Qui Group è fallita, buco da 325 milioni di euro

| E ora la battaglia per recuperare i crediti insoluti, centinaia di esercenti e società in coda dopo lo stop dei rimborsi. Il dramma dei lavoratori della società genovese annientata dagli appalti al ribasso. Resteranno senza lavoro

+ Miei preferiti

E così, dopo una lenta e drammatica agonia (sono in gioco centinaia di posti di lavoro) Qui Group, la società che emetteva i tagliandi buoni pasto per la pubblica amministrazione Qui Ticket!, è fallita. La sezione fallimentare del tribunale di Genova ha dichiarato, con sentenza depositata ieri, il fallimento di Qui! Group, società di fornitura di buoni pasto. La sentenza ipotizza debiti per "non meno di 325 milioni di euro". Lo rende noto l'Epat di Torino, che attraverso il suo direttore, Claudio Ferraro, esprime "estrema preoccupazione, ben cosciente dell'entità della sofferenza economica dei suoi associati verso la società”. La vicenda Qui! Group, che a luglio si è vista revocare da Consip la convenzione relativa al bando di gara sui buoni pasto del 2016, tiene da mesi col fiato sospeso - ricorda l'Epat di Torino - migliaia di operatori del pubblico esercizio. "Vedere gli sforzi di un settore così mortificati - sottolinea Ferraro -, fa male a tutti e deve indurre le forze politiche e il governo a riprendere con una normativa efficace, che curi l'interesse delle piccole imprese e impedisca fenomeni e sviluppo di mercati, come quello dei buoni pasto, ormai allo scoperto e privi di ogni tutela”. I tagliandi gialli, nel frattempo sono stati tutti ritirati, trasformati in carta straccia. la società genovese dava lavoro a 350 persone ma complessivamente, tra collaboratori e consulenti, quasi mille. Cosa ha ha portato la società in questa situazione è semplice. Qui Group ha vinto un appalto Consip al ribasso ma non aveva alle spalle fondi sufficienti a far fronte ai rimborsi. Mentre i committenti pagavano con forti ritardi, la società non aveva liquidità per gli anticipi. Mese dopo mese, giorno dopo giorno, i conti sono esplosi. Chi pagherà? Soprattutto i piccoli e medi esercenti che vantavano magari piccoli crediti messi da Qui Group in coda perché quei debiti erano meno pericolosi di quelli più elevati. Le grandi catene di distribuzione erano state più tutelate, il fiume di milioni di euro usciti dalle casse della società genovese è finito per tamponare le situazioni più gravi. Seguono i franchising della ristorazione, in ultimo appunto i ristoranti e i bar.

I dipendenti della pubblica amministrazione, dopo mesi di disagi, hanno avuto a disposizione ticket di altre società. Ma non tutto è filato liscio. Chi ha ricevuto quello di una società del Sud, al Nord non vengono ancora accettati. Sono passati più di due mesi dal tracollo di Qui Ticket ma nei punti di vendita e nei bar mancano i pos oppure “non risultano” tra quelli accettati. 

La battaglia di Qui Group per sopravvivere finisce qui. Quella per recuperare i crediti insoluti è appena iniziata.

   

Italia
castigato dai giudici'>L'ex nunzio ultra-moralizzatore
castigato dai giudici
Lcastigato dai giudici' class='article_img2'>
L'arcivescovo Carlo Maria Viganò,il severo accusatore di Papa Francesco, condannato in primo grado a versare metà dell'eredità al fratello don Lorenzo, pure disabile. Storia di fratelli-coltelli finita in Tribunale. Somme ingenti
40000 contro Di Maio e Toninelli
40000 contro Di Maio e Toninelli
La rivolta gentile, senza odio e minacce, senza i teppisti dei centri sociali, scuote l'anima di Torino. Migliaia di cittadini, anche con la Lega, in piazza Castello, per salvare la Tav da grillini e ideologi del NO
La rivolta pacifica contro la decrescita infelice
La rivolta pacifica contro la decrescita infelice
La manifestazione oggi in piazza Castello (ore 11) a Torino, di fronte alla Regione con tutte le categorie produttive e sindacali del Piemonte per salvare l'Alta Velocità dal trio Di Maio-Toninelli-Grillo
Milano, bus al posto dei treni vuoti
Milano, bus al posto dei treni vuoti
Proposta choc di Trenord alla Regione Lombardia: eliminare le linee con pochi passeggeri. Penalizzate le piccole comunità. "Riguarda solo l'1% degli utenti, un modo per risparmiare"
Il sacrificio di Lele e la memoria corta
Il sacrificio di Lele e la memoria corta
Mentre infuria il caso Cucchi, muore intanto un altro carabiniere in servizio, travolto da un treno. Doveva arrestare un rapinatore che cercava di fuggire. E sullo sfondo la scarsa attenzione dello Stato nei confronti dell'Arma
Il gran finale della black week di Anonymous
Il gran finale della black week di Anonymous
Violati i sistemi di sicurezza informatica di enti pubblici e partiti politici, diffusi migliaia di dati sensibili di dipendenti e tesserati. La conclusione della settimana nera promessa con largo anticipo
Prescrizione, governo ancora in affanno
Prescrizione, governo ancora in affanno
Il ministro grillino Bonafede non "arretra di un millimetro" ma Salvini insiste: "Le riforme non si fanno con gli emendamenti"
Catanzaro e Vibo Valentia, sfonda il centro-destra
Catanzaro e Vibo Valentia, sfonda il centro-destra
Abramo e Solano sono i nuovi presidenti delle Province. Battuti i candidati Dem. Grillini non pervenuti
Torna a casa Cesare Battisti, in Italia ti aspetta il carcere
Torna a casa Cesare Battisti, in Italia ti aspetta il carcere
In Brasile Bolsonaro, con il suo programma di estrema destra, è stato eletto con il 55% dei voti. Ha promesso che concederà immediatamente l'estradizione dell'ex terrorista rosso, condannato all'ergastolo
"A Predappio apologia di fascismo"
"A Predappio apologia di fascismo"
Antifascisti contro le celebrazioni della Marcia su Roma a Predappio, dove nacque il capo del fascismo. Oltre 2 mila persone hanno portato in corteo una bandiera tricolore nella cripta dove riposa Mussolini