Reddito di cittadinanza, costo spaventoso

| Il presidente dell'Inps Tito Boeri spegne l'entusiasmo per la geniale proposta grillina: costo tra i 35 e i 38 miliardi con il rischio di creare una "disaffezione al lavoro" ed eliminare la riforma Fornero "non è proponibile"

+ Miei preferiti

Il reddito di cittadinanza secondo la geniale proposta grillina che ha fatto strage di voti soprattutto nel Sud, “costa fino a 38 miliardi, o se vogliamo essere più ottimisti 35 miliardi”. Lo ha precisato il presidente Inps Tito Boeri, ospite su Raitre a ‘In mezz’ora in più’ di Lucia Annunziata su Rai Tre. Una misura anti povertà che il presidente dell’Inps considera “rischiosa” perche di “possibile disincentivo a essere occupati”. D’altra parte per Boeri sarebbe “sbagliato introdurre strumenti nuovi”, poichè utile e affidabile è a suo giudizio il Reddito di inclusione a cui auspica vengano riservate maggiori risorse. “Oggi – ha sottolineato il presidente dell’Inps in Italia ci sono circa 4.700.000 persone in condizione di povertà assoluta. Il Rei ne copre 2.500.000: il 50% della platea dei poveri ssoluti. Se aggiungiamo risorse allora potremo coprirne molti di più: bisogna partire da li e potenziarne le risorse”. Invece, sempre per Boeri, l’abolizione della riforma delle pensioni Fornero determinerebbe una “doppia iniquità” a carico di chi ha già pagato il costo di quella riforma e delle generazioni più giovani. Ed avrebbe un costo “difficilmente sostenibile dal sistema previdenziale”, portando a “85 miliardi il debito pensionistico” con costi immediati vivi dagli “11 ai 15 miliardi”.

Italia
Dopo babbo Renzi, babbo Di Maio
babbo Boschi ecco babbo Di Battista
Dopo babbo Renzi, babbo Di Maio<br>babbo Boschi ecco babbo Di Battista
L'azienda del padre di "Dibba", lui però è socio, non paga i dipendenti e nemmeno la sorella. Poi debiti con banche, fornitori, lo Stato. Lo scrive Il Giornale. Lui va all'attacco: "Berlusconi, verrò di nuovo ad Arcore"
Quei ragazzi ebrei salvati dalla gente
Quei ragazzi ebrei salvati dalla gente
Un memoriale a Nonantola, Modena, per ricordare l'aiuto della popolazione a 73 ragazzi ebrei salvati dai lager nazisti
Firenze, festa Capodanno ma senza peperoncino
Firenze, festa Capodanno ma senza peperoncino
Dopo gli incidenti in discoteca e a Torino, il sindaco Nardella vieta con un'ordinanza vieta lo spray al peperoncino per la notte del 31 dicembre con Baglioni, Baby K e Renga
M5s, senatore Airola pronto a dimettersi
M5s, senatore Airola pronto a dimettersi
Il senatore NoTav e l'ex senatore Marco Scibona erano stati in prima fila contro il Tav Terzo Valico, ma ora Toninelli ha detto Sì alla grande opera. Accuse e minacce sul web: "Traditori e infami"
Mense, Lodi costretta al dietro-front
Mense, Lodi costretta al dietro-front
Il Tribunale di Milano ha accolto il ricorso delle associazioni e impone al Comune di modificare il regolamento poiché "discriminatorio" nei confronti dei bimbi stranieri
Dal balcone alla delusione
Dal balcone alla delusione
La retromarcia del governo di fronte alla correzione della manovra richiesta da Bruxelles: un taglio di 7,5 miliardi di euro, con taglie a reddito di cittadinanza e quota 100
Spray urticante nelle scuole, una lunga scia di incoscienza
Spray urticante nelle scuole, una lunga scia di incoscienza
Non sono bastati i morti di piazza San Carlo, a Torino, e neanche quelli della discoteca di Corinaldo, per fermare la bravata di spruzzare spray urticante. Tutti gli episodi delle scuole italiane
Antisemitismo, strappate le pietre d'inciampo
Antisemitismo, strappate le pietre d
Gravissimo gesto, sparite le pietre d'inciampo che ricordano la Shoah a Roma, erano dedicate alla famiglia Di Consiglio, sterminata nei lager. Opera dell'artista Deminig, furono installate nel 2012. Segre: "Le rimetteremo"
No Tav a Torino
fare numeri chiamando rinforzi
No Tav a Torino<br>fare numeri chiamando rinforzi
Non potendo rischiare di essere uno in meno dei Sì Tav, la chiamata a raccolta di chiunque in Italia sia contro qualcosa. Alla fine 100mila per i No Tav, 25mila per i conteggi ufficiali
I tre criminali italiani più ricercati nel mondo
I tre criminali italiani più ricercati nel mondo
Dopo l'arresto del capo dell'ndrangheta Giuseppe Pelle, nella lista dei più ricercati del mondo Matteo Messina Denaro, Giovanni Motisi, Marco De Lauro e Attilio Cubeddu