Un intricato labirinto di indagini e psicanalisi

| Il colonnello dei Carabinieri Fabio Federici e lo psichiatra Alessandro Meluzzi sono stati i protagonisti di un incontro sulla criminologia ospitato alla IULM di Milano

+ Miei preferiti
Di Germana Zuffanti
Una delle sale della “IULM”, celebre università milanese dedicata alle lingue e la comunicazione, martedì 23 gennaio ha ospitato una nuova tappa del tour di presentazione del volume “Il se e il ma delle investigazioni” (edizioni Oligo), un libro che rappresenta le riflessioni criminologiche e l’esperienza diretta dei due autori, Fabio Federici e Alessandro Meluzzi.

Federici è un colonnello dei Carabinieri pluridecorato, ma anche un giornalista pubblicista, un “crime analyst” docente di corsi universitari e seminari con una lunga esperienza investigativa vissuta su numerosi casi di risonanza mediatica e inchieste in materia di criminalità organizzata e di contrasto al fenomeno dell’immigrazione clandestina.

Meluzzi, volto noto della televisione, è un medico psichiatra, psicologo forense e criminologo, nonché giornalista e autore televisivo, consulente tecnico in materia civile e penale e autore di importanti pubblicazioni.

Il loro saggio è una sorta di manuale da tenere sulla scrivania, idealmente dedicato al giornalista, allo studioso che si approccia ad un delitto o anche solo a chi vuole avere una chiave di lettura nell’attuale sistema delle investigazioni.

Sulla scia del saggio del grande illuminista italiano Cesare Beccaria del 1764, “Dei delitti e delle pene”, quello di Federici e Meluzzi è un volume che potrebbe essere addirittura oggetto di studio nelle scuole: ciò che emerge, al di là delle raffinate citazioni classiche e della ripresa del codice penale, è il necessario approccio multidisciplinare che si deve tenere per arrivare alla meta di ogni investigatore: la “risoluzione del caso”.

La copertina del libro è rappresentativa del contenuto del saggio: ciò che conta è la semantica, gli indizi e le costruzioni logiche, in un labirinto che può essere quello dell’assassino come quello dell’investigatore che raccoglie, intuisce e deduce, tenendo a mente un solo duplice obiettivo: verità e giustizia. Un labirinto in cui, come in una tragedia greca, si intreccia il bene ed il male, e la finzione è utile per arrivare al vero.

Al convegno, aperto dal saluto del Rettore dell’IULM Mario Negri, hanno partecipato ospiti e relatori illustri: il Generale di Divisione Teo Luzi, Comandante della Legione Carabinieri “Lombardia”, il quale ha parlato del suo passato da coordinatore di indagini importanti che lo hanno coinvolto profondamente, Siria Magri, Vice Direttore “Videonews Mediaset” e responsabile e curatrice di vari programmi Mediaset, in particolare della trasmissione  “Quarto Grado”, che ha parlato del ruolo dei media e della sua personale esperienza nella trattazione giornalistica di eventi importanti, Ilaria Mura, giornalista di punta ed inviata della trasmissione televisiva “Quarto Grado” che ha moderato e parlato della sua esperienza lavorativa ed umana e Luca Crovi, critico letterario e musicale, giallista e saggista, redattore presso la “Sergio Bonelli Editore”, che ha introdotto anche il tema della popolarità della “letteratura noir”.

Alla base dell’incontro alcuni casi di cronaca vissuti direttamente dagli autori ed i diversi approcci, quello dell’investigatore raffinato e quello dello psichiatra, al fine di chiarire gli elementi fondanti di un’indagine e dell’influenza dei media, che spesso aiutano ma altre volte “inquinano” le prove scatenando reazioni fuorvianti degli indiziati sulla scia dell’onda emotiva mediatica.

Si è parlato quindi del rapporto tra crimine e società, della raccolta degli indizi e delle prove sulla scena del crimine, della relazione diretta fra crimine e giustizia.

Il libro sarà presentato il prossimo 10 febbraio presso la Sala Grande del “Circolo dei Lettori” di Torino, alla presenza di relatori di fama come Giorgio Vitari, avvocato generale dello Stato, Massimo Numa, giornalista de “La Stampa” e Ilaria Mura, giornalista televisiva.

I due scrittori devolveranno integralmente i diritti d’autore derivati dalle vendite del libro all’Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari dell’Arma dei Carabinieri, unico ente autorizzato per dare un aiuto concreto ai figli degli agenti caduti in servizio.

Galleria fotografica
Un intricato labirinto di indagini e psicanalisi - immagine 1
Un intricato labirinto di indagini e psicanalisi - immagine 2
Un intricato labirinto di indagini e psicanalisi - immagine 3
Italia
Rossella, primi riscontri sul delitto
Rossella, primi riscontri sul delitto
Fu vista su una Land Rover e uno degli assassini del Circeo, Andrea Ghira, aveva un fuoristrada eguale mentre Gian una villa a Cortina d'Ampezzo, non distante da Tai di Cadore. La famiglia della vittima: "Incubo finito"
Terzi al mondo per autovelox
Terzi al mondo per autovelox
Nella poco piacevole classifica, ci superano solo il Brasile e la Germania. Noi italiani ci difendiamo con 23.600 apparecchi fra fissi e mobili
Chiodi sulle strade del Giro in nome di Hamas
Chiodi sulle strade del Giro in nome di Hamas
Tentato sabotaggio della corsa ciclistica a causa della prima tappa in Israele. Da giorni il tam tam sul web antagonista: attaccare il Giro d'Italia. E oggi in Val Susa presidio di protesta No Tav
Migliaia di animali selvatici catturati
Migliaia di animali selvatici catturati
Sette arresti in Calabria per i bracconieri che catturano animali protetti per poi venderli a un racket internazionale. Spaventoso danno ecologico. L'operazione dei carabinieri ancora in corso
Incertezze giallo-verdi, giÓ bruciati 51 miliardi
Incertezze giallo-verdi, giÓ bruciati 51 miliardi
Calo del 7 per cento in pochi giorni, mercati spaventati dalle vicende politiche in atto nel Paese. Lo spread prima a 216 poi scende 206. L'analisi de "IlSole24ore"
"Teppisti di nuovo in aula, vergogna"
"Teppisti di nuovo in aula, vergogna"
I genitori di alcuni studenti della scuola di Lucca dove Ŕ stato aggredito un professore, contestano il rientro in aula di tre dei minori indagati: "Messaggio sbagliato, i valori non contano pi¨"
Stupro Sorrento, il branco resta in carcere
Stupro Sorrento, il branco resta in carcere
Il Gip respinge le prime richieste di libertÓ, attesa per il Riesame. Le difese insistono: "Donna consenziente, allontan˛ la figlia per stare con i barman da sola". Gli accusati si contraddicono
"Gli scudetti della Juve 34 e non 36"
"Gli scudetti della Juve 34 e non 36"
Avvocato napoletano denuncia alla procura il team bianconero: sul sito internet, in comunicati e dichiarazioni si insite sul numero 36 mentre due tornei sono stati invalidati dalla giustizia sportiva2. Aperto fascicolo
Bimbi maltrattati in Emilia, Friuli e Sicilia
Bimbi maltrattati in Emilia, Friuli e Sicilia
Educatrice allontanata da un asilo di Udine e indagata per maltrattamenti. A coloro due arresti: "Per punizione mangia nel piatto come un animale", avrebbe detto una maestra a un bambino. Maestra sospesa A Catania
Tutti in Slovacchia, chiude anche Honeywell
Tutti in Slovacchia, chiude anche Honeywell
Dopo Embraco di Chieri, anche la Honeywell di Atessa, in Abruzzo, chiude e sposta gli impianti in Slovacchia, 420 lavoratori a casa. Rabbia Fiom