LOGLI CONDANNATO A 20 ANNI

| Confermata in appello a Firenze la condanna in primo grado per Antonio Logli, marito di Roberta Ragusa. I difensori: "Testi non credibili". Ma i giudici credono a chi lo ha visto litigare con la moglie la notte in cui sparì

+ Miei preferiti

 La Corte d’assise d’appello di Firenze, ha confermato nel tardo pomeriggio la condanna in primo grado, 20 anni di carcere, inflitta ad Antonio Logli, attualmente ancora libero. La moglie. Roberta Ragusa, 44 anni, svanì nel nulla nel gennaio 2012 dalla sua villetta di Gello, in via Dini, nella provincia di Pisa. Antonio Logli, condannato per omicidio volontario e distruzione di cadavere ha atteso, secondo i suoi legali “sereno e con fiducia” la sentenza, ma adesso il suo stato d'animo è profondamente diverso. Ha detto qualcosa ai suoi avvocati, dopo la lettura delle sentenza, poi ha lasciato l'aula con una somorfia di disappunto, gli occhi bassi. Ultima speranza la Cassazione.

Sara Calzolaio


 Al suo fianco anche il figlio Daniele che per lui ha scritto una memoria in cui lo difende con passione. Daniele è stato criticato dai familiari della madre a cui "avrebbe inflitto una sofferenza indicibile, lei che per loro ha dato tutto, anche la vita, nel saperlo indifferente alla sua sorte". Attraverso i legali, il giovane aveva però precisato che, pur difendendo il padre, non aveva affatto dimenticato l'affetto per la mamma sparita da così tanto tempo. La stessa posizione della sorella. Nell’udienza del 28 marzo, la richiesta da parte del pubblico ministero Filippo Di Benedetto della conferma della pena già inflitta il 21 dicembre 2016: 20 anni e il carcere. Al centro la deposizione dei testi che videro la coppia litigare la notte della scomparsa in strada. Secondo la difesa, sono “inattendibili”.  Resta sospeso il caso del padre Valdemaro. Ha affermato di essere convinto dell’innocenza del figlio quanto dell’allontanamento volontario della nuora. «Credo si sia fatta aiutare da un’agenzia specializzata che permette alla gente di andarsene senza lasciare traccia – ha detto l’ottantenne –. Roberta è una brava donna, ma sembrava stanca della routine familiare». Logli ha smentito con forza il padre, definendo l’intervista “inopportuna” e “fuorviante”.

la presidente Maria Cannizzaro, la giudice a latere Silvia Mugnaini e la giuria popolare hanno creduto in piano tesi della accusa, che punta a portare subito in carcere Logli. Credono a Loris Gozi  che la notte, fra il 12 e il 13 gennaio 2012, ha visto Logli due volte prima da solo e poi con Roberta, a bordo della loro auto. Che riconosce "senza esitazioni". I due litigano, sono in via Gigli, non distanti dalla loro casa. Gozi stava accompagnando a casa la moglie Anita Gombi, uscita dal lavoro. Mezzora dopo, all'una, esce di nuovo e rivede i due.  Si confonde con i modelli delle auto di famiglia di Logli e della moglie, una Escort e una Citroen. Poi precisa meglio, in due tempi, le circostanze del riconoscimento.  I giudici non sembrano avere dubbi, anche se la testimonianza-chiave arriva solo mesi dopo, a ottobre. "Sono un Sinti e per noi collaborare con la polizia vuile dire essere isolati per sempre, poi ho dovuto dirlo". Manca ancora il verdetto della Cassazione, per ora è  Logli ad avere ucciso la moglie per poi distruggerne e occultarne il corpo. E non può, secondo i giudici, essere fuggita da un matrimonio finito dopo l’ultimo litigio avuto col marito, legato da anni alla collaboratrice della scuola guida, Sara Calzolaio con cui vive tuttora sotto lo stesso tetto, compresi i figli di Roberta, apertamente schierati con il padre.

Galleria fotografica
LOGLI CONDANNATO A 20 ANNI - immagine 1
LOGLI CONDANNATO A 20 ANNI - immagine 2
LOGLI CONDANNATO A 20 ANNI - immagine 3
LOGLI CONDANNATO A 20 ANNI - immagine 4
LOGLI CONDANNATO A 20 ANNI - immagine 5
LOGLI CONDANNATO A 20 ANNI - immagine 6
Italia
Una tavolozza chiamata Mini
Una tavolozza chiamata Mini
Giovedì 31 maggio, presso la concessionaria Autocrocetta di Torino, è prevista la premiazione dei lavori dei ragazzi del progetto “Ars Capiva”, a cui è stato chiesto di interpretare l’intramontabile Mini
"Sale lo spread, pagheremo tutti"
"Sale lo spread, pagheremo tutti"
Attacco su Facebook di Renzi al duo Salvini-Di Maio: "Se cercate i colpevoli, fatevi un selfie. Il conto dei vostri errori lo pagheranno subito gli italiani con l'aumento dei mutui e del costo del denaro"
Rossella stuprata e uccisa dai mostri del Circeo
Rossella stuprata e uccisa dai mostri del Circeo
Fu vista su una Land Rover e uno dei killer del Circeo, Andrea Ghira, ne aveva una eguale, mentre Gianni Guido possedeva una villa a Cortina, non distante da Tai di Cadore. Riscontri sul racconto di Izzo. La famiglia: "Incubo finito"
"Italia tra miracoli ed eurofobia"
"Italia tra miracoli ed eurofobia"
Editoriale sul britannico Guardian sulla situazione di stallo, con la politica in ballo tra promesse elettorali miracolistiche e il braccio di ferra tra Quirinale e l'economista anti-tedesco
Terzi al mondo per autovelox
Terzi al mondo per autovelox
Nella poco piacevole classifica, ci superano solo il Brasile e la Germania. Noi italiani ci difendiamo con 23.600 apparecchi fra fissi e mobili
Chiodi sulle strade del Giro in nome di Hamas
Chiodi sulle strade del Giro in nome di Hamas
Tentato sabotaggio della corsa ciclistica a causa della prima tappa in Israele. Da giorni il tam tam sul web antagonista: attaccare il Giro d'Italia. E oggi in Val Susa presidio di protesta No Tav
Migliaia di animali selvatici catturati
Migliaia di animali selvatici catturati
Sette arresti in Calabria per i bracconieri che catturano animali protetti per poi venderli a un racket internazionale. Spaventoso danno ecologico. L'operazione dei carabinieri ancora in corso
Incertezze giallo-verdi, già bruciati 51 miliardi
Incertezze giallo-verdi, già bruciati 51 miliardi
Calo del 7 per cento in pochi giorni, mercati spaventati dalle vicende politiche in atto nel Paese. Lo spread prima a 216 poi scende 206. L'analisi de "IlSole24ore"
"Teppisti di nuovo in aula, vergogna"
"Teppisti di nuovo in aula, vergogna"
I genitori di alcuni studenti della scuola di Lucca dove è stato aggredito un professore, contestano il rientro in aula di tre dei minori indagati: "Messaggio sbagliato, i valori non contano più"
Stupro Sorrento, il branco resta in carcere
Stupro Sorrento, il branco resta in carcere
Il Gip respinge le prime richieste di libertà, attesa per il Riesame. Le difese insistono: "Donna consenziente, allontanò la figlia per stare con i barman da sola". Gli accusati si contraddicono