I tre criminali italiani più ricercati nel mondo

| Dopo l'arresto del capo dell'ndrangheta Giuseppe Pelle, nella lista dei più ricercati del mondo Matteo Messina Denaro, Giovanni Motisi, Marco De Lauro e Attilio Cubeddu

+ Miei preferiti
Di Germano Longo

 

Dopo l’arresto del capo dell’ndrangheta, Giuseppe Pelle, chi sono i primi quattro ricercati delle organizzioni criminali ricercati in tutto il mondo.  

Matteo Messina Denaro 

E' tra i dieci latitanti più pericolosi del mondo. Di lui si sa che è uno capi di Cosa Nostra anche se il vertice va cercato ora tra i manager della mafia. Vivrebbe in Sicilia e in Calabria, con la protezione dalla ‘ndrangheta."Non so se a breve o a brevissimo, ma al suo arresto si arriverà certamente", ha detto pochi giorni fa il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho. Negli ultimi mesi gli investigatori hanno smantellato la rete dei suoi interessi economici, con l’arresto di decine di persone, compresi molti suoi familiari. Qualcuno dice che, dopo una serie di operazioni al volto e 

 Giovanni Motisi

"U pacchiuni", "il grasso", 59 anni, palermitano, ricercato dal '98 per omicidio, dal 2001 per associazione di tipo mafioso e dal 2002 per strage, nella lista dei criminali più ricercati dall'Europol. Luogotenente di Bagarella, deve scontare l'ergastolo, fu uno dei killer di Totò Riina, secondo un collaboratore di giustizia presente anche quando si parlò per la prima volta di ammazzare il generale Dalla Chiesa. Nel '99, durante la perquisizione della sua villa di Palermo, spunta una fitta corrispondenza tra lui e la moglie Caterina, bigliettini recapitati da 'postini' fidati assieme a vestiti e regali. Sempre nel ‘99 fu in Sicilia di alla festa di compleanno della figlia. Poi si perdono le tracce. Forse è in Francia, forse è morto.

Marco Di Lauro

Erede e capo riconosciuto del clan di camorre di Lauro, ricercato dal 2005 per associazione di tipo mafioso, di lui esiste un’unica foto ufficiale. Aveva solo 24 anni quando sfugge 12 anni anni fa un blitz delle forze dell'ordine. Numero due della lista del ministero dell'Interno, il latitante di camorra più ricercato al mondo è stato indicato da un pentito come mandante di quattro omicidi. Quarto figlio del boss Paolo, detto "Ciruzzo ò milionario" scala le gerarchie del suo clan giovanissimo. Dal luglio 2013 è intestatario di un fascicolo Fbi per un’operazione immobiliare condotta a New York. Dopo un periodo a Dubai, si sarebbe spostato in Slovenia, o in Grecia, o in Francia. Dicono che torni spesso in Campania. Ma non risultano prove certe.

Attilio Cubeddu

Nato nel 1947 ad Arzana, Nuoro, è il regista di una serie di sequestri in Toscana ed Emilia Romagna, i rapimenti di Cristina Peruzzi, Ludovica Rangoni Machiavelli e Patrizia Bauer. Arrestato nell'aprile'84 a Riccione, condannato a 30 anni. Il 7 febbraio del '97 non rientra da un permesso per buna condotta al carcere di Badu 'e Carros. Dopo pare coinvoltonel sequestro di Soffiantini (è lui il custode dell'ostaggio). È ricercato in campo internazionale, la moglie 62enne e la seconda figlia abitano ancora nella casa di Arzana ora sequestrata dai Ros.

 

 

 

 

Italia
Mense, Lodi costretta al dietro-front
Mense, Lodi costretta al dietro-front
Il Tribunale di Milano ha accolto il ricorso delle associazioni e impone al Comune di modificare il regolamento poiché "discriminatorio" nei confronti dei bimbi stranieri
Dal balcone alla delusione
Dal balcone alla delusione
La retromarcia del governo di fronte alla correzione della manovra richiesta da Bruxelles: un taglio di 7,5 miliardi di euro, con taglie a reddito di cittadinanza e quota 100
Spray urticante nelle scuole, una lunga scia di incoscienza
Spray urticante nelle scuole, una lunga scia di incoscienza
Non sono bastati i morti di piazza San Carlo, a Torino, e neanche quelli della discoteca di Corinaldo, per fermare la bravata di spruzzare spray urticante. Tutti gli episodi delle scuole italiane
Antisemitismo, strappate le pietre d'inciampo
Antisemitismo, strappate le pietre d
Gravissimo gesto, sparite le pietre d'inciampo che ricordano la Shoah a Roma, erano dedicate alla famiglia Di Consiglio, sterminata nei lager. Opera dell'artista Deminig, furono installate nel 2012. Segre: "Le rimetteremo"
No Tav a Torino
fare numeri chiamando rinforzi
No Tav a Torino<br>fare numeri chiamando rinforzi
Non potendo rischiare di essere uno in meno dei Sì Tav, la chiamata a raccolta di chiunque in Italia sia contro qualcosa. Alla fine 100mila per i No Tav, 25mila per i conteggi ufficiali
La selvaggia lottizzazione giallo-verde
La selvaggia lottizzazione giallo-verde
Il ministro della Sanità Giulia Grillo, M5S, caccia anzitempo i componenti non allineati del Consiglio superiore di sanità. Mentre strillano al complotto, il neo-potere occupa tutte le poltrone ancora disponibili. Con effetti deleteri
Lion 610, oggi i funerali di Manuel
 Lion 610, oggi i funerali di Manuel
Aveva 26 anni la vittima italiana morta con altre 188 persone nello schianto del Boeing della compagnia indonesiana. Ultimo saluto nel Duomo di Massa
Le Card? Boh? Saranno 5 milioni e mezzo..."
Le Card? Boh? Saranno 5 milioni e mezzo..."
Altra gaffe del vice-ministro dell'Economia, la grillina Laura Castelli. Di Maio annuncia la stampa di 6 milioni di card per il reddito di cittadinanza, lei non ne sa nulla. Ma chi le stampa? Non si sa
"Salvare i conti dello Stato vuol dire proteggere i più deboli"
"Salvare i conti dello Stato vuol dire proteggere i più deboli"
Intervento di Mattarella sulla situazione del bilancio dello Stato, messo in pericolo dal governo giallo-verde
Regeni, nuovo incontro tra magistrati
Regeni, nuovo incontro tra magistrati
I pm italiani si incontrano al Cairo per la decima volta con i colleghi edizioni per fare il punto sulle indagini. Il ricercatore ucciso nel gennaio 2016