magari senza ostentare la massima felicità ma comunque di passare oltre, è vero che la bella sottufficiale coltivava amicizie discutibili, ma sempre al di fuori del contesto lavorativo. Dunque, niente Sardegna.

Una corsa da un cellulare all'altro, finita sul portatile di qualche giornalista e di alcuni ufficiali dei carabinieri. Interrogata, la signorina ha parlato di furto: sarebbe stato un hacker a provocare la valanga. O forse un ex fidanzato vendicativo. Le indagini, poi, si sono concentrate su una sua amica conosciuta in palestra, tale Samantha Brega, che compariva in uno dei tanti scatti. Quest'ultima è una vecchia conoscenza del mondo dell'hard. Samantha ha avuto il suo quarto d’ora di celebrità in un film girato con il popolare Rocco Siffredi, tuttora visibile sui motori di ricerca del mondo del porno online. E Rocco, da cavaliere, spezza un lancia a favore della carabinieria: «Se una fa la sexygirl sul posto di lavoro non va bene, ma se nel 2018, con il porno che è entrato in tutte le nostre case e nei nostri telefoni, una ragazza si diverte un po' non si capisce davvero cosa ci sia di male». Dunque tanto rumore per nulla. Adesso però lei è in ferie, ma tornerà presto alla Caserma Talenti. Ne saranno contenti anche i cittadini, non solo i colleghi e gli amici.

 
Galleria fotografica
La bella marescialla non sarà punita - immagine 1
La bella marescialla non sarà punita - immagine 2
La bella marescialla non sarà punita - immagine 3
La bella marescialla non sarà punita - immagine 4
La bella marescialla non sarà punita - immagine 5
La bella marescialla non sarà punita - immagine 6
La bella marescialla non sarà punita - immagine 7
La bella marescialla non sarà punita - immagine 8
Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Sesso sull'auto-pattuglia, agente e prof licenziati
Sesso sull
Il vice-sceriffo di Indian River aveva dato un passaggio all'insegnante dopo una partita tra studenti ma aveva lasciato una traccia sul sedile dell'auto. I colleghi hanno scoperto che il Dna era il suo. "E' cioccolato bianco", si era difeso
Inizia a maggio il processo a Weinstein
Inizia a maggio il processo a Weinstein
Il 6 maggio, l’ex padrone di Hollywood dovrà comparire in tribunale per rispondere di cinque capi d’accusa. Quasi 100 sono le donne che lo accusano
"Non pagherò per cosa non ho fatto"
"Non pagherò per cosa non ho fatto"
Un sorridente Kevin Spacey sotto scorta in Tribunale per difendersi dalle accuse di molestie sessuali verso un cameriere di Nantucket. Si dichiara "innocente" ma rischia cinque anni di carcere
Spacey obbligato a presentarsi in Tribunale
Spacey obbligato a presentarsi in Tribunale
L'attore, accusato di avere aggredito sessualmente un 18enne a Nantucket nel 2016, aveva chiesto ai giudici di non comparire durante il processo. Richiesta respinta
Kevin Spacey predatore, spunta un video
Kevin Spacey predatore, spunta un video
L'attore avrebbe pesantemente molestato un cameriere 18enne, cercando di convincerlo a seguirlo in albergo. Ma la vittima era riuscita a filmarlo durante l'aggressione. Fra pochi giorni il via al processo in scena a Boston
Scandalo Profumo, la verità nel 2063
Scandalo Profumo, la verità nel 2063
Il governo inglese ha blindato le carte del più clamoroso scandalo sessuale della sua storia, quando si scoprì la relazione tra il ministro Profumo e la 19enne Christine Keeler, amante anche di una spia Urss. L'ex premier Major sa tutto
Kevin Spacey a giudizio per aggressione
Kevin Spacey a giudizio per aggressione
Dovrà rispondere davanti ad un tribunale del Massachusetts di molestie sessuali ai danni di un attore ai tempi minorenne. Ma per la prima volta, l’attore premio Oscar tenta di difendersi con un breve video
9,5 milioni di dollari per molestie
9,5 milioni di dollari per molestie
L’attrice Eliza Dushku ha messo alle corde il canale CBS ottenendo un risarcimento record: era stata esclusa dal cast di un telefilm dopo aver rifiutato le avances di un collega
Sexy-Marescialla, l'ora della rivincita
Sexy-Marescialla, l
Indagata l'ex amica pornostar, avrebbe diffuso le foto private della carabinieri senza url suo consenso. Lei respinge le accuse, "erano foto pubbliche", sostiene Samantha Brega