Test d'ingresso nel caos: correzioni sbagliate

| Magistrali di Psicologia della Sapienza, prove invalidate. Disagio per chi, invece, aveva seguito la procedura corretta

+ Miei preferiti
La storia complicata degli studenti che da tutta Italia sostengono il test d'ingresso alle Magistrali di Psicologia alla Sapienza.

Nella serata del 13-09- 2017 vengono pubblicate le graduatorie, e alcuni studenti riscontrano la seguente anomalia: cliccando per visionare la correzione del compito vengono reindirizzati a un compito che non è il loro.

Nella stessa sera le graduatorie, così come la possibilità di controllare il proprio compito, vengono rimosse, con la promessa di una tempestiva correzione pubblicazione. Il giorno dopo compare questo avviso: "Test invalidato". Agli studenti non sono state fornite spiegazioni esaustive sulla natura dell'errore, si parla solo di errore informatico-sistematico e, rifiutando qualunque alternativa, viene data una sola chance. Oltre l'ovvio disagio per coloro ai quali il test è stato corretto adeguatamente, e l'onere monetario e logistico degli studenti fuori Roma, molti candidati rischiano di perdere borse di studio, residenze convenzionate con LazioDiSU, contratti d'affitto, erasmus,e test d'ingresso in altri atenei. Gli studenti chiedono accesso libero in via straordinaria per tutti i candidati. 790 studenti per 700 posti divisi in 6 corsi di laurea magistrale. Un surplus di 15 studenti per corso. Nella speranza - alla fne - che situazioni simili non si ripetano.

Italia
Sardegna, il tracollo dei grillini
Sardegna, il tracollo dei grillini
Bassa affluenza, vince il giornalista Andrea Frailis del centrosinistra. Battuto il candidato grillino Luca Caschili, nonostante la calata dei big, con una perdita di voti, rispetto al 4 marzo, del 14 per cento in meno
Piersanti Mattarella liberò politica da mafia
Piersanti Mattarella liberò politica da mafia
La Sicilia, il governo, e le istituzioni ricordano il sacrificio, avvenuto 39 anni fa in via Libertà a Palermo, ad opera della mafia, del fratello del Presidente. Ucciso dai corleonesi con complicità mai chiarite
La mafia uccise Fava, ma fu per debolezza
La mafia uccise Fava, ma fu per debolezza
Il clan Santapaola di Catania, 35 anni, fece assassinare il giornalista Giuseppe Fava ma le sue denunce furono poi riprese dalle procure di Palermo e Catania
"Luca sparito? Doveva restare segreto"
"Luca sparito? Doveva restare segreto"
Il padre dell'architetto Luca Tacchetto, 30 anni, sparito il 15 dicembre nel Burkina Faso, è molto preoccupato. "C'è il rischio di pregiudicare le ricerche". Sparita anche la canadese Edith Blais. Ipotesi rapimento Isis, l'analisi
Edoardo Agnelli, quanto lontana è ancora la pace eterna
Edoardo Agnelli, quanto lontana è ancora la pace eterna
Non si spengono gli echi dei sospetti sulla morte a 46 anni, nel 2000, dello sfortunato rampollo di Casa Agnelli. Per gli iraniani non fu suicidio ma delitto. Ma mancano le prove. Per Radio1 è sempre "un mistero"
Di Maio ricoverato al Gemelli ma non è vero
Di Maio ricoverato al Gemelli ma non è vero
La notizia era comparsa per 24 secondi sul sito di Repubblica. Il direttore si è scusato con l'interessato e con i lettori. Tanto è bastato agli haters per esultare: "L'Italia è salva!", scrivevano nei post. Di Maio: "Faccio gli scongiuri"
Profughi Seawatch in Olanda
Profughi Seawatch in Olanda
Si sblocca la situazione dopo l'allarme lanciato dai medici sulle condizioni dei profughi a bordo della Ong Sea Watch accolta nella rada di Malta ma con il divieto di ormeggiare. Olanda accoglie profughi, compresi donne e bambini
"Controllerò i profughi di Palermo..."
"Controllerò i profughi di Palermo..."
Salvini contro il sindaco di Palermo che rifiuta di applicare le norme del decreto sicurezza varato dal governo giallo-verde. Lui tira dritto: "E' anti-costituzionale
La grande monnezza
La grande monnezza
L’ultimo affondo dell’anno verso l’abbandono di Roma è un regalo del New York Times. Una passeggiata per le vie della capitale del mondo, afflitta da tutti i mali possibili e passata attraverso una sequela di giunte incapaci
Dopo babbo Renzi, babbo Di Maio
babbo Boschi ecco babbo Di Battista
Dopo babbo Renzi, babbo Di Maio<br>babbo Boschi ecco babbo Di Battista
L'azienda del padre di "Dibba", lui però è socio, non paga i dipendenti e nemmeno la sorella. Poi debiti con banche, fornitori, lo Stato. Lo scrive Il Giornale. Lui va all'attacco: "Berlusconi, verrò di nuovo ad Arcore"