Con la truffa del “ping call” addio al credito telefonico

| I consigli della Polizia: "Mai richiamare numeri con prefisso moldavo (+373). Si rischia di ritrovarsi un nuovo contratto o di vedere prosciugato il credito o i minuti di abbonamento"

+ Miei preferiti
di Piero Abrate

Torna la truffa con il prefisso telefonico moldavo, il +373, attuata nel nostro Paese sin dal 2014. La pratica, battezzata “ping call”: le persone ricevono una telefonata da un numero con il prefisso moldavo, rispondono e sentono riattaccare la cornetta. Molti utenti lasciano perdere, temendo una fregatura, mentre c’è chi incuriosito richiama, venendo dirottato su altri numeri. Il più delle volte non ci sono persone fisiche dietro la cornetta, ma software che compongono numerazioni a caso o rubriche telefoniche comprate sul web in maniera illegale. 

Proprio in questi giorni alla Polizia postale sono giunte altre centinaia di segnalazioni. L’invito è stato quello di copiare i numeri sospetti e comunicarli alle forze dell’ordine in modo che si possano perfezionare le indagini.

«Parliamo di una truffa sempreverde - spiegano i funzionari di Polizia - sulla quale indaghiamo sempre, purtroppo con molte difficoltà perché i truffatori agiscono dall’estero e sono tecnologicamente molto evoluti. Per difendersi allora è necessario conoscere il modo in cui la truffa viene messa in atto: si riceve uno squillo sul cellulare, uno solo, da un numero con prefisso +373 o altro ma sempre estero, poi la chiamata viene interrotta. Chi vede la chiamata senza risposta, il più delle volte prova a richiamare e inizia il raggiro. Chi chiama viene dirottato su numeri e opzioni che portano a sottoscrivere un nuovo abbonamento telefonico, il tutto senza chiedere autorizzazioni e consensi. A volte basta richiamare il numero e anche senza ricevere risposta, si entra in un circuito di collegamento internazionale che prosciuga ricariche e minuti di abbonamento, perché senza saperlo si va su una linea a pagamento con costi che vanno da 1 euro e un euro e 50 ogni dieci secondi. Le chiamate arrivano in genere di sera, tra le 18.30 e le 20.30 quando la maggior parte delle persone è più libera dal lavoro e più propensa a richiamare. Che è la cosa da evitare assolutamente. Se vi capita, l’unico consiglio che possiamo dare è quello di denunciare subito il fatto in modo di poter raccogliere quanti più elementi sul caso».

 

Italia
castigato dai giudici'>L'ex nunzio ultra-moralizzatore
castigato dai giudici
Lcastigato dai giudici' class='article_img2'>
L'arcivescovo Carlo Maria Viganò,il severo accusatore di Papa Francesco, condannato in primo grado a versare metà dell'eredità al fratello don Lorenzo, pure disabile. Storia di fratelli-coltelli finita in Tribunale. Somme ingenti
40000 contro Di Maio e Toninelli
40000 contro Di Maio e Toninelli
La rivolta gentile, senza odio e minacce, senza i teppisti dei centri sociali, scuote l'anima di Torino. Migliaia di cittadini, anche con la Lega, in piazza Castello, per salvare la Tav da grillini e ideologi del NO
La rivolta pacifica contro la decrescita infelice
La rivolta pacifica contro la decrescita infelice
La manifestazione oggi in piazza Castello (ore 11) a Torino, di fronte alla Regione con tutte le categorie produttive e sindacali del Piemonte per salvare l'Alta Velocità dal trio Di Maio-Toninelli-Grillo
Milano, bus al posto dei treni vuoti
Milano, bus al posto dei treni vuoti
Proposta choc di Trenord alla Regione Lombardia: eliminare le linee con pochi passeggeri. Penalizzate le piccole comunità. "Riguarda solo l'1% degli utenti, un modo per risparmiare"
Il sacrificio di Lele e la memoria corta
Il sacrificio di Lele e la memoria corta
Mentre infuria il caso Cucchi, muore intanto un altro carabiniere in servizio, travolto da un treno. Doveva arrestare un rapinatore che cercava di fuggire. E sullo sfondo la scarsa attenzione dello Stato nei confronti dell'Arma
Il gran finale della black week di Anonymous
Il gran finale della black week di Anonymous
Violati i sistemi di sicurezza informatica di enti pubblici e partiti politici, diffusi migliaia di dati sensibili di dipendenti e tesserati. La conclusione della settimana nera promessa con largo anticipo
Prescrizione, governo ancora in affanno
Prescrizione, governo ancora in affanno
Il ministro grillino Bonafede non "arretra di un millimetro" ma Salvini insiste: "Le riforme non si fanno con gli emendamenti"
Catanzaro e Vibo Valentia, sfonda il centro-destra
Catanzaro e Vibo Valentia, sfonda il centro-destra
Abramo e Solano sono i nuovi presidenti delle Province. Battuti i candidati Dem. Grillini non pervenuti
Torna a casa Cesare Battisti, in Italia ti aspetta il carcere
Torna a casa Cesare Battisti, in Italia ti aspetta il carcere
In Brasile Bolsonaro, con il suo programma di estrema destra, è stato eletto con il 55% dei voti. Ha promesso che concederà immediatamente l'estradizione dell'ex terrorista rosso, condannato all'ergastolo
"A Predappio apologia di fascismo"
"A Predappio apologia di fascismo"
Antifascisti contro le celebrazioni della Marcia su Roma a Predappio, dove nacque il capo del fascismo. Oltre 2 mila persone hanno portato in corteo una bandiera tricolore nella cripta dove riposa Mussolini