Gesù o Perù, forse non è la stessa cosa

| L'orrore del politically correct in una scuola di Zoppola, Pordenone. Un maestro ha pensato bene di togliere il nome di Gesù in una canzone di Natale per non turbare le famiglie di altre religioni. Genitori italiani indignati

+ Miei preferiti

La parola Gesù sostituita con Perù per non urtare la sensibilità dei bambini stranieri. È accaduto alla scuola primaria Beato Odorico da Pordenone di Zoppola, come riporta oggi il quotidiano Messaggero Veneto che parla di una classe terza. Si tratterebbe di una canzone dal titolo "Minuetto di Natale", dove in un passaggio c'è il nome di Gesù. Secondo quanto scrive il quotidiano, l'insegnante, pensando che in questo modo si potesse turbare la sensibilità di chi non appartiene alla religione cristiana, ha sostituito il nome Gesù con uno che non avrebbe messo in difficoltà nessuno.

La vicenda è stata scoperta dai familiari di due fratellini che durante il pranzo di Natale hanno intonato a casa la canzoncina imparata a scuola. I genitori hanno allora chiesto spiegazioni. La notizia si è diffusa in poco tempo e sui social sono state postate tante critiche nei confronti della maestra e della scuola. La dirigente, secondo quanto riporta il Messaggero Veneto, non sapevo nulla dell'iniziativa della maestra.

 
Italia
Un tranquillo dopo-tragedia all’italiana
Un tranquillo dopo-tragedia all’italiana
Nulla di nuovo sotto il ponte: da quando il Morandi è crollato, vale tutto e il contrario di tutto. Dalle parole alle teorie complottiste, dalle minacce alle promesse
Parola d’ordine: tutti contro i Benetton
Parola d’ordine: tutti contro i Benetton
Sono considerati i veri colpevoli del disastro di Genova: coloro che pur di alzare i guadagni non hanno esitato ad abbassare interventi e manutenzioni
Il governo giallo-verde sa già la verità
Il governo giallo-verde sa già la verità
Dimissioni, revoca della concessione alla società e multa da 150 milioni. Di Maio: "Devono pagare". Ma l'inchiesta della procura è solo all'inizio. Il bilancio di morti e feriti, bonifiche in corso
West Nile, la terza vittima
West Nile, la terza vittima
Il caso a Trviso, vittima era malata di tumore, aveva 74 anni. Gli altri casi a Ferrara sempre per l'intossicazione provocata dalle punture della zanzara "Culex"
Salvini &Toninelli, ci pensino gli inglesi
Salvini &Toninelli, ci pensino gli inglesi
Tweet in sincronia dei ministri giallo-verdi. La nave Aquarius non potrà sbarcare i naufraghi in un porto italiano
Italiani indebitati per 534 miliardi
Italiani indebitati per 534 miliardi
I dati della CGIA fotografano un quadro con luci e ombre. La banche hanno ripreso a erogare prestiti ai privati, meglio il settore immobiliare. Aumento Iva? "Un disastro" per gli analisti
Samsung, arriva l'intelligente Note9
Samsung, arriva l
Nuova fotocamera in grado di guidare le immagini in modo nuovo. Costo 1279 euro per la versione top. Promozioni per i consumatori italiani
Festa del gatto, social sommersi da foto
Festa del gatto, social sommersi da foto
Oggi nel mondo si celebrano i felini, in casa degli italiani ne circolano 7 milioni e mezzo
"Zingari, scendete avete rotto i c..."
"Zingari, scendete avete rotto i c..."
Una speaker di Trenord già identificata ora rischia il licenziamento, ha diffuso via altoparlanti un messaggio contro mendicanti e zingari. I passeggeri segnalano il fatto all'azienda: "Atto grave"
Marcinelle, la strage dei minatori italiani
Marcinelle, la strage dei minatori italiani
L'8 agosto 1956 la tragedia del lavoro più grave del Dopoguerra: 136 emigrati italiani morirono in una miniera belga. La tragica storia dell'ex minatore Antonio Iannetta