Ecologista ma anche narcotrafficante, arrestato

| Attivista 57enne di una associazione verde in carcere. Dopo un banale incidente in autostrada la polizia ha scoperto nella sua auto 19 kg di droga. Altro stupefacente nella sua casa di Milano, fermato anche il figlio

+ Miei preferiti

l'associazione animalista, di cui era un dirigente a livello nazionale, lo inviava con frequenza fra in viaggio tra Italia e Spagna. Ma mercoledì è stato arrestato dalla polizia nell'area di servizio Giovi Sud sulla A7 in direzione di Genova per traffico internazionale di stupefacenti.  Il traffico è stato scoperto a causa di un incidente lungo l'autostrada Milano-Genova, vero  il controllo dei documenti e dell'auto da parte della polizia stradale di Genova e per un uomo di 57 anni incensurato, milanese residente in Spagna, attivista di un'associazione ecologista e broker assicurativo è scattato l'arresto per la detenzione di 19 chilogrammi di marijuana e hashish. La droga era nascosta nell'Audi Q2 nera, dentro 11 chili di marijuana in buste sottovuoto e 8 di hashish divisi in tavolette. Dopo l'arresto da parte della polizia stradale di Sampierdarena (Genova), la squadra mobile di Milano ha controllato la sua casa a Milano e ha fermato il figlio di 37 anni per il possesso di quasi altri 8 kg di droga e 200 mila euro in contanti. L'ipotesi è che l'uomo possa essere un narcotrafficante che usava come copertura il lavoro e l'attività svolta per l'associazione animalista che lo portava a spostarsi con frequenza fra Italia e Spagna.

Italia
Quando su divorzio e aborto, il popolo era sovrano
Quando su divorzio e aborto, il popolo era sovrano
Il primo referendum in Italia risale al 1946 ma è dagli anni 70 che, con una lunga serie di quesiti abrogativi, sempre più spesso si ricorre a questo strumento elettorale. La disaffezione dei cittadini negli ultimi anni
Alitalia, proroga della cassa integrazione
Alitalia, proroga della cassa integrazione
Altri sei mesi, dal 24 marzo al 23 settembre, per 830 dipendenti della compagnia aerea di bandiera italiana. Sindacati alzano il livello di attenzione
Torino, il gelato No-ZTL
Torino, il gelato No-ZTL
Il gusto del tutto inedito è una delle sorprese di “Gelato a Primavera”, manifestazione per promuovere l’arte della gelateria cittadina. Ma anche per esprimere disappunto sui progetti della giunta Appendino
Ousseynou Sy, un giorno di ordinaria follia
Ousseynou Sy, un giorno di ordinaria follia
L’autista che ieri ha sequestrato e minacciato di morte 51 ragazzini delle medie accusato di tentata strage e terrorismo, anche se non sembra abbia legami con gruppi. Un uomo normale, perfettamente inserito
Chiusa l’inchiesta sui depistaggi del caso Cucchi
Chiusa l’inchiesta sui depistaggi del caso Cucchi
Otto ufficiali dei carabinieri accusati di vari reati, fra cui la manomissione della nota sullo stato di salute del giovane geometra romano. Soddisfazione della sorella Ilaria
Grillo (la ministra) e grillini NI VAX
Grillo (la ministra) e grillini NI VAX
Oggi in vigore la legge Lorenzin che impone l'obbligo dei vaccini a scolari e studenti, ma Grillo minaccia una nuova legge all'insegna "della scelta senza imposizioni". Puoi ammette: "C'è un'epidemia di morbillo"
La Tav è morta, viva la Tav
La Tav è morta, viva la Tav
Si rimanda a data da destinarsi, come da prassi, vietando a Telt di bloccare i capitolati di gara ma al tempo stesso autorizzandola a emettere avvisi per 2,3 miliardi di euro
Donne, quanto cammino ancora da fare
Donne, quanto cammino ancora da fare
Oggi la giornata dedicata alle donne, tempo di bilanci. Intervista al giurista Vincenzo Maltese. Dai conflitti familiari alle violenze di genere. Ancora discriminazioni
Elezioni Vercelli, l'ora del 'Lone Ranger'
Elezioni Vercelli, l
Luca Pedrale, candidato per una lista civica, ha commissionato un sondaggio alla Ghisleri con un risultato sorprendente: sbaraglierebbe gli avversati di tutte le formazioni. Scenari possibili anche a livello nazionale?
TAV, CONTE FA L'ARBITRO
TAV, CONTE FA L
Mentre a Roma Conte riunisce i suoi vice per un vertice (“non risolutivo”) sull’Alta Velocità, la Torino che vuole la Tav fa sentire la propria voce. Intervista a Fabrizio Ricca della Lega e Mino Giachino, promotore dei comitati Sì Tav