Dei delitti e delle pinne

| Terza edizione di un festival noir a pochi passi dal mare. Tra gli ospiti della prima serata Alessandro Meluzzi, il colonello Federici e il cronista Massimo Numa

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Ma chi l'ha detto che in vacanza nessuno ha voglia di pensare, riflettere e capire? Si può tranquillamente passare l'intera giornata sotto l'ombrellone e la sera concedersi una botta di cultura, che di questi tempi non guasta mai. A dimostrarlo c'è un evento che ha tenuto banco nel week end fra venerdì 8 e domenica 9 ad Andora, una delle tante località della riviera ligure meta di turisti e villeggianti: il Festival Ag Noir", terza edizione di una rassegna nata per volontà di Andrea G. Pinketts, scrittore e giallista milanese.

Tre giorni, in cui nella storica cornice dei giardini di Palazzo Tagliaferro, dimora nobiliare del XVIII secolo per lungo tempo adibita a colonia estiva, si sono alternati aperitivi, incontri, dibattiti, concorsi, mostre, workshop e proiezioni, tutto ovviamente in tinta noir.

Per la serata inaugurale, dopo la premiazione del concorso letterario "AG Noir 2017", un incontro ha attirato la curiosità di molti. Intitolato "Cogito ergo investigo", il momento clou della serata ha avuto come ospiti Alessandro Meluzzi, psichiatra, psicologo e opinionista televisivo, e il colonello dei Carabinieri Fabio Federici, criminologo, medaglia d'argento al Valor Civile, ambedue introdotti da Massimo Numa, firma del quotidiano "La Stampa" e direttore del magazine "TorinoStar". Accanto a loro Andrea G. Pinketts, ideatore e motore dell'evento noir di Andora e la conduttrice Christine Enrile.

I casi mediatici

Ci sono fatti di cronaca, soprattutto delitti, che più di altri conquistano l'opinione pubblica per mesi, trasformandosi in vere saghe infinite dove ogni passo in avanti nelle indagini diventa un colpo di scena. Il delitto di Avetrana, della giovane Sarah Scazzi, il caso Parolisi, il militare condannato per l'omicidio della moglie, l'omicidio di Meredith Kercher, rimasto senza colpevoli e, ancor più di recente, il caso di Elena Ceste e l'omicidio della tabaccaia di Asti. Proprio gli ultimi due casi, grazie alle indagini coordinate dal colonnello dei Carabinieri Fabio Federici, oggi comandante provinciale a Mantova, si sono risolti con la condanna in primo grado a trent'anni di carcere per Michele Buoninconti, marito di Elena Ceste, e altrettanti per Pasqualino Folletto, reo confesso dell'omicidio della tabaccaia astigiana Maria Luisa Fassi, uccisa con 45 fendenti nel luglio del 2015.

Il colonnello Federici si è soffermato sulle tecniche di indagini, sempre più sofisticate, ma soprattutto sulla grande attenzione che le forze dell'ordine prestano al sopralluogo iniziale, il momento in cui è possibile acquisire più indizi. Grandi consensi anche per Alessandro Meluzzi, che ha difeso il principio altamente democratico del processo penale pubblico, anche se questo significa cadere nella voracità dei media.

Per informazioni e programmi: www.agnoir.it

Italia
Condannato il figlio di Giovanni Rana
Condannato il figlio di Giovanni Rana
La Cassazione ha ribadito la condanna al risarcimento di un ex manager omosessuale definito “finocchio” sul posto di lavoro
"Nord Corea 007? Non c'entriamo nulla"
"Nord Corea 007? Non c
La figlia del diplomatico in fuga avrebbe scelto volontariamente di rientrare in patria per "vedere i nonni". Salvini non risponderà alle interrogazioni del
Anche Vasco nella truffa dei diamanti
Anche Vasco nella truffa dei diamanti
Due aziende, con la complicità di cinque banche, truffavano i clienti aumentando il valore dei preziosi
"I miei genitori arrestati, è assurdo"
"I miei genitori arrestati, è assurdo"
Con un lungo post su Facebook, Matteo Renzi commento gli arresti domiciliari per i genitori ultrasettantenni e incensurati. La decisione del gip di Firenze dopo le indagini della Guardia di finanza
TAV bocciata dal dossier costi-benefici
TAV bocciata dal dossier costi-benefici
Come ampiamente previsto, la commissione voluta dal ministro Toninelli ha smontato numeri e previsioni dell'Alta Velocità. Attesa per le reazioni della Francia, della UE e di Salvini, che si è sempre detto favorevole all’opera
Sardegna: la guerra del latte
Sardegna: la guerra del latte
Chiedono un prezzo al litro che gli permetta di sopravvivere: attualmente i 0,60 cent non bastano neanche per coprire le spese. Migliaia di litri di latte di pecora hanno imbiancato le strade dell’isola
Di Maio-Di Battista, disastro in Abruzzo
Di Maio-Di Battista, disastro in Abruzzo
Abruzzo test nazionale, con la Lega che raddoppia i consensi e la coalizione di centro destra vincente. Governatore il senatore Marco Marsilio di Fratelli d'Italia, Tiene Forza Italia. E la sinistra è in forte ripresa
"Bacioni al rosicone Travaglio"
"Bacioni al rosicone Travaglio"
Una vignetta di Mannelli deforma il volto del ministro trasformandolo in una specie di maiale. Ma la vignetta su Toninelli finì prima censurata poi pressoché nascosta. Salvini: "Sempre carini eh? Bacioni ai rosiconi"
Ecco il Sim, il primo sindacato dei carabinieri
Ecco il Sim, il primo sindacato dei carabinieri
Prime adesioni, un brigadiere come segretario, presidente il capitano Ultimo. "Ringraziamo il ministro della Difesa Trenta per l'aiuto". Programma ancora da definire
Di Maio e Di Battista scelgono i violenti
Di Maio e Di Battista scelgono i violenti
Ennesima capriola del Movimento 5stelle che si schiera con i Gilet Jaune che hanno provocato morti e devastazioni nelle città francesi. Alleanza in vista delle Europee. Ma un sondaggio Swg certifica il calo di consensi: dal 4 marzo meno 8%