Ron Jeremy, il pornodivo nei guai

| Basso, grasso e peloso per sua stessa ammissione, ma proprio per questo famosissimo, uno dei re dell’hard è stato denunciato per violenza da una fan che voleva farsi autografare il seno

+ Miei preferiti
Nel mondo dell’hard, Ron Jeremy è conosciuto con due soprannomi: “The Hedgehog” e “Baobab man”, il primo significa porcospino, il secondo non ha bisogno di molte spiegazioni, se non di misure: 25 centimetri, ampiamente certificati.

The Hedgehog è un’eccezione: nell’industria del sesso, dove il fisico da macho è il minimo sindacale dei pornodivi, la sua cifra è mantenersi da sempre così come mamma l’ha fatto: “basso, grasso e peloso”. Considerando le 52 pellicole interpretate dal 1980 a oggi, probabilmente ha ragione lui: identificarsi con qualcuno fisicamente più simile al maschio medio, tutto pancia e niente bellezza, è più semplice.

A 63 anni suonati, Roy è ancora un impenitente ragazzone dai modi sbrigativi che nel tempo si è cacciato in qualche pasticcio. Tre sue colleghe, ad esempio, Danica Dane, Jennifer Steel e Jay Taylor, qualche tempo fa avevano svelato qualche abitudine un po’ sopra le righe di Ron: semplici segnalazioni, senza nessuna denuncia. Ma adesso, ha svelato “PasgeSix” in queste ore, la situazione per il porcospino si fa più complicata: a inguaiarlo ci sarebbe una denuncia di violenza sessuale e molestie presentata da una donna di cui sono state diffuse soltanto le iniziali, K.B.

Per di più accuse che non risalirebbero al giurassico, com’è diventata usanza nei meandri del caso Weinstein, ma recenti, addirittura avvenute lo scorso anno. K.B. avrebbe avvicinato l’attore per farsi autografare il seno - nulla di vietato, ma certo ben diverso dal chiedere una stretta di mano - e Roy, dopo averla accontentata, ha preferito verificarne di persona la consistenza, ripetendo poi l’operazione sulle natiche per finire l’analisi alle parti intime, dove giocherellando con un dito le avrebbe sussurrato languidamente: “Ti ho fatto venire la pelle d’oca?”.

Qualche mese di pensieri, poi K.B. avrebbe deciso di sporgere denuncia. Ron il porcospino si difende: “Non ho mai violentato nessuno, questo è quello che faccio per vivere. Ma se qualcuno si è sentito a disagio mi dispiace profondamente”.

All’anagrafe Ronald Jeremy Hyatt, newyorkese del Queens, classe 1953, è figlio di un fisico e di una curatrice di progetti editoriali: la pecora nera della famiglia era lo zio, malavitoso ben conosciuto dalla polizia e membro di una banda che aveva avuto rapporti d’affari con il gangster Bugsy Siegel.

Terminati gli studi, Roy trova lavoro come insegnante supplente, fino all’esordio nel mondo del porno, nel 1979, dove si fa conoscere per la curiosa tecnica dell’autofellatio. È l’inizio di una carriera lunghissima che lo porterà a girare film in tutto il mondo, Italia compresa (uno per tutti “Cicciolina e Moana Mondiali”, 1990). Consulente tecnico di pellicole come “9 settimane e mezzo” e “Boogie Nights”, scopritore di talenti, nel 2003 è stato votato come miglior attore porno di tutti i tempi.

Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Foto alle pallavoliste nello spogliatoio: denunciato
Foto alle pallavoliste nello spogliatoio: denunciato
Allenatore 28enne scattava le immagini da un lucernario: sorpreso, è stato denunciato ai carabinieri. Subito cacciato dalla società di Carpi
Scusi, lei è un pedofilo? E Michael Jackson se la ride
Scusi, lei è un pedofilo? E Michael Jackson se la ride
Spunta dagli archivi di uno studio legale un video di 3 ore dove per la prima e unica volta il Re del Pop viene interrogato sugli abusi sessuali. Nervoso ed evasivo, si paragonò a Gesù
Sesso sull'auto-pattuglia, agente e prof licenziati
Sesso sull
Il vice-sceriffo di Indian River aveva dato un passaggio all'insegnante dopo una partita tra studenti ma aveva lasciato una traccia sul sedile dell'auto. I colleghi hanno scoperto che il Dna era il suo. "E' cioccolato bianco", si era difeso
Inizia a maggio il processo a Weinstein
Inizia a maggio il processo a Weinstein
Il 6 maggio, l’ex padrone di Hollywood dovrà comparire in tribunale per rispondere di cinque capi d’accusa. Quasi 100 sono le donne che lo accusano
"Non pagherò per cosa non ho fatto"
"Non pagherò per cosa non ho fatto"
Un sorridente Kevin Spacey sotto scorta in Tribunale per difendersi dalle accuse di molestie sessuali verso un cameriere di Nantucket. Si dichiara "innocente" ma rischia cinque anni di carcere
Spacey obbligato a presentarsi in Tribunale
Spacey obbligato a presentarsi in Tribunale
L'attore, accusato di avere aggredito sessualmente un 18enne a Nantucket nel 2016, aveva chiesto ai giudici di non comparire durante il processo. Richiesta respinta
Kevin Spacey predatore, spunta un video
Kevin Spacey predatore, spunta un video
L'attore avrebbe pesantemente molestato un cameriere 18enne, cercando di convincerlo a seguirlo in albergo. Ma la vittima era riuscita a filmarlo durante l'aggressione. Fra pochi giorni il via al processo in scena a Boston
Scandalo Profumo, la verità nel 2063
Scandalo Profumo, la verità nel 2063
Il governo inglese ha blindato le carte del più clamoroso scandalo sessuale della sua storia, quando si scoprì la relazione tra il ministro Profumo e la 19enne Christine Keeler, amante anche di una spia Urss. L'ex premier Major sa tutto
Kevin Spacey a giudizio per aggressione
Kevin Spacey a giudizio per aggressione
Dovrà rispondere davanti ad un tribunale del Massachusetts di molestie sessuali ai danni di un attore ai tempi minorenne. Ma per la prima volta, l’attore premio Oscar tenta di difendersi con un breve video