Cantare in auto, una mano santa

| Riduce lo stress, aumenta la produzione di endorfine e il livello del buon umore. Lo dicono alcune ricerche scientifiche e lo conferma Nissan, che ha sondato fra le abitudini degli italiani

+ Miei preferiti
Su, dai: alzi la mano chi non ha mai cantato in macchina. Magari in autostrada, e meglio ancora se da soli, ma cantare nel chiuso dell’abitacolo è una di quelle tentazioni irresistibili che accomuna il genere umano, in una playlist ideale che va da “Grazie dei fiori” a “Despacito”. Dipende dai gusti.

Bene, secondo un paio di indagini divulgate proprio in questi giorni, la prima pubblicata sulle serissime pagine di “Frontiers in Psychology” e l’altra su quelle altrettanto prestigiose del “Journal of Behavioral Medicine”, cantare in auto fa bene, riduce lo stress, aumenta la sensazione di buon umore e provoca nell’organismo effetti che potrebbero addirittura essere paragonabili al rilassamento dello Yoga. Lo conferma un'altra indagine, realizzata dall’Università di Goteborg, in Svezia, che conferma la teoria: cantare aumenta la produzione di endorfine e ossitocina.

Da qui nasce un’altra iniziativa, questa volta firmata “Nissan” e creata per accompagnare il lancio sul mercato di una “Micra” pensata per le “ugole da città”, dotata di un un potente impianto Bose. A 2.500 italiani fra i 20 ed i 55 anni, interpellati via web, è stata chiesta l’opinione sull’abitudine di cantare in macchina. I risultati sono sorprendenti: per quasi un italiano su due, il 49%, cantare in macchina significa ritrovare il buon umore, per il 46% allenta lo stress e per il 38% aiuta non poco ad affrontare il traffico. Potendo, meglio cantare in compagnia (25%), anche se il 21% ammette l’esibizione solista.

Due parole sui generi, che vanno dalle hit più recenti (25%) ai classici del rock (23%), seguiti da hip-hop e rap a dividersi il 19%.

L’ultima nota sull’atteggiamento: solo il 16% preferisce limitare la performance a quando è in marcia, evitando di farlo durante le soste, mentre tutti gli altri se ne infischiano bellamente degli sguardi che arrivano dalle altre auto.

Italia
“4 ristoranti” e una polemica rovente
“4 ristoranti” e una polemica rovente
Il titolare della Gourmetteria di Padova non ci sta: dopo la messa in onda della puntata in cui è arrivato ultimo, l’immagine del suo locale ne è uscita compromessa
Roma infiltrata da tutte le mafie
Roma infiltrata da tutte le mafie
Allarme dalla relazione della Dia. Cosche calabresi, campane, il clan dei Catatonica al centro delle indagini con arresti e sequestri imponenti di beni. Fenomeno "Grave e radicato"
Bertolaso di nuovo assolto
Bertolaso di nuovo assolto
L'ex capo della Protezione Civile nel processo Commissioni Grandi Rischi non aveva sottovaluto il rischio sismico. Condannato solo il suo vice. Parte civile delusa: "Assolto con formula dubitativa"
Anno dei record, caldo e piogge torrenziali
Anno dei record, caldo e piogge torrenziali
Più 1,40 gradi rispetto alla media storica dal 1800 a oggi. Ma i cambiamenti climatici hanno portato anche a fortissime precipitazioni, grandine e tempeste di vento. Con gravi danni all'agricoltura. I dati di Coldiretti
Msf: "Morti 600 naufraghi in un mese"
Msf: "Morti 600 naufraghi in un mese"
Dopo il blocco delle navi Ong, nel Mediterraneo sono morte 600 persone in un mese, compresi bambini e donne. Lo afferma Medici senza frontiere in base ai rapporti Onu
Gli operai di Melfi contro Ronaldo
Gli operai di Melfi contro Ronaldo
Tre giorni di protesta negli stabilimenti in Molise, per contestare la cifra spesa dalla Juventus per acquistare il fuoriclasse portoghese, “In un momento che l’azienda definisce difficile e senza che all’orizzonte si vedano nuovi modelli"
Le app-spia che tracciano vita e abitudini
Le app-spia che tracciano vita e abitudini
Dopo Strava nel mirino anche Polar. In teoria servono per gestire le attività sportive, ma in teoria possono rivelare dettagli importanti e dati sensibili. Tracciati soprattutto militari che prestano servizio nelle basi Nato
Cinquanta sfumature di Noir
Cinquanta sfumature di Noir
Quarta edizione per il seguitissimo Festival AG Noir di Andora, che ogni anno propone un programma fittissimo di incontri con autori e addetti ai lavori. Premiato il volume di Fabio Federici e Alessandro Meluzzi
A Bolzano gli stipendi più alti
A Bolzano gli stipendi più alti
Salario medio attorno ai 1500 euro, il già basso a Ragusa con 1059. Bene Varese e Bologna. Sud in crisi, ok Benevento
Francesco ribalta la chiesa cilena
Francesco ribalta la chiesa cilena
Dimessi altri due vescovi legati al pedofilo Fernado Karadima. I prelati non sarebbero intervenuti in tempo per denunciare gli abusi