RALLY KILLER ORA BASTA?

| Ennesimo schianto mortale. Un commissario di percorso, per di più esperto, travolto da un'auto durante le ricognizioni. In attesa di nuove regole

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta
(NOSTRO SERVIZIO)
di GERMANO LONGO
Sia chiaro: sono sempre tragiche fatalità. Dal bambino travolto a Coassolo durante il "Rally Citta di Torino" al pilota dilettante morto nel corso di una gara sanmarinese a cui non mancava mai. Ma qui qualcosa non torna, perché a forza di tragiche fatalità la scia di sangue non smette di allungarsi, portandosi dietro i nomi di chi era lì per caso o incarico, ma era lì, e questo è bastato a scrivere tutta un'altra storia.


A cambiare ogni volta è solo lo scenario: questa volta era il "Trofeo Vallecamonica" edizione 2017, una cronoscalata fra le più seguite, dalla metà degli anni Sessanta in scena fra tre comuni della vallata bresciana: Malegno, Osimo e Borno. Gara per gente tosta che nel 2005 aveva già avuto un tragico epilogo con la morte di un pilota che era costata all'organizzazione la validità internazionale, ripresa un paio d'anni dopo.

Professionisti esperti

Mauro Firmo, cinquant'anni, Commissario ACI, si trovava insieme ad alcuni suoi colleghi sulla Postazione Fissa dei Commissari di Percorso numero 21, nei pressi di Ossimo Inferiore. Un incarico come ne aveva visti tanti, da esperto com'era, nella giornata delle prove ufficiali dedicate alle ricognizioni del percorso di gara. È proprio quello il punto in cui alle 10,40 di sabato 29 luglio, Christian Furloni, numero di gara 149, ha perso il controllo della sua Peugeot 206 finendo sulla postazione dei commissari, travolgendone due e continuando la corsa con un volo di oltre dieci metri.

Le condizioni di Firmo sono apparse subito disperate: trasportato all'ospedale in eliambulanza, è morto poco dopo. Risulta ferita in modo non grave anche un'altra persona, ma non è ancora chiaro se si tratti di un altro dei commissari presenti nella postazione o di un fotografo. Il rally è stato immediatamente sospeso.

L'urgenza di fare qualcosa

Seguiranno il cordoglio, l'inchiesta, gli avvocati e gli indagati, ma a nutrirsi sarà soprattutto il dubbio sottile di una domanda a cui è onestamente difficile dare una risposta: è normale morire di rally? No, chiaro che non lo è. Ma per una specialità motoristica fra le più autentiche e adrenaliniche, significa l'ennesima discesa verso la necessità di riscrivere regole che la maggior parte delle volte funzionano e bastano, ma ogni tanto no. Ma aspettare con pazienza che si spengano gli echi delle cronache e finiscano le esequie non è la strada migliore: la lunga fila dei nomi di chi ha pagato con la vita essere lì, per passione o mestiere non importa, sono macigni. E i macigni prima o poi tirano giù le montagne.

Italia
castigato dai giudici'>L'ex nunzio ultra-moralizzatore
castigato dai giudici
Lcastigato dai giudici' class='article_img2'>
L'arcivescovo Carlo Maria Viganò,il severo accusatore di Papa Francesco, condannato in primo grado a versare metà dell'eredità al fratello don Lorenzo, pure disabile. Storia di fratelli-coltelli finita in Tribunale. Somme ingenti
40000 contro Di Maio e Toninelli
40000 contro Di Maio e Toninelli
La rivolta gentile, senza odio e minacce, senza i teppisti dei centri sociali, scuote l'anima di Torino. Migliaia di cittadini, anche con la Lega, in piazza Castello, per salvare la Tav da grillini e ideologi del NO
La rivolta pacifica contro la decrescita infelice
La rivolta pacifica contro la decrescita infelice
La manifestazione oggi in piazza Castello (ore 11) a Torino, di fronte alla Regione con tutte le categorie produttive e sindacali del Piemonte per salvare l'Alta Velocità dal trio Di Maio-Toninelli-Grillo
Milano, bus al posto dei treni vuoti
Milano, bus al posto dei treni vuoti
Proposta choc di Trenord alla Regione Lombardia: eliminare le linee con pochi passeggeri. Penalizzate le piccole comunità. "Riguarda solo l'1% degli utenti, un modo per risparmiare"
Il sacrificio di Lele e la memoria corta
Il sacrificio di Lele e la memoria corta
Mentre infuria il caso Cucchi, muore intanto un altro carabiniere in servizio, travolto da un treno. Doveva arrestare un rapinatore che cercava di fuggire. E sullo sfondo la scarsa attenzione dello Stato nei confronti dell'Arma
Il gran finale della black week di Anonymous
Il gran finale della black week di Anonymous
Violati i sistemi di sicurezza informatica di enti pubblici e partiti politici, diffusi migliaia di dati sensibili di dipendenti e tesserati. La conclusione della settimana nera promessa con largo anticipo
Prescrizione, governo ancora in affanno
Prescrizione, governo ancora in affanno
Il ministro grillino Bonafede non "arretra di un millimetro" ma Salvini insiste: "Le riforme non si fanno con gli emendamenti"
Catanzaro e Vibo Valentia, sfonda il centro-destra
Catanzaro e Vibo Valentia, sfonda il centro-destra
Abramo e Solano sono i nuovi presidenti delle Province. Battuti i candidati Dem. Grillini non pervenuti
Torna a casa Cesare Battisti, in Italia ti aspetta il carcere
Torna a casa Cesare Battisti, in Italia ti aspetta il carcere
In Brasile Bolsonaro, con il suo programma di estrema destra, è stato eletto con il 55% dei voti. Ha promesso che concederà immediatamente l'estradizione dell'ex terrorista rosso, condannato all'ergastolo
"A Predappio apologia di fascismo"
"A Predappio apologia di fascismo"
Antifascisti contro le celebrazioni della Marcia su Roma a Predappio, dove nacque il capo del fascismo. Oltre 2 mila persone hanno portato in corteo una bandiera tricolore nella cripta dove riposa Mussolini