"Non portate Francesco in ospedale, basta l'omeopatia" ma il bambino è morto

| L'assurda fine di Francesco, 7 anni, morto a Pesaro per un'otite trascurata. Genitori disperati, il nonno accusa l'omeopata: "Ci ha convinti a non curarlo"

+ Miei preferiti
Antibiotici. Principio attivo ceftriazone. Cortisone. E' semplice. L'otite, anche nei bambini, si cura così. E non con l'omeopatia, una pratica che con la scienza medica non ha nulla a che fare e che, al massimo, può essere un placebo, una cosa che agisce sulla mente delle persone, ma non su batteri e infazioni. Può servire e nemmeno sempre ai malati immaginari, agli ipocondriaci. Non chi ha una grave infezione. Oggi i genitori del piccolo Francesco di 7 anni di Cagli (Pesaro) morto nel reparto di rianimazione dell'ospedale Salesi di Ancona per un'otite curata con l'acqua contenuta nelle accattivanti confezioni della "medicina" omeopatica, sono disperati. Se la prendono, assieme ai nonni, troppo tardi, con un medico omeopatico che, secondo le prime indagini, avrebbe pervicacemente insistito di non curare francesco con i farmaci veri, mentre aveva da giorni la febbre e le terapie alternative non facevano alcun affetto. Quando l'hanno finalmente portato in ospedale, il piccolo aveva  un ascesso che ha danneggiato il cervello in modo irreparabile. Gli antibiotici a largo spettro che i medici del Salesi gli hanno immediatamente somministrato non hanno fatto il miracolo, nemmeno un intervento chirurgico, per limitare le dimensioni dell'ascesso. Poi hanno convocato la commissione apposita per l'accertamento della morte cerebrale. I genitori "hanno congiuntamente dato il consenso al prelievo degli organi".

La famiglia aveva scelto di curarlo con farmaci omeopatici, perché gli antibiotici "fanno male". Le solite teorie assorbite dal web, con il corredo di accuse alle multinazionali del farmaco, descritte come mostri crudeli e voraci. Dopo 15 giorni di farmaci omeopatici, Francesco era già incosciente, con febbre e un ascesso cerebrale, provocato dal pus che era arrivato alle pareti del cervello.   

Maurizio Olivieri, il nonno, accusa invece senza mezzi termini il medico omeopata il vero responsabile di questa assurda tragedia. L'omeopata avrebbe consigliato la famiglia di non portare il piccolo in ospedale nonostante la febbre a 40.

La procura di Ancona , dopo la segnalazione dei medici del Salesi, ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo a carico di ignoti. Gli atti sono stati trasmessi per competenza alla Procura di Urbino.

Il bollettino medico del dr. Fabio Santelli, direttore della Sod di Anestesia e Rianimazione Pediatrica del Presidio di Alta Specializzazione 'G. Salesi' di Ancona, lascia poco spazio ai dubbi dei e alle convinzioni dei seguaci delle terapie alternative, che si sposano, spesso, con quelle contro i vaccini: "Nella prima mattinata  il quadro clinico del paziente F. si presentava con una stabilità cardio-circolatoria, parametri ventilatori e della diuresi validi. Persistenza del quadro neurologico di coma irreversibile. Effettuato un nuovo controllo elettroencefalografico che risultava con assenza di attività elettrica, contattata la Direzione medica si è provveduto a convocare la Commissione per l'accertamento della morte cerebrale". Garattini, presidente dell'agenzia del farmaco, propone la misura più semplice: radiare dall'ordine dei medici chi si ostina a prescrivere preparati che non servono a guarire ma solo a fare guadagnare somme spaventose e a costo zero a chi li produce.


Italia
castigato dai giudici'>L'ex nunzio ultra-moralizzatore
castigato dai giudici
Lcastigato dai giudici' class='article_img2'>
L'arcivescovo Carlo Maria Viganò,il severo accusatore di Papa Francesco, condannato in primo grado a versare metà dell'eredità al fratello don Lorenzo, pure disabile. Storia di fratelli-coltelli finita in Tribunale. Somme ingenti
40000 contro Di Maio e Toninelli
40000 contro Di Maio e Toninelli
La rivolta gentile, senza odio e minacce, senza i teppisti dei centri sociali, scuote l'anima di Torino. Migliaia di cittadini, anche con la Lega, in piazza Castello, per salvare la Tav da grillini e ideologi del NO
La rivolta pacifica contro la decrescita infelice
La rivolta pacifica contro la decrescita infelice
La manifestazione oggi in piazza Castello (ore 11) a Torino, di fronte alla Regione con tutte le categorie produttive e sindacali del Piemonte per salvare l'Alta Velocità dal trio Di Maio-Toninelli-Grillo
Milano, bus al posto dei treni vuoti
Milano, bus al posto dei treni vuoti
Proposta choc di Trenord alla Regione Lombardia: eliminare le linee con pochi passeggeri. Penalizzate le piccole comunità. "Riguarda solo l'1% degli utenti, un modo per risparmiare"
Il sacrificio di Lele e la memoria corta
Il sacrificio di Lele e la memoria corta
Mentre infuria il caso Cucchi, muore intanto un altro carabiniere in servizio, travolto da un treno. Doveva arrestare un rapinatore che cercava di fuggire. E sullo sfondo la scarsa attenzione dello Stato nei confronti dell'Arma
Il gran finale della black week di Anonymous
Il gran finale della black week di Anonymous
Violati i sistemi di sicurezza informatica di enti pubblici e partiti politici, diffusi migliaia di dati sensibili di dipendenti e tesserati. La conclusione della settimana nera promessa con largo anticipo
Prescrizione, governo ancora in affanno
Prescrizione, governo ancora in affanno
Il ministro grillino Bonafede non "arretra di un millimetro" ma Salvini insiste: "Le riforme non si fanno con gli emendamenti"
Catanzaro e Vibo Valentia, sfonda il centro-destra
Catanzaro e Vibo Valentia, sfonda il centro-destra
Abramo e Solano sono i nuovi presidenti delle Province. Battuti i candidati Dem. Grillini non pervenuti
Torna a casa Cesare Battisti, in Italia ti aspetta il carcere
Torna a casa Cesare Battisti, in Italia ti aspetta il carcere
In Brasile Bolsonaro, con il suo programma di estrema destra, è stato eletto con il 55% dei voti. Ha promesso che concederà immediatamente l'estradizione dell'ex terrorista rosso, condannato all'ergastolo
"A Predappio apologia di fascismo"
"A Predappio apologia di fascismo"
Antifascisti contro le celebrazioni della Marcia su Roma a Predappio, dove nacque il capo del fascismo. Oltre 2 mila persone hanno portato in corteo una bandiera tricolore nella cripta dove riposa Mussolini