“Lasciamo che gli uomini facciano gli uomini”

| Catherine Deneuve e altre 100 donne firmano una sorta di manifesto in cui si dicono preoccupate: non costringiamo i maschi ad aver paura di corteggiarci. Sarebbe un errore epocale

+ Miei preferiti
È tempo di dare aria al primo dietrofront, da quando il caso Weinstien è esploso in tutto il mondo, con tutta la sua fragorosa pioggia di lapilli. A guidare le file delle donne preoccupate che i rapporti fra i due sessi cambino radicalmente è Catherine Deneuve che dall’altro dei suoi 75 anni, si mette idealmente a capo di un drappello formato da un centinaio di donne, fra cui la giornalista Elisabeth Lévy, la scrittrice Catherine Robbe-Frillet, l’editrice Joelle Losfeld e l’attrice Ingrid Caven, sono autrici di un editoriale pubblicato sul quotidiano “Le Monde” in cui si dice semplicemente basta, perché di questa situazione non se ne può più: “Lasciate agli uomini il sacrosanto diritto di importunarci”.

“Proteggere le donne – scrive ‘il collettivo’ femminile – non deve incatenare le donne a ruolo di vittime eterne. Il femminismo non è odio verso gli uomini e la loro sessualità. Lo stupro è un crimine, ma il tentativo di ‘rimorchio’ no, così come non può esserlo la galanteria di un corteggiamento”.

Il gruppo, si legge nell’appello lanciato sul quotidiano, si dice preoccupato, perché dopo il caso Weinstein si è assistito ad una legittima presa di coscienza sulle violenze esercitate da troppo tempo sulle donne, “Ma per contro, questa liberazione si è rivoltata fino ad arrivare all’opposto: ci viene intimato di parlare bene e non provocare, e chi rifiuta è vista come complice e traditrice”.

In effetti, la caccia alle streghe scatenata dal caso del produttore hollywoodiano rischia di spalancare le porte ad un’epoca di neo-puritanesimo in cui il maschio, per natura cacciatore, si senta relegato in uno spazio angusto in cui ogni possibile “avances” sia scambiata per tentata violenza, con tanto di sputtanamento mediatico. “Una campagna diffamatoria per niente utile alle donne, ma ai nemici stessi della libertà sessuale, agli estremisti religiosi e a tutti coloro che credono che le donne siano essere umani diversi, che necessitino di essere protette ad ogni costo”.

“Tanti uomini - conclude l’appello controcorrente - sono stati costretti alle dimissioni o ci hanno rimesso la carriera quando tutto ciò che hanno fatto è stato toccare un ginocchio, tentare di rubare un bacio, affrontare argomenti intimi o inviare messaggi a donne per cui quell’attrazione non era reciproca”. Ma questo, come dire, ci sta, fa parte del gioco delle parti da che mondo è mondo. Il resto, è solo una caccia alle streghe.

Sex scandals
"Weinstein morirà cadendo nella vasca da bagno"
"Weinstein morirà cadendo nella vasca da bagno"
La singolare profezia di Anthony Bourdain poco prima di suicidarsi. Il compagno odi Asia Argento auspicava che morisse in cella picchiato a morte ma anche colto da un malore in bagno, solo e con un inutile telefono in mano
"Mai detto alle attrici sesso in cambio di parti"
"Mai detto alle attrici sesso in cambio di parti"
Weinstein fa marcia indietro e il giornalista dello Spectator si scusa: "Forse ho capito male le sue parole". Rischio di una nuova pioggia di querele
Hollywood con Asia: "Sei una sopravvissuta"
Hollywood con Asia: "Sei una sopravvissuta"
Le attrici di #MeToo difendono Asia Argento attaccata sui social dagli haters che ha causano di essere responsabile del suicidio del compagno. Lettera aperta sul Los Angeles Times
Il tesoro segreto dell'ex re di Spagna
Il tesoro segreto dell
Accuse da parte di un ex poliziotto che avrebbe saputo, dalla sua amante Corinna, dell'esistenza di conti esteri manovrati da un broker già sotto inchiesta. Ma non è chiaro e molti i dubbi sull'attendibilità delle "rivelazioni"
Silenzio! Parla Harvey Weinstein
Silenzio! Parla Harvey Weinstein
L'ex produttore che rischia l'ergastolo per le decine di denunce per violenze sessuali di ogni tipo, si difende: "E' vero, ho assunto attrici in cambio di sesso, ma lo fanno tutti e loro erano consenzienti". Accuse ad Asia Argento
Libera la pornostar in lite con Trump
Libera la pornostar in lite con Trump
Stormy Daniels scarcerata su cauzione. Avrebbe consentito ai clienti di un locale dove era in corso un suo sexy-spettacolo di "toccarla", violando una legge dell'Ohio. L'avvocato: "Vendetta politica"
METODO WEINSTEIN
Sorvino accusa di molestie noto regista
METODO WEINSTEIN<br>Sorvino accusa di molestie noto regista
L'attrice rivela di aver subito un ricatto da un regista impegnato politicamente, vincitore di Oscar, che le propose di fare sesso in cambio di una parte. Poi attacca Weinstein: "Ha danneggiato la mia carriera, ecco le conferme"
EFFETTO WEINSTEIN
cronista tv emarginata dopo la denuncia
EFFETTO WEINSTEIN<br> cronista tv emarginata dopo la denuncia
Lauren Sivan, reporter di Fox11, era stata la prima a rivelare un'aggressione di Weinstein particolarmente odiosa, subito dopo lo scoop del NYT. Ma è stata demansionata e isolata dall'azienda
Nuovo arresto per Weinstein
Nuovo arresto per Weinstein
L’ex produttore è tornato in manette davanti ai giudici: nuovamente libero su cauzione, a settembre dovrà presentarsi al primo dei numerosi processi che lo attendono
Miss America in rivolta contro #MeToo
Miss America in rivolta contro #MeToo
La nuova presidente Gretchen Carlson vuole imporre un abito al posto del tradizionale costume da bagno. Decine di candidature annullate