Mostro Nassar: "Sono stato un bravo medico"

| Nelle pieghe del processo una lettera strappalacrime di Larry Nassar: "Sono stato un bravo medico, vorrei che fosse tenuto in conto". Gelida risposta del giudice: "Significa che lei non è pentito e merita il massimo della pena"

+ Miei preferiti
Di Germano Longo

"Non vale nemmeno la carta su cui è scritto». Così la giudice Rosemarie Aquilina ha rispedito al mittente la richiesta di Larry Nassar, il medico della nazionale statunitense di ginnastica accusato di abusi nei confronti delle atlete, di non assistere alle deposizioni delle ragazze prima della sentenza nei suoi confronti. "Prima degli errori che ho commesso sono stato un bravo medico, vorrei potermi allontanare dal''aula durante le deposizioni delle mie vittime perchè mi provocano un'indicibile sofferenza per il male che ho fatto".

"Per lei può essere dura ascoltare – ha detto la giudice – ma non sarà mai tanto devastante quanto è stato per le sue vittime passare ore nelle sue mani. Ascoltarle per 4 o 5 ore al giorno è nulla considerando le ore di piacere che ha avuto a loro spese, rovinando le loro vite". Terza condanna per Larry Nassar, il medico  che assisteva le ginnaste della nazionale USA: la pena nei suoi confronti va dai 40 ai 125 anni di carcere per aver molestato sessualmente circa 260 ragazze nell’arco di due decenni. A questa vanno aggiunti 60 anni per pedopornografia, condanna inflitta a novembre, e fino a 175 anni per abusi sessuali. Secondo il Washington Post, non si tratta di un caso isolato: oltre 290 allenatori e dirigenti legati alle organizzazioni sportive olimpiche del paese sono stati accusati pubblicamente di condotta sessuale inappropriata dal 1982 a oggi. Una media di otto all’anno.

Randall Margraves che aveva cercato di aggredire Nassar perché aveva molestato le sue due figlie, Madison e Lauren, chiamate a deporre, è stato liberato e nemmeno incriminato. Randall aveva chiesto educatamente al giudice, Janice Cunningham: “Come parte della condanna, vorrei chiedere cinque minuti chiuso in una stanza con questo demonio”. La risposta del giudice no: ma Randalll con un balzo tenta di afferrare Nassar, ma tre agenti lo fermano.



La prossima settimana riprenderanno le udienze, in cui testimonieranno altre 65 ragazze, che si aggiungono alle 160 già ascoltate dal tribunale. Nassar ha 54 anni, non rivedrà mai la luce del sole da uomo libero. Questo è certo,

 
Video
Video
Galleria fotografica
Mostro Nassar: "Sono stato un bravo medico" - immagine 1
Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Nuova accusa di stupro per Weinstein
Nuova accusa di stupro per Weinstein
La Corte Suprema di Los Angeles al lavoro per la nuova denuncia presentata dall’attrice Paz de la Huerta, dopo che la polizia di New York era pronta ad archiviare il caso
"Rain man è un predatore sessuale"
"Rain man è un predatore sessuale"
Altre quattro donne accusano Dustin Hoffman di aggressioni sessuali. La scrittrice Cori Thomas rivela di essere stata abusata quando aveva 16 anni nel 1980. "E' stato orribile, era molto violento, ha rovinato tante persone"
Almeno 1.000 donne vittime di Weinstein
Almeno 1.000 donne vittime di Weinstein
Un calcolo messo insieme facilmente dall’avvocato che difende i diritti di una class-action contro le violenze dell’ex re mida di Hollywood. Sotto accusa anche il fratello Bob, che sapeva da lungo tempo
Weinstein, tra le prede anche una 16enne
Weinstein, tra le prede anche una 16enne
Jane Doe costretta del 2002 a "toccare" il produttore che voleva lanciarla nel mondo del cinema. Prima la festa, poi un invito a casa. La modella da allora vittima di depressione per gli abusi subiti. Lui: "tutto falso"
Google #MeToo, decine di casi di molestie sessuali
Google #MeToo, decine di casi di molestie sessuali
I dipendenti delle sedi di tutto il mondo in strada contro ricatti e abusi sessuali. Il Ceo Pichar dà ragione a loro: "Bene la protesta, da noi ora tolleranza zero". Ma gli stipendi al femminile sono più bassi
Nel sex scandal arriva anche Google
Nel sex scandal arriva anche Google
Il colosso informatico californiano al centro di un’inchiesta del New York Times. Sotto accusa il padre del sistema Android, protetto per diverso tempo dai vertici aziendali e liquidato con una somma record
Sir Philip Green è il Weinstein britannico
Sir Philip Green è il Weinstein britannico
Nonostante l'ingiunzione del silenzio imposta da un Tribunale, un ex ministro Labour ha rivelato il nome del noto manager in Parlamento. Scoppia così il #MeToo inglese. Già 5 le denunce di dipendenti molestate. Lui nega
Lo scandalo sessuale
che non può essere rivelato
Lo scandalo sessuale<br>che non può essere rivelato
Ne ha parlato il quotidiano inglese The Telegraph, accusando i giudici di aver imbavagliato la stampa. L’uomo d’affari al centro di un’inchiesta avrebbe comprato il silenzio e delle sue vittime abusando dei contratti di non divulgazione
Cade una delle accusatrici di Weinstein
Cade una delle accusatrici di Weinstein
Lucia Evans, ex attrice, era stata fra le protagoniste dei racconti del “New Yorker”: secondo la polizia si è trattato di rapporti consensuali