Riina è morto, il nero tramonto del "capo dei capi"

| In fin vita nell'ospedale di Parma, al suo fianco moglie e figli, nel giorno del suo 87° compleanno

+ Miei preferiti
"Per ogni cosa c'è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo", è scritto nell'Ecclesiaste. E forse, in queste ore, Salvatore "Totò" Riina, 87 anni, in coma dopo due interventi al cuore, infine morto nella notte, era forse consapevole che il suo destino terreno volgeva al termine, e proprio nel giorno del suo compleanno. Era da tempo in un letto dell'ospedale di Parma, nel reparto riservato ai detenuti, l'unico modo per uscire dal tunnel del 41bis. Le ultime ore in Rianimazione. Lo avevano fatto capire, che era ormai vicino all'omega di una esistenza segnata da interminabili catene di omicidi e da stragi di innocenti, senza dirlo in modo esplicito, i suoi legali di fiducia che a giugno avevano chiesto invano la sua scarcerazione per consentirgli "una morte dignitosa". Lo Stato aveva risposto con un no, motivandolo in modo semplice: l'assistenza ospedaliera consentiva il rispetto dei principi umanitari che la Costituzione assicura anche ai detenuti. Muore ancora da "capo dei capi" di Cosa Nostra, "orientato e dalle capacità di capire e di esprimersi", come hanno stabilito i periti sino a pochi mesi fa. E' malato di cuore, in una fase terminale. La moglie di Totò, Ninetta Bagarella, 72 anni, è in contatto con i responsabili del carcere. Così i suoi figli, Giuseppe Salvatore, Giovanni, Lucia e Maria Concetta. In queste ore, il ministro Orlando, ha consentito alla famiglia di stargli vicino in queste ultime ore. L'autorizzazione è già stata firmata. Pochi giorni fa, il 25 ottobre, era morta la sorella di Ninetta, Maria Matilde; il questore aveva vietato i funerali pubblici a Corleone. Poche persone avevano partecipato alle esequie nella chiesa dove la moglie di Riina va tutte le domeniche a messa.
Da mesi ormai il "capo dei capi", che lascia alle sue spalle una scia di sangue che parte dagli Anni '50, con i primi delitti e l'esecuzione di Michele Navarra, nel 1958, il numero uno di quel tempo lontano, versa in precarie condizioni di salute. E' in carcere dopo decenni di latitanza, dal 15 gennaio 1993, quando fu arrestato a Palermo dai carabinieri del capitano Ultimo. Le perizie mediche di maggio e giugno avevano già messo in rilievo le sue gravissime condizioni di salute ma sino a pochi mesi fa, Riina aveva continuato a partecipare alle udienze dei suoi infiniti processi, vigile e attento, e ancora minaccioso, anche in video-conferenza. Ma nel giugno 2017, il suo avvocato, Luca Cianferoni, aveva lanciato un appello per denunciare lo "stato di incompatibilità con la permanenza in carcere".  Ma il Tribunale di sorveglianza di Bologna, nel maggio 2016, aveva deciso che "lo stato di detenzione nulla aggiunge alle sofferenze della patologia, essendo il rischio dell'esito infausto pari e comune a quello di ogni cittadino, anche in stato di libertà". Il suo epigono, Bernardo Provenzano, morì in circostanze simili alle sue, a 83 anni, nell'ospedale San Paolo di Milano, per un tumore. Anche lui restò inchiodato al 41bis sino all'ultimo, quando ormai era in uno stato di semi-incoscienza. Era il 13 luglio 2016. Anche allora il questore di Palermo "per motivi di ordine pubblico" vietò i funerali. E' quasi scontato che saranno adottate le stesse misure anche per "Totò u curtu" o "La Belva", il boss che decise anche la morte di Falcone, Borsellino e degli agenti delle scorte. Ma in Sicilia, a Palermo e Corleone, quel giorno, comunque, non sarà uno qualsiasi.
Italia
Chiusa l’inchiesta sui depistaggi del caso Cucchi
Chiusa l’inchiesta sui depistaggi del caso Cucchi
Otto ufficiali dei carabinieri accusati di vari reati, fra cui la manomissione della nota sullo stato di salute del giovane geometra romano. Soddisfazione della sorella Ilaria
Grillo (la ministra) e grillini NI VAX
Grillo (la ministra) e grillini NI VAX
Oggi in vigore la legge Lorenzin che impone l'obbligo dei vaccini a scolari e studenti, ma Grillo minaccia una nuova legge all'insegna "della scelta senza imposizioni". Puoi ammette: "C'è un'epidemia di morbillo"
La Tav è morta, viva la Tav
La Tav è morta, viva la Tav
Si rimanda a data da destinarsi, come da prassi, vietando a Telt di bloccare i capitolati di gara ma al tempo stesso autorizzandola a emettere avvisi per 2,3 miliardi di euro
Donne, quanto cammino ancora da fare
Donne, quanto cammino ancora da fare
Oggi la giornata dedicata alle donne, tempo di bilanci. Intervista al giurista Vincenzo Maltese. Dai conflitti familiari alle violenze di genere. Ancora discriminazioni
Elezioni Vercelli, l'ora del 'Lone Ranger'
Elezioni Vercelli, l
Luca Pedrale, candidato per una lista civica, ha commissionato un sondaggio alla Ghisleri con un risultato sorprendente: sbaraglierebbe gli avversati di tutte le formazioni. Scenari possibili anche a livello nazionale?
TAV, CONTE FA L'ARBITRO
TAV, CONTE FA L
Mentre a Roma Conte riunisce i suoi vice per un vertice (“non risolutivo”) sull’Alta Velocità, la Torino che vuole la Tav fa sentire la propria voce. Intervista a Fabrizio Ricca della Lega e Mino Giachino, promotore dei comitati Sì Tav
Orune, agguato in armi alla cisterna
Orune, agguato in armi alla cisterna
Uomini incappucciati bloccano autocisterna e, sotto la minaccia delle armi, costringono l'autista a versare il latte in strada. Dieci pastori denunciati per blocchi stradali. Tensione nel giorno delle elezioni
Sanità, Formigoni va in carcere
Sanità, Formigoni va in carcere
Dopo la condanna in giudicato di 5 anni e 10 mesi, il provvedimento eseguito dai carabinieri. L'ex governatore della Lombardia, il cui sistema sanitario è tra i migliori d'Europa, accusato di aver favorito aziende in cambio di favori
Condannato il figlio di Giovanni Rana
Condannato il figlio di Giovanni Rana
La Cassazione ha ribadito la condanna al risarcimento di un ex manager omosessuale definito “finocchio” sul posto di lavoro
"Nord Corea 007? Non c'entriamo nulla"
"Nord Corea 007? Non c
La figlia del diplomatico in fuga avrebbe scelto volontariamente di rientrare in patria per "vedere i nonni". Salvini non risponderà alle interrogazioni del