Santerelli "Così mi sono accorta della malattia di mio figlio"

| "Ho capito per l'istinto che ha ogni madre", ha detto in un'intervista. Nei giorni scorsi la show girl aveva raccontato su Instagram della grave malattia del figlio. Centinaia i messaggi di solidarietà

+ Miei preferiti

di Valentina Borla

"...Non voglio entrare nel particolare, istinto materno e fortuna chiamiamola così di avere dei dottori esperti e scrupolosi…. bisogna ascoltare il bambino, nel senso che una mamma sa quando sta fingendo e non bisogna fare finta di niente, perché uno più uno porta".

Così Elena Santerelli ha raccontato in un'intervista come ha scoperto la malattia del figlio. Lei w  Bernardo hanno anche una bimba più piccola di nome Greta Lucia. Una bella famiglia unita, anche in questo momento non proprio felice. Ma ci auguriamo che la serenità per il piccolo e per i suoi genitori torni al più presto.

Era davvero una triste notizia quella che aveva pubblicato di recente sui social Elena Santarelli, attrice e conduttrice televisiva, commuove ancora una volta il popolo del web, violando la regola che in rete prevalgono quasi sempre gli haters. “Il 30 novembre é come se io e mio marito avessimo ricevuto un pugno nello stomaco senza preavviso, un pugno così forte che ti toglie il respiro”: queste sono le prime parole di sfogo che si leggono in un messaggio postato su Instagram lo scorso 20 dicembre, in coda ad una fotografia che ritrae di schiena il piccolo Giacomo, di appena 8 anni, nato dal matrimonio con l’ex calciatore dell’Udinese Bernardo Corradi. 

 

“Una diagnosi che un genitore non vorrebbe mai sentirsi pronunciare dai medici, ma con cui abbiamo dovuto farci l’abitudine”: una verità difficile da accettare per una madre che, di fronte a questi eventi, non può far altro che sentirsi impotente, come lei stessa ha dichiarato.

 

La showgirl ha scelto di non pronunciarsi sulla natura della malattia che ha colpito il figlio, al momento in cura presso l’ospedale Bambin Gesù di Roma. Tuttavia ha lasciato trasparire implicitamente qualcosa in più, invitando i suoi followers a contribuire con una donazione ad associazioni oncologiche, al fine di realizzare una ludoteca nel reparto ospedaliero, come segno di riconoscimento alla dottoressa Angela Mastronuzzi, che si è occupata di Giacomo sotto il profilo clinico.

 

“Abbiamo un problema da risolvere e lo risolveremo”- ha risposto a tono la Santarelli a chi chiedeva maggiori dettagli sulla diagnosi formulando ipotesi azzardate- “mio figlio è solare e forte come sempre e noi genitori siamo i primi a guardarlo come un bambino normale, e non con gli occhi del malato”.

 

Non è casuale la citazione del titolo del film La vita é bella di Benigni che, in questo contesto, può essere letto come un inno alla speranza, un buon auspicio per la guarigione del figlio.

 

Parole di affetto e incoraggiamento continuano ad invadere il web, non solo da parte di colleghi del mondo dello spettacolo e di quello calcistico, ma anche la gente comune ha voluto far sentire la propria vicinanza alla famiglia Corradi. Ancora una volta, come nel caso del malore della conduttrice de Le iene Nadia Toffa, la rete partecipa compassionevolmente ai drammi personali dei volti famosi del piccolo schermo.

Italia
Mense, Lodi costretta al dietro-front
Mense, Lodi costretta al dietro-front
Il Tribunale di Milano ha accolto il ricorso delle associazioni e impone al Comune di modificare il regolamento poiché "discriminatorio" nei confronti dei bimbi stranieri
Dal balcone alla delusione
Dal balcone alla delusione
La retromarcia del governo di fronte alla correzione della manovra richiesta da Bruxelles: un taglio di 7,5 miliardi di euro, con taglie a reddito di cittadinanza e quota 100
Spray urticante nelle scuole, una lunga scia di incoscienza
Spray urticante nelle scuole, una lunga scia di incoscienza
Non sono bastati i morti di piazza San Carlo, a Torino, e neanche quelli della discoteca di Corinaldo, per fermare la bravata di spruzzare spray urticante. Tutti gli episodi delle scuole italiane
Antisemitismo, strappate le pietre d'inciampo
Antisemitismo, strappate le pietre d
Gravissimo gesto, sparite le pietre d'inciampo che ricordano la Shoah a Roma, erano dedicate alla famiglia Di Consiglio, sterminata nei lager. Opera dell'artista Deminig, furono installate nel 2012. Segre: "Le rimetteremo"
No Tav a Torino
fare numeri chiamando rinforzi
No Tav a Torino<br>fare numeri chiamando rinforzi
Non potendo rischiare di essere uno in meno dei Sì Tav, la chiamata a raccolta di chiunque in Italia sia contro qualcosa. Alla fine 100mila per i No Tav, 25mila per i conteggi ufficiali
I tre criminali italiani più ricercati nel mondo
I tre criminali italiani più ricercati nel mondo
Dopo l'arresto del capo dell'ndrangheta Giuseppe Pelle, nella lista dei più ricercati del mondo Matteo Messina Denaro, Giovanni Motisi, Marco De Lauro e Attilio Cubeddu
La selvaggia lottizzazione giallo-verde
La selvaggia lottizzazione giallo-verde
Il ministro della Sanità Giulia Grillo, M5S, caccia anzitempo i componenti non allineati del Consiglio superiore di sanità. Mentre strillano al complotto, il neo-potere occupa tutte le poltrone ancora disponibili. Con effetti deleteri
Lion 610, oggi i funerali di Manuel
 Lion 610, oggi i funerali di Manuel
Aveva 26 anni la vittima italiana morta con altre 188 persone nello schianto del Boeing della compagnia indonesiana. Ultimo saluto nel Duomo di Massa
Le Card? Boh? Saranno 5 milioni e mezzo..."
Le Card? Boh? Saranno 5 milioni e mezzo..."
Altra gaffe del vice-ministro dell'Economia, la grillina Laura Castelli. Di Maio annuncia la stampa di 6 milioni di card per il reddito di cittadinanza, lei non ne sa nulla. Ma chi le stampa? Non si sa
"Salvare i conti dello Stato vuol dire proteggere i più deboli"
"Salvare i conti dello Stato vuol dire proteggere i più deboli"
Intervento di Mattarella sulla situazione del bilancio dello Stato, messo in pericolo dal governo giallo-verde