Chi è Luca Traini, il "giustiziere" nel nome di Pamela

| "Vado a sparare ai neri", aveva detto agli amici del bar. Raid folle lungo le strade di Macerata. Aveva frequentato Casa Pound. Alle elezioni amministrative si era candidato con la Lega Nord. Zero preferenze

+ Miei preferiti

Vado a sparare ai neri”. Luca Traini, il ventottenne che ha mandato in tilt la sua città sparando da una alfa 147 a persone di colore, era premeditato. Nel 2017 Traini si era candidato per la Lega Nord alle comunali di Corridonia, ottenendo zero preferenze, in passato è stato vicino a Forza Nuova e Casa Pound: “Direi che da una decina d’anni era diventato così, prima aiutava il prossimo, era un buono – ha rivelato Francesco Clerico, titolare della palestra Robbys  che in passato è stato obbligato a cacciare Traini dalla sua struttura – gli hanno inculcato idee sbagliate, è cambiato. Non ci aveva mai dato problemi in palestra. Aveva anche amici di colore. Ho provato tante volte a farlo ragionare. Chi si aspettava questo? Era andato in cura da uno psichiatra, che a quanto diceva lo aveva giudicato ‘border line’. Aveva una situazione familiare disastrosa: il padre se n’era andato quando era piccolo e la madre, anche lei con grossi problemi, lo aveva cacciato più di recente”. Sei i feriti, alcuni proiettili sono stati sparati anche in direzione della sede del Partito Democratico, fino all’arrivo nei pressi del Monumento ai Caduti, dove la sua folle corsa è terminata con l’arresto da parte delle forze dell’ordine, ma non prima di indossare il tricolore sulle spalle e rivolgere il saluto fascista ai carabinieri.

LA CRONACA DI IERI

Attimi di panico a Macerata: questa mattina, intorno alle 11, da un’auto lanciata a folle corsa per le vie della città sono stati esplosi numerosi colpi d’arma da fuoco all’indirizzo di extracomunitari. Dopo una caccia all'uomo e diversi posti di blocco, l'uomo è stato bloccato in piazza della Vittoria, di fronte al Monumento ai Caduti: ha fermato l'auto, è sceso e prima di essere bloccato dalle forze dell'ordine ha sventolato la bandiera italiana seguita dal saluto fascista, senza opporre alcuna resistenza. Identificato, si chiama Luca Traini, 28 anni, incensurato, originario di Tolentino, era stato candidato nelle liste della Lega Nord alle comunali di Corridonia. Recuperata anche la pistola. Una follle reazione dopo la tragica morte di Pamela, seguita ad alcune minacce e commenti razzisti comparsi sul profilo Facebook della madre della ragazza. Sei le persone ferite, in corso Cairoli, via Velini e via Spalato. Il sindaco della città, Romano Carancini, ha invitato la cittadinanza attraverso i social: “Restate in casa fino a nuova comunicazione”. Il premier Gentiloni ha seguito gli sviluppi della vicenda da Palazzo Chigi, restando a stretto contatto con il Ministro Minniti e il capo della polizia Gabrielli.

Solo dopo che l'uomo è stato assicuratio alla giustizia, il sindaco ha dichiarato il cessate allarme: "Rientrata la situazione di pericolo: l'uomo che girava armato per la città è stato arrestato".

Italia
La Shoah, non c'erano solo i nazisti
La Shoah, non c
Il vicepresidente del Lazio Massimiliano Smeriglio su Facebook: "Collaborarono anche i fascisti italiani, genocidio una colpa collettiva"
Lei non vuole fare sesso, lui chiede il divorzio
Lei non vuole fare sesso, lui chiede il divorzio
Se non fosse stato per questo dettaglio, forse nessuno si sarebbe accorto della truffa intentata da una donna ai danni di un anziano, circuito e sposato per ereditare tutto
#spariamoasalvini
MIGLIAIA DI LIKE
#spariamoasalvini<br>MIGLIAIA DI LIKE
ESCLUSIVO Continuano gli attentati anarchici contro la Lega, insulti e minacce di morte a Matteo Salvini, nel mirino dell'Anti-terrorismo l'area informale e simpatizzanti delle Br
La bomboniera pistola: gadget per mafiosi
La bomboniera pistola: gadget per mafiosi
Un consigliere regionale napoletano ha svelato la novità di un’azienda specializzata in bomboniere. “Segnale preoccupante per la società”
Gommone con 70 profughi sbarco a Lampedusa
Gommone con 70 profughi sbarco a Lampedusa
Malta non ha mezzi, interviene l'Italia. In arrivo solo la nave Ong "Mare Jonio". Il gommone era al largo dell'isola di Lampedusa, Guardia Costiera in soccorso.
"Così hanno ucciso Stefano Cucchi"
"Così hanno ucciso Stefano Cucchi"
La redazione di Ism pubblica integralmente uno dei verbali firmati dal carabiniere Francesco Tedesco che, dopo nove anni, ha raccontato cosa è avvenuto nella caserma Casilina dopo il fermo
Miriana Trevisan rinviata a giudizio per diffamazione
Miriana Trevisan rinviata a giudizio per diffamazione
La showgirl deve rispondere delle accuse lanciate al produttore Massiliano Caroletti, che l’avrebbe molestata ridimensionando il suo ruolo in un film dopo il rifiuto
Bimbi e ragazzi, sempre più vittime di reati
Bimbi e ragazzi, sempre più vittime di reati
Aumentano le denunce in cui vengono presi di mira i giovanissimi. Al primo posto i maltrattamenti in famiglia, poi violenze sessuali e detenzione di materiale pedo-pornografico
Sanità, il libro nero degli sprechi
Sanità, il libro nero degli sprechi
Su 6 miliardi di spesa, secondo uno studio Anac, se ne potrebbe risparmiare almeno 1 uniformando gli acquisti da fornitori comuni. I maggiori sprechi al Sud ma disfunzioni anche al Nord
"Attacchi cyber, ultima frontiera del male"
"Attacchi cyber, ultima frontiera del male"
ESCLUSIVO. Angelo Tofalo, 37 anni, pentastellato, ingegnere e sottosegretario alla Difesa spiega i nuovi scenari del conflitto globale. Gli attacchi alla rete fanno ormai parte delle strategie militari ostili. Come difendersi