Donne che aiutano le donne

| Apre a Roma la prima sede italia di “Dress for Success”, associazione no-profit americana che si offre di supportare le donne nella ricerca dell’indipendenza economica: dall’abito giusto al business planning

+ Miei preferiti
Di Germano Longo
La prima impressione, recita un antico adagio, è quella che conta. E certe regole valgono, ancora e sempre, anche nel terzo millennio: ad esempio presentarsi ad un colloquio di lavoro vestiti in modo trasandato, non è un bel modo di iniziare.

Una certezza che vale in ogni angolo del mondo e che nel 1996, a New York, ha spinto Nancy Lubin, ai tempi una semplice studentessa universitaria in cerca di occupazione, a investire i 5.000 dollari regalati dal nonno per creare “Dress for Success”, un’associazione no-profit dalla specializzazione unica: aiutare le donne a raggiungere l’indipendenza economica. Un’idea che nella metà degli anni Novanta, non ancora così martoriati dalla crisi, si è trasformata in un piccolo negozio di abiti usati ma in ottimo stato, da mettere a disposizione delle donne con poche possibilità economiche ma con l’urgente bisogno di trovare l’abito giusto, quello che secondo un altro adagio, “fa il monaco”. E mentre il passaparola diventava virale, Nancy è andata avanti, costruendo pian piano una rete di supporto che fosse in grado di fare da supporto a qualsiasi idea.

Nel tempo, l’associazione si è affinata, partendo dalle semplici questioni di immagine, fino ad espandere il proprio raggio d’azione verso un vero e proprio supporto a 360° alle donne rimaste senza occupazione da più di quattro mesi. Un successo che si è tradotto in 22 sedi in Nord America su 125 totali sparsi in 28 paesi, aperti nel giro di pochissimi anni.

Dress for Success è oggi una vera guida nell’intricato mondo del lavoro che tocca i punti dolenti di qualsiasi ricerca: da quelli pratici come i colloqui, la stesura di un curriculum efficace e il supporto di esperti in financial planning, networking e time management, ad altri più sottili, come ritrovare fiducia in sé stessi. Il tutto partendo ancora dall’idea iniziale di Nancy Lubin: trovare l’abito che più si addice al tipo di sfida o al colloquio da affrontare.

Mancava all’appello solo l’Italia, vuoto che sarà colmato l’8 marzo - data scelta non a caso - quando la prima sede italiana di Dress for Success sarà inaugurata a Roma, in via Casaletto 400, seguita a breve da una seconda apertura a Milano.

E tale e tanto è la eco che accompagna l’apertura della filiale italiana, che molte aziende hanno già donato abiti nuovi che rappresentano il capitale iniziale del centro, mentre sono in fase di ultimazione i corsi di formazione.

Per informazioni: 320.8638625 - https://dressforsuccess.org

Italia
Mense, Lodi costretta al dietro-front
Mense, Lodi costretta al dietro-front
Il Tribunale di Milano ha accolto il ricorso delle associazioni e impone al Comune di modificare il regolamento poiché "discriminatorio" nei confronti dei bimbi stranieri
Dal balcone alla delusione
Dal balcone alla delusione
La retromarcia del governo di fronte alla correzione della manovra richiesta da Bruxelles: un taglio di 7,5 miliardi di euro, con taglie a reddito di cittadinanza e quota 100
Spray urticante nelle scuole, una lunga scia di incoscienza
Spray urticante nelle scuole, una lunga scia di incoscienza
Non sono bastati i morti di piazza San Carlo, a Torino, e neanche quelli della discoteca di Corinaldo, per fermare la bravata di spruzzare spray urticante. Tutti gli episodi delle scuole italiane
Antisemitismo, strappate le pietre d'inciampo
Antisemitismo, strappate le pietre d
Gravissimo gesto, sparite le pietre d'inciampo che ricordano la Shoah a Roma, erano dedicate alla famiglia Di Consiglio, sterminata nei lager. Opera dell'artista Deminig, furono installate nel 2012. Segre: "Le rimetteremo"
No Tav a Torino
fare numeri chiamando rinforzi
No Tav a Torino<br>fare numeri chiamando rinforzi
Non potendo rischiare di essere uno in meno dei Sì Tav, la chiamata a raccolta di chiunque in Italia sia contro qualcosa. Alla fine 100mila per i No Tav, 25mila per i conteggi ufficiali
I tre criminali italiani più ricercati nel mondo
I tre criminali italiani più ricercati nel mondo
Dopo l'arresto del capo dell'ndrangheta Giuseppe Pelle, nella lista dei più ricercati del mondo Matteo Messina Denaro, Giovanni Motisi, Marco De Lauro e Attilio Cubeddu
La selvaggia lottizzazione giallo-verde
La selvaggia lottizzazione giallo-verde
Il ministro della Sanità Giulia Grillo, M5S, caccia anzitempo i componenti non allineati del Consiglio superiore di sanità. Mentre strillano al complotto, il neo-potere occupa tutte le poltrone ancora disponibili. Con effetti deleteri
Lion 610, oggi i funerali di Manuel
 Lion 610, oggi i funerali di Manuel
Aveva 26 anni la vittima italiana morta con altre 188 persone nello schianto del Boeing della compagnia indonesiana. Ultimo saluto nel Duomo di Massa
Le Card? Boh? Saranno 5 milioni e mezzo..."
Le Card? Boh? Saranno 5 milioni e mezzo..."
Altra gaffe del vice-ministro dell'Economia, la grillina Laura Castelli. Di Maio annuncia la stampa di 6 milioni di card per il reddito di cittadinanza, lei non ne sa nulla. Ma chi le stampa? Non si sa
"Salvare i conti dello Stato vuol dire proteggere i più deboli"
"Salvare i conti dello Stato vuol dire proteggere i più deboli"
Intervento di Mattarella sulla situazione del bilancio dello Stato, messo in pericolo dal governo giallo-verde