La speranza di Lourdes 114 anni di volontariato e fede

| A Ivrea la festa Unitalsi con il vescovo Edoardo Cerrato e don Carmine Arice

+ Miei preferiti

È stata Ivrea, la "porta del Canavese", ad ospitare domenica 25 giugno l'annuale festa regionale dell'Unitalsi. Un appuntamento impreziosito dalla presenza del Vescovo di Ivrea, Monsignor Edoardo Cerrato, e da quella di Don Carmine Arice, Assistente della Sezione Piemontese dell'Unitalsi e dal Presidente di Sezione, l'avvocato Pier Franco Bertolino.

Dopo l'arrivo e l'accoglienza delle sottosezioni piemontesi, il gruppo si è spostato in Cattedrale per seguire la messa, dando poi vita ad un pranzo condiviso e ad un pomeriggio di aggregazione e condivisione, anche in vista del prossimo pellegrinaggio a Lourdes, in programma dal 9 al 14 luglio prossimi, con partenza da Torino Porta Nuova e fermate a Bussoleno e Bardonecchia.

Un po' di storia

Bisogna correre parecchio indietro nel tempo, per scoprire gli inizi di quella che oggi è conosciuta come Unitalsi, acronimo e don Carmine  di una definizione lunga da leggere, ma davvero sufficiente a spiegare tutto: "Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali". L'Unitalsi nasce nel 1903, l'anno in cui Puccini termina "Madama Butterfly", ma anche quello di Giuseppe Sarto, che il 4 agosto sale al soglio Pontificio con il nome di Pio X, sostituendo Leone XIII, scomparso agli inizi di luglio. Dall'altra parte dell'oceano, in America, due fratelli sognatori e un po' incoscenti provano a mettere le ali al mondo: si chiamano Wright, e investono fino all'ultimo centesimo per registrare il brevetto di un "velivolo a motore". Follia, dice la gente.

Quello stesso anno, Giovanni Battista Tomassi, giovane di ottima famiglia affetto da un'artrite deformante che non gli lascia scampo, decide di partire per Lourdes, accodandosi ad uno dei tanti pellegrinaggi che già allora portavano i malati di fronte alla grotta sacra. È giovane e infuriato con il destino, ma vuole offrire ancora una chance a qualcuno lassù che sia disposto ad ascoltarlo: se neanche la visita al Santuario Mariano servirà a guarirlo, ha intenzione di mettere la parola fine alla sua esistenza, proprio davanti alla grotta di Massabielle.

Ma succede qualcosa che non era previsto: il giovane non guarisce, ma a colpirlo nel profondo sono l'umiltà e la sconfinata fede dei tanti ammalati giunti fino a lì con la speranza di guarire, esattamente come lui. A volte non succede, come nel suo caso, ma non è detto che anche in quel caso non si nasconda una strada nuova diversa. Per Giovanni Battista Tomassi creare qualcosa che andasse al di là del suo male e della sua stessa esistenza: l'Unitalsi.

La storia della sezione piemontese, seconda in Italia dopo quella di Roma, inizia pochi anni dopo, nel 1909, grazie alla forza di volontà dell'avvocato Carlo Bianchetti: un impegno benedetto dal Cardinale di Torino Agostino Richelmy. Sono gli inizi e il piccolo gruppo formato da sacerdoti e volontari fa il suo meglio per gestire i pochi soldi raccolti dalla libreria Sacro Cuore di via Garibaldi 18 e assicurare i viaggi per Lourdes e dare ospitalità a chi arrivava da altre città.

Oggi, l'Unitalsi è una struttura formata da oltre centomila persone, senza distinzione alcuna fra sesso, età, cultura e posizione sociale. Una sola cosa non è cambiata, dal 1903 ad oggi: l'idea che la carità sia una delle pochissime strade possibili per seminare pillole di bene, in un mondo che ne ha sempre più bisogno.

Italia
La Shoah, non c'erano solo i nazisti
La Shoah, non c
Il vicepresidente del Lazio Massimiliano Smeriglio su Facebook: "Collaborarono anche i fascisti italiani, genocidio una colpa collettiva"
Lei non vuole fare sesso, lui chiede il divorzio
Lei non vuole fare sesso, lui chiede il divorzio
Se non fosse stato per questo dettaglio, forse nessuno si sarebbe accorto della truffa intentata da una donna ai danni di un anziano, circuito e sposato per ereditare tutto
#spariamoasalvini
MIGLIAIA DI LIKE
#spariamoasalvini<br>MIGLIAIA DI LIKE
ESCLUSIVO Continuano gli attentati anarchici contro la Lega, insulti e minacce di morte a Matteo Salvini, nel mirino dell'Anti-terrorismo l'area informale e simpatizzanti delle Br
La bomboniera pistola: gadget per mafiosi
La bomboniera pistola: gadget per mafiosi
Un consigliere regionale napoletano ha svelato la novità di un’azienda specializzata in bomboniere. “Segnale preoccupante per la società”
Gommone con 70 profughi sbarco a Lampedusa
Gommone con 70 profughi sbarco a Lampedusa
Malta non ha mezzi, interviene l'Italia. In arrivo solo la nave Ong "Mare Jonio". Il gommone era al largo dell'isola di Lampedusa, Guardia Costiera in soccorso.
"Così hanno ucciso Stefano Cucchi"
"Così hanno ucciso Stefano Cucchi"
La redazione di Ism pubblica integralmente uno dei verbali firmati dal carabiniere Francesco Tedesco che, dopo nove anni, ha raccontato cosa è avvenuto nella caserma Casilina dopo il fermo
Miriana Trevisan rinviata a giudizio per diffamazione
Miriana Trevisan rinviata a giudizio per diffamazione
La showgirl deve rispondere delle accuse lanciate al produttore Massiliano Caroletti, che l’avrebbe molestata ridimensionando il suo ruolo in un film dopo il rifiuto
Bimbi e ragazzi, sempre più vittime di reati
Bimbi e ragazzi, sempre più vittime di reati
Aumentano le denunce in cui vengono presi di mira i giovanissimi. Al primo posto i maltrattamenti in famiglia, poi violenze sessuali e detenzione di materiale pedo-pornografico
Sanità, il libro nero degli sprechi
Sanità, il libro nero degli sprechi
Su 6 miliardi di spesa, secondo uno studio Anac, se ne potrebbe risparmiare almeno 1 uniformando gli acquisti da fornitori comuni. I maggiori sprechi al Sud ma disfunzioni anche al Nord
"Attacchi cyber, ultima frontiera del male"
"Attacchi cyber, ultima frontiera del male"
ESCLUSIVO. Angelo Tofalo, 37 anni, pentastellato, ingegnere e sottosegretario alla Difesa spiega i nuovi scenari del conflitto globale. Gli attacchi alla rete fanno ormai parte delle strategie militari ostili. Come difendersi