FW18, Manuel Ritz punta su misure oversize

| Soft tailoring, la collezione 2018 sceglie la vestibilità e tessuti di grande pregio. Lane e jersey, modelli dal parka al cappotto lungo da serata di gala. Materiali sintetici

+ Miei preferiti

di Manuela De Ambris

La collezione FW18 di Manuel Ritz pone l’accento sul concetto di soft tailoring dove il comfort protagonista della collezione è amplificato dalla combinazione di vestibilità slim accanto a volumi over, non escludendo però la componente di eleganza. Abiti e giacche asciutte da sempre caratterizzanti il total look Manuel Ritz, si mescolano a cappotti e pantaloni oversize, proponendo look che incontrano le attuali esigenze di versatilità, comodità e relax. 

Le silhouettes rilassate e i look dal sapore nomade, accanto ad elementi sportswear dal gusto artigianale ma tecnico, descrivono il nuovo concetto di comfort. La rivalutazione del rapporto con l’ambiente e il desiderio di riconnessione con la natura si traducono nelle tonalità organiche e nei materiali grezzi delineando il nuovo organic trend: Biofilia. Capi chiave sono le giacche destrutturate in lana dall’aspetto fuso, over check in lana, micro texture fuse, gessati bouclé, i blouson di lana o cotone dall’aspetto ruvido accanto a pantaloni morbidi in jersey, flanella di lana o lana bouclé. L’outwear è rappresentato da parka, montgomery e cappotti lunghi dal gusto sartoriale ma anche bomber realizzati in accoppiato lana e neoprene, realizzati con tessuti tecnologici e performanti. Non solo lana e jersey per gli abiti slim fit ma anche il raso lavato, da sapore workwear ma sofisticato allo stesso tempo. Ad enfatizzare questa tendenza la texture limited edition: Winter Garden, un all over di fiori dalle nuance fredde, scaldate da un tocco di rosso, colore della stagione che tinge oltre all’ormai celebre icona su tutti i recer anche i dettagli di collezione. 

A sottolineare il dualismo fra artigianale e tecnologico la proposta Reflex: materia e materiali mutano attraverso l’ornamento reale e virtuale, con mix materici trasformati in ibridi convincenti. L’intelligenza amplificata e la tecnologia sensuale adattano i prodotti al movimento umano, consentendo una nuova era di design reattivo. I materiali risultano sensoriali, le stampe come black watch e check, si rinnovano grazie alla componente riflettente. Lavorazioni stampa 3D e il taglio laser portano a una direzione progettuale individualizzata e hi-tech, che sarà anche eminentemente sostenibile come su parka e pantaloni baggy con bade laterali stampate dall’effetto reflection. 

Comfort e leggerezza sono da sempre le parole chiave del progetto Nuvola: abiti, giacche e gilet destrutturati e sfoderati vengono proposti in lana e jersey leggeri, novità del progetto è il Cappotto Nuvola: anche il capospalla incontra l’esigenza di leggerezza e agio. 

Denominatore comune per la collezione Manuel Ritz FW18 è l’Identità, l’asterisco diventa sempre più presente come elemento di riconoscibilità del brand e come presenza costante su abiti, giacche, t-shirt e felpe dal dettaglio spilla fino alle stampe all over. L’immaginario cromatico è una miscela di colori intensi che creano giochi di texture e accostamenti dal sapore caldo ed autunnale che evocano le luci del tramonto con variazioni di toni caldi e freddi. Nella palette cromatica i classici blu e cammello sono i protagonisti, tagliati dal vitaminico rosso. Accanto alle declinazioni del blu da solo o accostato al panna si affiancano tutte le sfumature della terra: marroni, beige, passando dal verdi muschio al verde bosco. Non mancano i grigi dall’antracite al medio fino ad arrivare al chiaro ad accompagnare e miscelare fantasie floreali, micro texture e pied de poule, gessati, check e over check. O fusi con beige e cammello. 

La capsule Play rimane la proposta in cui la dimensione di comfort assume un ruolo primario strizzando l’occhio all’athletic con capi come felpe, giacche super soft, gilet e pantaloni jogging nelle cromie del blu, grigio medio, grigio antracite e verde; traducendo a pieno il trend Bleisure: spinti da una classe di creativi, e incentivati dalla shared economy, sempre di più si cerca di trovare del tempo per la cultura il divertimento, la salute, mentre si viaggia per il lavoro. Il mondo del lavoro sta migrando da un valore quantitativo ad un valore qualitativo, le grandi aziende propongono orari lavorativi ridotti, e flessibili, benefit che stimolino il benessere dell’individuo e della cultura, da qui l’esigenza di capi super confortevoli e versatili. 

 

 

 

 
Italia
Sardegna, il tracollo dei grillini
Sardegna, il tracollo dei grillini
Bassa affluenza, vince il giornalista Andrea Frailis del centrosinistra. Battuto il candidato grillino Luca Caschili, nonostante la calata dei big, con una perdita di voti, rispetto al 4 marzo, del 14 per cento in meno
Piersanti Mattarella liberò politica da mafia
Piersanti Mattarella liberò politica da mafia
La Sicilia, il governo, e le istituzioni ricordano il sacrificio, avvenuto 39 anni fa in via Libertà a Palermo, ad opera della mafia, del fratello del Presidente. Ucciso dai corleonesi con complicità mai chiarite
La mafia uccise Fava, ma fu per debolezza
La mafia uccise Fava, ma fu per debolezza
Il clan Santapaola di Catania, 35 anni, fece assassinare il giornalista Giuseppe Fava ma le sue denunce furono poi riprese dalle procure di Palermo e Catania
"Luca sparito? Doveva restare segreto"
"Luca sparito? Doveva restare segreto"
Il padre dell'architetto Luca Tacchetto, 30 anni, sparito il 15 dicembre nel Burkina Faso, è molto preoccupato. "C'è il rischio di pregiudicare le ricerche". Sparita anche la canadese Edith Blais. Ipotesi rapimento Isis, l'analisi
Edoardo Agnelli, quanto lontana è ancora la pace eterna
Edoardo Agnelli, quanto lontana è ancora la pace eterna
Non si spengono gli echi dei sospetti sulla morte a 46 anni, nel 2000, dello sfortunato rampollo di Casa Agnelli. Per gli iraniani non fu suicidio ma delitto. Ma mancano le prove. Per Radio1 è sempre "un mistero"
Di Maio ricoverato al Gemelli ma non è vero
Di Maio ricoverato al Gemelli ma non è vero
La notizia era comparsa per 24 secondi sul sito di Repubblica. Il direttore si è scusato con l'interessato e con i lettori. Tanto è bastato agli haters per esultare: "L'Italia è salva!", scrivevano nei post. Di Maio: "Faccio gli scongiuri"
Profughi Seawatch in Olanda
Profughi Seawatch in Olanda
Si sblocca la situazione dopo l'allarme lanciato dai medici sulle condizioni dei profughi a bordo della Ong Sea Watch accolta nella rada di Malta ma con il divieto di ormeggiare. Olanda accoglie profughi, compresi donne e bambini
"Controllerò i profughi di Palermo..."
"Controllerò i profughi di Palermo..."
Salvini contro il sindaco di Palermo che rifiuta di applicare le norme del decreto sicurezza varato dal governo giallo-verde. Lui tira dritto: "E' anti-costituzionale
La grande monnezza
La grande monnezza
L’ultimo affondo dell’anno verso l’abbandono di Roma è un regalo del New York Times. Una passeggiata per le vie della capitale del mondo, afflitta da tutti i mali possibili e passata attraverso una sequela di giunte incapaci
Dopo babbo Renzi, babbo Di Maio
babbo Boschi ecco babbo Di Battista
Dopo babbo Renzi, babbo Di Maio<br>babbo Boschi ecco babbo Di Battista
L'azienda del padre di "Dibba", lui però è socio, non paga i dipendenti e nemmeno la sorella. Poi debiti con banche, fornitori, lo Stato. Lo scrive Il Giornale. Lui va all'attacco: "Berlusconi, verrò di nuovo ad Arcore"