Chi voleva incastrare Roger Rabbit-Renzi?

| Le chat tra gli ufficiali del Noe di Napoli e gli investigatori creano un profondo sconcerto. Volevano intercettare anche il comandante generale Del Sette

+ Miei preferiti
"Se è vero, come sembra, quel che è accaduto all'interno dell'Arma, a Napoli, con i depistaggi Noe è arrivato il momento di fermarci e di fare una riflessione". I servizi dei media mainstream rimbalzano da una chat all'altra di centinaia di investigatori italiani. Viene fuori un quadro sconcertante. Due ufficiali del Noe stanno lavorando sulle intercettazioni del caso Consip. Vengono informati che in una trascrizione c'è Renzi che incontra l'imprenditore Romeo, ora in carcere, per la corruzione legata a Consip, ancora presunta. Vogliono, anzi vorrebbero che questo Renzi, Tiziano non Matteo, vada in carcere. Per andarci, però, deve avere a tutti costi avuto contatti con Romeo. Ma la trascrizione, riportata fedelmente dai carabinieri di quel reparto, dice un'altra cosa. A parlare è Italo Bocchino, coinvolto in qualche modo nell'inchiesta e parla di un incontro politico con Renzi. Matteo, non Tiziano. Babbo Renzi non c'entra un tubo, anche se resta indagato per "traffico di influenze". Questi due ufficiali sembrano ignorare del tutto la realtà della trascrizione e premono per l'altra versione; non hanno fiducia nei loro superiori lassù, al comando generale. Vorrebbero intercettare pure il generale Tullio Del Sette, nel segreto del suo ufficio. Quando il falso viene scoperto, si giustificano così: troppo lavoro, confusione nell'ascoltare i nastri, è stato un errore. Ma le chat di uno dei due con i suoi sottoposti lo smentiscono.
Chi trascriveva aveva correttamente ricostruito quella conversazione che andava in direzione opposto ai desideri dei suoi responsabili i quali inserivano nell'informativa finale il testo, diciamo, sbagliato. Un velo di silenzio cade sulla procura di Napoli, e ci si interroga qual'è il senso di una condotta anche ingenua, poichè nel corso dei vari accertamenti di quanto contenuto nelle carte, prima o poi l'errore sarebbe stato scoperto. Allora? Che senso ha la frase "dobbiamo arrestare Tiziano Renzi"? Dobbiamo? Cosa nasconde l'inchiesta di Napoli che, con il trascorrere dei mesi, assume contorni sempre più confusi e inquietanti? Il Noe dei carabinieri di Napoli che ha svolto la funzione di polizia giudiziaria sembrava muoversi su linee autonome, come un corpo di polizia a se stante, con un obiettivo politico da raggiungere. C'è sconcerto tra i carabinieri, adesso. Si domandano perché i pm si sono rivolti a un reparto le cui competenze dovrebbero limitarsi alle questioni ambientali, mentre il tipo di indagini legate a Consip richiederebbero invece la professionalità e il rigore dei reparti operativi dell'Arma, e anche dei Ros. Cosa veramente è successo lo sapremo quando la procura di Roma avrà concluso le indagini. Ma quanto è trapelato sinora getta una luce sinistra su un'indagine su un colossale appalto pubblico che stava per essere oggetto di manovre - pare - correttive. Ma questa è un'altra storia. 


Italia
Lei non vuole fare sesso, lui chiede il divorzio
Lei non vuole fare sesso, lui chiede il divorzio
Se non fosse stato per questo dettaglio, forse nessuno si sarebbe accorto della truffa intentata da una donna ai danni di un anziano, circuito e sposato per ereditare tutto
#spariamoasalvini
MIGLIAIA DI LIKE
#spariamoasalvini<br>MIGLIAIA DI LIKE
ESCLUSIVO Continuano gli attentati anarchici contro la Lega, insulti e minacce di morte a Matteo Salvini, nel mirino dell'Anti-terrorismo l'area informale e simpatizzanti delle Br
La bomboniera pistola: gadget per mafiosi
La bomboniera pistola: gadget per mafiosi
Un consigliere regionale napoletano ha svelato la novità di un’azienda specializzata in bomboniere. “Segnale preoccupante per la società”
Gommone con 70 profughi sbarco a Lampedusa
Gommone con 70 profughi sbarco a Lampedusa
Malta non ha mezzi, interviene l'Italia. In arrivo solo la nave Ong "Mare Jonio". Il gommone era al largo dell'isola di Lampedusa, Guardia Costiera in soccorso.
"Così hanno ucciso Stefano Cucchi"
"Così hanno ucciso Stefano Cucchi"
La redazione di Ism pubblica integralmente uno dei verbali firmati dal carabiniere Francesco Tedesco che, dopo nove anni, ha raccontato cosa è avvenuto nella caserma Casilina dopo il fermo
Miriana Trevisan rinviata a giudizio per diffamazione
Miriana Trevisan rinviata a giudizio per diffamazione
La showgirl deve rispondere delle accuse lanciate al produttore Massiliano Caroletti, che l’avrebbe molestata ridimensionando il suo ruolo in un film dopo il rifiuto
Bimbi e ragazzi, sempre più vittime di reati
Bimbi e ragazzi, sempre più vittime di reati
Aumentano le denunce in cui vengono presi di mira i giovanissimi. Al primo posto i maltrattamenti in famiglia, poi violenze sessuali e detenzione di materiale pedo-pornografico
Sanità, il libro nero degli sprechi
Sanità, il libro nero degli sprechi
Su 6 miliardi di spesa, secondo uno studio Anac, se ne potrebbe risparmiare almeno 1 uniformando gli acquisti da fornitori comuni. I maggiori sprechi al Sud ma disfunzioni anche al Nord
"Attacchi cyber, ultima frontiera del male"
"Attacchi cyber, ultima frontiera del male"
ESCLUSIVO. Angelo Tofalo, 37 anni, pentastellato, ingegnere e sottosegretario alla Difesa spiega i nuovi scenari del conflitto globale. Gli attacchi alla rete fanno ormai parte delle strategie militari ostili. Come difendersi
Telefono Rosa, no ai soldi di Corona
Telefono Rosa, no ai soldi di Corona
Il fotografo aveva annunciato di avere donato abbonamenti di una palestra di Piacenza per 2 mila euro, la presidente taglia corto: "Non li accettiamo"