Rimpatri costosi e difficili, Salvini e la realtà

| Il Faz tedesco riporta fedelmente e quasi senza commenti il discorso di insediamento del nuovo premier Giuseppe Conte. Perplessità sulla politica dei rimpatri dei clandestini promessa dalla Lega

+ Miei preferiti

Il Frankfurter Allgemeine Zeitung, considerato da molti il più autorevole giornale tedesco, dedica ampio spazio all'insediamento del nuovo governo italiano giallo-verde e al discorso di insediamento del premier Giuseppe conte. Sottolinea l'orgoglio del premier di sentirsi "populista e anti-sistema", e fa un resoconto puntuale delle posizioni annunciate in politica estera e sotto il profilo economico. Uniche perplessità riguardano i rimpatri promessi dalla Lega, giudicati poco realistici e assai costosi.

Redazione ISM

 

FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG (6 GIUGNO)

 

Il primo ministro italiano Giuseppe Conte ha presentato il programma di governo della coalizione di sinistra-populista del movimento di protesta Cinque Stelle e di destra, da parte della Lega nazionalista in entrambe le camere del parlamento. Conte ha dichiarato esplicitamente di essere populista e ostile al sistema - a condizione che il populismo sia inteso come un impegno per gli interessi del popolo e l'ostilità anti-estabilishment come la lotta contro un sistema politico incrostato e lontano dal popolo.

"Abbiamo avviato un cambiamento radicale e ne siamo orgogliosi", ha dichiarato. Il voto di fiducia al Senato è andato senza intoppi martedì sera, la maggioranza di 171 senatori ha espresso la propria fiducia nel nuovo governo. 117 hanno votato contro, 25 si sono astenuti. La Camera dei rappresentanti voterà oggi. I due partiti populisti hanno la maggioranza in entrambe le camere.
 
"L'Europa è la nostra casa".
 
Nella parte di politica estera del suo intervento, più volte interrotta dagli applausi delle forze governative, il Presidente del Consiglio non iscritto ad alcun partito,  si è dichiarato favorevole alla permanenza dell'Italia nell'Alleanza Atlantica e all'amicizia con gli Stati Uniti. Nel contempo, ha sottolineato il crescente ruolo geopolitico della Russia e ha ribadito la richiesta di revocare le sanzioni occidentali nei confronti di Mosca.
 
"L'Europa è la nostra casa", ha detto Conte. Ma l'Unione deve diventare più forte e più giusta. Il Presidente del Consiglio, affiancato da Matteo Salvini, Presidente della Lega e Ministro dell'Interno, e Luigi Di Maio, Ministro del Lavoro delle Cinque Stelle, ha annunciato che Roma metterà fine "al business dell'immigrazione, che è cresciuta oltre ogni misura con il pretesto della falsa solidarietà". La migrazione è il primo banco di prova per una nuova forma di dialogo con i partner europei.
 
Eurocritica e populismo
 
Roma chiederà una revisione delle regole di Dublino per raggiungere una "equa distribuzione delle responsabilità", ha dichiarato Conte. L'Italia chiede la distribuzione "vincolante" e "automatica" dei migranti nell'UE. Con l'applauso del Ministro dell'Interno Salvini, Conte ha respinto l'accusa di crescente xenofobia in Italia: "Non siamo razzisti e non lo saremo mai". Il governo si batterà per i diritti di quei migranti "che arrivano legalmente nel nostro paese".
 
L'imposta sul reddito
 
Flessibilità e responsabilità personale nel proprio ufficio, retribuzione equa, orari di lavoro flessibili e un'ampia gamma di opportunità di formazione, il nuovo regime fiscale offre molti vantaggi per i consulenti a tempo parziale o a tempo pieno. Il neo-governo è atteso però da un'ampia gamma di compiti. Nel settore della politica sociale ed economica, Conte ha promesso di ridurre gli ostacoli burocratici, creare posti di lavoro ben retribuiti e, in generale, una società più giusta basata sulla solidarietà. L'emigrazione di giovani italiani istruiti deve essere contrastata con decisione. Il governo investirà di più nelle energie rinnovabili e porterà avanti l'abbandono delle fonti di energia basate sul carbone. Sarà intensificata la lotta contro la criminalità organizzata e la mafia, contro la corruzione e i reati violenti.
 
Salvini attacca Tunisi
 
Salvini, nel frattempo, ha provocato una prima crisi diplomatica. Il Ministro dell'Interno aveva affermato nel fine settimana che Stati del Maghreb come la Tunisia hanno consapevolmente "esportato" criminali in Europa. Il governo tunisino ha poi dsubito richiamato l'ambasciatore italiano presso il Ministero degli Affari Esteri e gli ha presentato una nota di protesta. Poco dopo il giuramento di venerdì, Salvini aveva annunciato la rapida espulsione degli immigrati clandestini. Si spenderanno meno soldi e risorse per gli immigrati clandestini e ci si occuperebbe invece degli italiani socialmente svantaggiati. Al Ministero dell'Interno, però, Salvini ha dovuto apprendere dai suoi alti funzionari che anche i rimpatri comportano costi elevati, pari a circa 5.800 euro a persona. Inoltre, Roma non è ancora riuscita a concludere accordi con tutti i Paesi da cui provengono i migranti per infine rimpatriare i rifugiati per motivi economici. In Calabria, nel sud dell'Italia, martedì i migranti hanno protestato contro la morte di un rifugiato del Mali che era stato ucciso a colpi di arma da fuoco nel fine settimana. Si dice che l'uomo di 29 anni sia stato sorpreso a rubare lamiere per costruire una capanna. Nella zona di Gioia Tauro, migliaia di migranti vivono in baraccopoli e sono sfruttati come schiavi con un salario orario di circa tre euro per la raccolta degli agrumi. Il Primo Ministro Conte ha espresso le sue condoglianze alla famiglia dell'uomo che aveva un permesso di soggiorno. La politica deve garantire che tutti in Italia possano vivere in condizioni dignitose.

 

THE GUARDIAN (5 GIUGNO)

Il nuovo governo italiano offre un insieme di politiche economiche contraddittorie che, se attuate, si dissolveranno rapidamente. È questa l'opinione dell'economista che, fino a venerdì, era sulla buona strada per diventare il ministro delle Finanze italiano nel governo dei tecnici incaricati dal presidente del Paese. Marcello Messori, direttore della Scuola di Economia Politica Europea dell'Università Luiss di Roma, si è fatto da parte dopo che il Movimento Cinque Stelle e la Lega - vincitori delle recenti elezioni politiche in Italia - sono riusciti nel secondo tentativo di trovare un accordo di coalizione.

Durante un fine settimana tranquillo, Messori stava contemplando la lista dei ministri proposta dalla coalizione per il primo ministro, Giuseppe Conte - un professore di diritto poco conosciuto che non appartiene a nessuno dei principali partiti - e non è neanche un membro del parlamento.

Conte è stato bloccato all'inizio della settimana dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella dopo la mancata nomina di un ministro dell'economia euroscettico, una decisione che ha spinto la Lega di estrema destra e M5S anti-sistema ad abbandonare i colloqui.

In difficoltà, Conte ha accettato di cercare altrove un ministro dell'Economia, prendendo contatto con il professor Giovanni Tria, forte di un curriculum su cui spicca l'incarico di presidente della Scuola Nazionale Italiana di Pubblica Amministrazione, principale centro di formazione per alti funzionari pubblici.

Messori teme che Tria e Conte lottino per conciliare politiche fiscali e di spesa che, insieme, potrebbero far esplodere il deficit pubblico in modo incontrollato. "In Italia si scherza sull'avere un amico ubriaco che porta in giro una bottiglia di vino. È uno scherzo perché è impossibile", dice.

"L'attuale accordo contrattuale tra le due parti non solo è incompatibile con le norme dell'Unione europea, ma anche con la stabilità economica", aggiunge. "Smascherare insieme le loro politiche quando non solo erano molto diverse ma anche contraddittorie è un modo disastroso di fare politica”. La coalizione sta cercando di aumentare la spesa pubblica per il benessere e le infrastrutture introducendo una tassa forfettaria del 15% per gli individui e del 20% per le imprese.

"La coalizione mira a ridistribuire il reddito alle famiglie più povere, ma se lo si fa attraverso il sistema fiscale, il governo sarà a corto di liquidità e le prestazioni sociali su cui si basano saranno tagliate, lasciandoli in una situazione peggiore", dice.

Le imposte forfettarie sono ben note per offrire enormi vantaggi a coloro che pagano di più, mentre le famiglie a basso reddito ne guadagnano ben poco. Inizialmente, anche il governo subirebbe un drastico calo del reddito. Ma i momenti difficili meritano politiche radicali, dice la coalizione, che ha addirittura proposto la creazione di una moneta elettronica parallela nel tentativo di ridurre il costo delle esportazioni italiane. L'agenzia di rating Standard & Poor's descrive l'uso di "mini-BoT" - che prendono il nome dai buoni del Tesoro italiani, noti come BoT - come una messa in discussione della sopravvivenza dell'unione monetaria europea e come un "allarme rosso" per gli investitori internazionali.

Ma ci sono molti dati economici che dimostrano che la coalizione può prendere il suo tempo prima di assumere decisioni radicali. Da un lato, eredita un'economia che in qualche modo si trova in condizioni migliori rispetto a qualsiasi altro momento, dopo il crollo del 2008. Il paese esporta più di quanto importa, con il risultato che l'anno scorso ha registrato un'eccedenza della bilancia dei pagamenti di 46 miliardi di dollari. Il disavanzo di bilancio del governo è basso, pari al 2,3%, e perfino in calo. E il suo tasso di crescita nominale - prima di tener conto dell'inflazione - è più rapido del tasso di indebitamento, il che significa che il rapporto debito/PIL di Roma è in calo.

Nella sua ultima valutazione, l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) afferma che le esportazioni e gli investimenti delle imprese sono sempre più alla base di una solida ripresa. Tuttavia, la relazione fornisce anche alla coalizione molti spunti per affermare che l'economia ha bisogno di una medicina radicale.

Lo scorso anno il tasso di crescita del PIL italiano è stato pari a quello di Francia e Regno Unito, attestandosi all'1,6%. Ma si prevede che scenderà all'1,4% quest'anno e all'1,1% il prossimo. Questo declino si spiega in parte con il calo della crescita mondiale. Ma è anche il risultato di problemi strutturali che da decenni affliggono l'economia italiana.

La bassa produttività è comune nelle regioni al di fuori della centrale elettrica nord-orientale che va da Milano a Venezia. Gli investimenti pubblici sono modesti e negli ultimi anni sono stati ostacolati tanto dalle nuove norme in materia di appalti pubblici quanto dai severi limiti di spesa. Il livello di occupazione femminile rimane basso secondo gli standard dell'OCSE e si traduce in un'occupazione complessiva del 58%. Il tasso di occupazione del Regno Unito è invece superiore al 72%.

 
Italia
Roma infiltrata da tutte le mafie
Roma infiltrata da tutte le mafie
Allarme dalla relazione della Dia. Cosche calabresi, campane, il clan dei Catatonica al centro delle indagini con arresti e sequestri imponenti di beni. Fenomeno "Grave e radicato"
Bertolaso di nuovo assolto
Bertolaso di nuovo assolto
L'ex capo della Protezione Civile nel processo Commissioni Grandi Rischi non aveva sottovaluto il rischio sismico. Condannato solo il suo vice. Parte civile delusa: "Assolto con formula dubitativa"
Anno dei record, caldo e piogge torrenziali
Anno dei record, caldo e piogge torrenziali
Più 1,40 gradi rispetto alla media storica dal 1800 a oggi. Ma i cambiamenti climatici hanno portato anche a fortissime precipitazioni, grandine e tempeste di vento. Con gravi danni all'agricoltura. I dati di Coldiretti
Msf: "Morti 600 naufraghi in un mese"
Msf: "Morti 600 naufraghi in un mese"
Dopo il blocco delle navi Ong, nel Mediterraneo sono morte 600 persone in un mese, compresi bambini e donne. Lo afferma Medici senza frontiere in base ai rapporti Onu
Gli operai di Melfi contro Ronaldo
Gli operai di Melfi contro Ronaldo
Tre giorni di protesta negli stabilimenti in Molise, per contestare la cifra spesa dalla Juventus per acquistare il fuoriclasse portoghese, “In un momento che l’azienda definisce difficile e senza che all’orizzonte si vedano nuovi modelli"
Le app-spia che tracciano vita e abitudini
Le app-spia che tracciano vita e abitudini
Dopo Strava nel mirino anche Polar. In teoria servono per gestire le attività sportive, ma in teoria possono rivelare dettagli importanti e dati sensibili. Tracciati soprattutto militari che prestano servizio nelle basi Nato
Cinquanta sfumature di Noir
Cinquanta sfumature di Noir
Quarta edizione per il seguitissimo Festival AG Noir di Andora, che ogni anno propone un programma fittissimo di incontri con autori e addetti ai lavori. Premiato il volume di Fabio Federici e Alessandro Meluzzi
A Bolzano gli stipendi più alti
A Bolzano gli stipendi più alti
Salario medio attorno ai 1500 euro, il già basso a Ragusa con 1059. Bene Varese e Bologna. Sud in crisi, ok Benevento
Francesco ribalta la chiesa cilena
Francesco ribalta la chiesa cilena
Dimessi altri due vescovi legati al pedofilo Fernado Karadima. I prelati non sarebbero intervenuti in tempo per denunciare gli abusi
Richieste asilo, bocciate 6 su 10
Richieste asilo, bocciate 6 su 10
Pratiche in aumento, nel volgere di pochi anni, del 30 per cento. Il Tribunale di Milano, la Lombardia ha accolto il 14 per cento dei migranti a livello nazionale