Alle Olimpiadi, di nascosto

| Ha ambizioni olimpiche, uno dei più antichi, semplici e divertenti giochi per bambini di ogni tempo: il nascondino. C'è chi ci crede talmente da organizzare, ogni anno, il Campionato del Mondo

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Bei tempi: bastava un albero, o un angolo, qualcuno che contasse e tutti gli altri a cercare di nascondersi per non essere trovati. Si chiama nascondino ed è un gioco che hanno fatto tutti: non ha bisogno di attrezzature, le regole sono pochissime e basta essere in due, anche se più si è, e più divertente diventa. Un passatempo antico forse quanto il mondo, quando nascondersi voleva dire sopravvivere a un nemico o un animale in caccia, che nel XVII secolo era di gran moda nei parchi delle aristocratiche corti europee di Francia, Italia e Spagna, perché chissà con chi finivi per dividere il nascondiglio e che succedeva da lì in poi. Un fine studioso giapponese, Yasuo Hazaki, professore di Media Studies alla "Josai International University" di Tokyo, forse non avendo molto altro a cui pensare è arrivato perfino a studiare Nascondino in ogni dettaglio, giungendo alla conclusione che servono grande intuito, buone dosi di strategia, equilibrio e velocità.

Ma nessuno avrebbe mai immaginato che proprio il gioco da giardino più popolare nei giardini pubblici avesse un numero di seguaci così nutrito da trasformare tutto in un'ambizione e un sogno: finire nel novero delle discipline delle Olimpiadi di Tokyo, quelle del 2020. Non un'idea buttata lì, tanto per vedere che fa, ma una vera e propria escalation di interessi nata nel corso delle varie edizioni del "Campionato del Mondo di Nascondino", giunto alla settima edizione e ospitato lo scorso settembre a Consonno, in provincia di Lecco. Due giorni di gara in cui 80 squadre formate da 5 giocatori ciascuna si sono sfidate fra i boschi di un paese fantasma, in mezzo ad alberi, cespugli e anfratti artificiali sistemati dagli organizzatori, da affrontare con l'obiettivo di vincere l'ambito premio finale, il "Fico d'Oro". E in mezzo, una voce di corridoio che sembra aprire qualche spiraglio alla speranza: l'interesse del Comitato Olimpico ad aprire le porte al Nascondino, almeno inizialmente come sport dimostrativo.

Non resta che sognare ad occhi aperti che un giorno, messi da parte gli dei della pedata, l'Italia si inorgoglisca di fronte ad una formazione che sarà capace di conquistare l'oro olimpico, con le immagini di un'atleta - destinate alla storia - nel momento in cui a squarciagola urlerà "Liberi tutti".

Italia
Quando su divorzio e aborto, il popolo era sovrano
Quando su divorzio e aborto, il popolo era sovrano
Il primo referendum in Italia risale al 1946 ma è dagli anni 70 che, con una lunga serie di quesiti abrogativi, sempre più spesso si ricorre a questo strumento elettorale. La disaffezione dei cittadini negli ultimi anni
Alitalia, proroga della cassa integrazione
Alitalia, proroga della cassa integrazione
Altri sei mesi, dal 24 marzo al 23 settembre, per 830 dipendenti della compagnia aerea di bandiera italiana. Sindacati alzano il livello di attenzione
Torino, il gelato No-ZTL
Torino, il gelato No-ZTL
Il gusto del tutto inedito è una delle sorprese di “Gelato a Primavera”, manifestazione per promuovere l’arte della gelateria cittadina. Ma anche per esprimere disappunto sui progetti della giunta Appendino
Ousseynou Sy, un giorno di ordinaria follia
Ousseynou Sy, un giorno di ordinaria follia
L’autista che ieri ha sequestrato e minacciato di morte 51 ragazzini delle medie accusato di tentata strage e terrorismo, anche se non sembra abbia legami con gruppi. Un uomo normale, perfettamente inserito
Chiusa l’inchiesta sui depistaggi del caso Cucchi
Chiusa l’inchiesta sui depistaggi del caso Cucchi
Otto ufficiali dei carabinieri accusati di vari reati, fra cui la manomissione della nota sullo stato di salute del giovane geometra romano. Soddisfazione della sorella Ilaria
Grillo (la ministra) e grillini NI VAX
Grillo (la ministra) e grillini NI VAX
Oggi in vigore la legge Lorenzin che impone l'obbligo dei vaccini a scolari e studenti, ma Grillo minaccia una nuova legge all'insegna "della scelta senza imposizioni". Puoi ammette: "C'è un'epidemia di morbillo"
La Tav è morta, viva la Tav
La Tav è morta, viva la Tav
Si rimanda a data da destinarsi, come da prassi, vietando a Telt di bloccare i capitolati di gara ma al tempo stesso autorizzandola a emettere avvisi per 2,3 miliardi di euro
Donne, quanto cammino ancora da fare
Donne, quanto cammino ancora da fare
Oggi la giornata dedicata alle donne, tempo di bilanci. Intervista al giurista Vincenzo Maltese. Dai conflitti familiari alle violenze di genere. Ancora discriminazioni
Elezioni Vercelli, l'ora del 'Lone Ranger'
Elezioni Vercelli, l
Luca Pedrale, candidato per una lista civica, ha commissionato un sondaggio alla Ghisleri con un risultato sorprendente: sbaraglierebbe gli avversati di tutte le formazioni. Scenari possibili anche a livello nazionale?
TAV, CONTE FA L'ARBITRO
TAV, CONTE FA L
Mentre a Roma Conte riunisce i suoi vice per un vertice (“non risolutivo”) sull’Alta Velocità, la Torino che vuole la Tav fa sentire la propria voce. Intervista a Fabrizio Ricca della Lega e Mino Giachino, promotore dei comitati Sì Tav