Giustizia-'ndrangheta, ucciso il boss Nirta

| Freddato da tre incappucciati a Murcia, in Spagna, coinvolto nella strage di Duisburg e nell'inchiesta del gip di Milano sull'ex procuratore Longarini

+ Miei preferiti
La giustizia dell'ndrangheta non perde tempo in processi, appello e Cassazione. Quando decide di uccidere, agisce. Così i sicari del racket hanno ucciso poche ore fa nella città di Murcia, in Spagna, il boss Giuseppe Nirta, 52 anni, originario di San Luca (Reggio Calabria), già condannato a tre anni e 8 mesi nell'operazione Minotauro del pm Roberto Maria Spargna e dei carabinieri, condanna poi annullata dalla suprema Corte. Era un narcos ben agganciato ai cartelli sudamericani in contatto con le cosche calabresi. Indirettamente, era finito anche nell'indagine del gip di Milano Giuseppina Barbara che il 30 gennaio scorso aveva portato all'arresto del pm di Aosta, ora sospeso, Pasquale Longarini e del suo amico imprenditore Gerardo Cuomo. Avrebbe avvisato l'amico di un'inchiesta della Dda sul clan Nirta esubito si era allontanato da quelle amicizie pericolose. Gli inquirenti della Dda di Torino stanno ora cercando di valutare il significato di un'esecuzione che potrebbe essere collegata ai verbali resi in questi mesi da alcuni pentiti, in qualche modo in contatto con il boss che da San Luca si era radicato con la sua famiglia in Val d'Aosta.
Il delitto è avvenuto, secondo L'Opinion de Murcia, un giornale locale, nel quartiere di El Charcon, nella zona costiera. Una donna, l'altra notte ha dato l'allarme al 112: "Uomini incapucciati stanno uccidendo il mio uomo". Incapucciati forse per salvarla dalla stessa fine, un modo scelto dai killer per non farsi riconoscere dai testimoni. Al contrario avrebbero ucciso anche lei. La donna non è stata in grado di dare altre notizie utili agli investigatori; quando s'è accorta di cosa stava succedendo è fuggita il più distante possibile. Nirta aveva una casa nel quaritere e lì si incontravano da qualche tempo. Ls Polizia locale di Aguillas e la Guardia Civil, più una unità del Servizio Sanitario di Murcia sono intervenuti in pochi minuti dalla segnalazione. Hanno tentato di rinanimare Nirta ma invano. Colpito dai 6 proiettili all'addome, l'ultimo in testa. I testimoni hanno sentito gli spari e visto fuggire i tre incappucciati: "Pensavamo fossero cacciatori di conigli", hanno detto alla polizia. La casa del boss, isolata rispetto alla città, aveva sistemi di sicurezza per controllare le vie d'accesso. I detectivestanno interrogado la donna da ore ma per ora senza risultati positivi. Pensano a una vedetta legata alla strage di Duisburg, quando sei calabresi di San Luca furono uccisi davanti alla porta di una pizzeria nel 2008. Nelle faide calabresi, la parole oblio e perdono, non esistono. Se devi morire ucciso, prima o poi, accadrà. E Nirta, di questo, era assolutamente certo. La polizia, comunque, indaga anche nell'ipotesi di una rapina finita male. Ma la pista è assai labile.
Italia
West Nile, la terza vittima
West Nile, la terza vittima
Il caso a Trviso, vittima era malata di tumore, aveva 74 anni. Gli altri casi a Ferrara sempre per l'intossicazione provocata dalle punture della zanzara "Culex"
Salvini &Toninelli, ci pensino gli inglesi
Salvini &Toninelli, ci pensino gli inglesi
Tweet in sincronia dei ministri giallo-verdi. La nave Aquarius non potrą sbarcare i naufraghi in un porto italiano
Italiani indebitati per 534 miliardi
Italiani indebitati per 534 miliardi
I dati della CGIA fotografano un quadro con luci e ombre. La banche hanno ripreso a erogare prestiti ai privati, meglio il settore immobiliare. Aumento Iva? "Un disastro" per gli analisti
Samsung, arriva l'intelligente Note9
Samsung, arriva l
Nuova fotocamera in grado di guidare le immagini in modo nuovo. Costo 1279 euro per la versione top. Promozioni per i consumatori italiani
Festa del gatto, social sommersi da foto
Festa del gatto, social sommersi da foto
Oggi nel mondo si celebrano i felini, in casa degli italiani ne circolano 7 milioni e mezzo
"Zingari, scendete avete rotto i c..."
"Zingari, scendete avete rotto i c..."
Una speaker di Trenord gią identificata ora rischia il licenziamento, ha diffuso via altoparlanti un messaggio contro mendicanti e zingari. I passeggeri segnalano il fatto all'azienda: "Atto grave"
Marcinelle, la strage dei minatori italiani
Marcinelle, la strage dei minatori italiani
L'8 agosto 1956 la tragedia del lavoro pił grave del Dopoguerra: 136 emigrati italiani morirono in una miniera belga. La tragica storia dell'ex minatore Antonio Iannetta
Caso Regeni, l'Egitto vuole la veritą
Caso Regeni, l
Lo dice il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi, convinto che l'inchiesta giudiziaria porti a risultati concreti.
Addio Qui Group, arrivano i tagliandi Ep
Addio Qui Group, arrivano i tagliandi Ep
La Ep Spa di Pasquale Esposito subentra alla genovese Qui Group della famiglia Fogliani dopo il blocco Consip. I nuovi buoni pasto Launch GM gią consegnati ai dipendenti pubblici
Morto uomo pił anziano d'Italia
Morto uomo pił anziano d
Lorenzo Berbero aveva 110 anni. Abitava in una casa di riposo di Novara. Funerali domani a Quinto Vercellese, il suo paese d'origine