Ubiatar ti teletrasporta

| Nasce al Politecnico di Torino una community che mette in contatto chi viaggia e chi in quel momento non può farlo: i primi diventano gli occhi dei secondi

+ Miei preferiti
“Quanto vorrei essere lì”. Chi non l’ha mai detto, sognando di essere in un posto che non ha mai visto o in un angolo di mondo dove c’è stato e vorrebbe tornare?

Certo, se qualcuno si fosse messo d’impegno per realizzare un aggeggio adatto al teletrasporto, almeno questi problemi sarebbero risolti: basterebbe una pausa pranzo per fare un salto nel posto dei sogni, riempirsi gli occhi e tornare al lavoro, comunque soddisfatti.

A Torino, un piccolo gruppo di ingegneri del Politecnico, ha tentato di risolvere la lacuna creando una “app” che permette almeno in parte di essere ovunque si desideri, ma senza spostarsi. Si chiama “Ubiatar”, e ha fatto la sua comparsa al recente CES di Las Vegas. Nient’altro che una community in cui tutti gli iscritti - degli “avatar” in carne e ossa - non devono fare altro che autorizzare il collegamento di un altro utente che in quel momento sogna di trovarsi in quel posto. A quel punto niente limiti: è permesso sognare di passeggiare fra le vetrine della Quinta Strada di New York, sulle cime delle Ande, fra i calli di Venezia o al volante di una Ferrari, ma per quelle magie della tecnologia, vedendosi esaudire il desiderio grazie al collegamento con un “avatar” che in quel momento si trova lì. Il suo smartphone è pronto a diventare gli occhi del sognatore.

Nessun bisogno di parlarsi, sfarfallando fra le traduzioni: tutto si basa su una cartina che riproduce il pianeta con le posizioni degli avatar geolocalizzati e icone di facile comprensione.

Non è finita, perché per invogliare il collegamento fra utenti della community sconosciuti fra loro, la app prevede una forma di retribuzione per l’avatar ospitante, attraverso una criptomoneta, gli “Ubiatar Coin”. In più, com’è prassi nelle community, al termine della user experience la possibilità di lasciare un feedback, ovvero un punteggio sulla professionalità e la qualità delle immagini.

Italia
Piersanti Mattarella liberò politica da mafia
Piersanti Mattarella liberò politica da mafia
La Sicilia, il governo, e le istituzioni ricordano il sacrificio, avvenuto 39 anni fa in via Libertà a Palermo, ad opera della mafia, del fratello del Presidente. Ucciso dai corleonesi con complicità mai chiarite
La mafia uccise Fava, ma fu per debolezza
La mafia uccise Fava, ma fu per debolezza
Il clan Santapaola di Catania, 35 anni, fece assassinare il giornalista Giuseppe Fava ma le sue denunce furono poi riprese dalle procure di Palermo e Catania
"Luca sparito? Doveva restare segreto"
"Luca sparito? Doveva restare segreto"
Il padre dell'architetto Luca Tacchetto, 30 anni, sparito il 15 dicembre nel Burkina Faso, è molto preoccupato. "C'è il rischio di pregiudicare le ricerche". Sparita anche la canadese Edith Blais. Ipotesi rapimento Isis, l'analisi
Edoardo Agnelli, quanto lontana è ancora la pace eterna
Edoardo Agnelli, quanto lontana è ancora la pace eterna
Non si spengono gli echi dei sospetti sulla morte a 46 anni, nel 2000, dello sfortunato rampollo di Casa Agnelli. Per gli iraniani non fu suicidio ma delitto. Ma mancano le prove. Per Radio1 è sempre "un mistero"
Di Maio ricoverato al Gemelli ma non è vero
Di Maio ricoverato al Gemelli ma non è vero
La notizia era comparsa per 24 secondi sul sito di Repubblica. Il direttore si è scusato con l'interessato e con i lettori. Tanto è bastato agli haters per esultare: "L'Italia è salva!", scrivevano nei post. Di Maio: "Faccio gli scongiuri"
Profughi Seawatch in Olanda
Profughi Seawatch in Olanda
Si sblocca la situazione dopo l'allarme lanciato dai medici sulle condizioni dei profughi a bordo della Ong Sea Watch accolta nella rada di Malta ma con il divieto di ormeggiare. Olanda accoglie profughi, compresi donne e bambini
"Controllerò i profughi di Palermo..."
"Controllerò i profughi di Palermo..."
Salvini contro il sindaco di Palermo che rifiuta di applicare le norme del decreto sicurezza varato dal governo giallo-verde. Lui tira dritto: "E' anti-costituzionale
La grande monnezza
La grande monnezza
L’ultimo affondo dell’anno verso l’abbandono di Roma è un regalo del New York Times. Una passeggiata per le vie della capitale del mondo, afflitta da tutti i mali possibili e passata attraverso una sequela di giunte incapaci
Dopo babbo Renzi, babbo Di Maio
babbo Boschi ecco babbo Di Battista
Dopo babbo Renzi, babbo Di Maio<br>babbo Boschi ecco babbo Di Battista
L'azienda del padre di "Dibba", lui però è socio, non paga i dipendenti e nemmeno la sorella. Poi debiti con banche, fornitori, lo Stato. Lo scrive Il Giornale. Lui va all'attacco: "Berlusconi, verrò di nuovo ad Arcore"
Quei ragazzi ebrei salvati dalla gente
Quei ragazzi ebrei salvati dalla gente
Un memoriale a Nonantola, Modena, per ricordare l'aiuto della popolazione a 73 ragazzi ebrei salvati dai lager nazisti