Un tranquillo dopo-tragedia all’italiana

| Nulla di nuovo sotto il ponte: da quando il Morandi è crollato, vale tutto e il contrario di tutto. Dalle parole alle teorie complottiste, dalle minacce alle promesse

+ Miei preferiti
Parole, minacce e invettive: nel più classico e italiota strascico polemico del dopo strage, sul ponte di Genova da giorni si legge e si dice di tutto, letteralmente. Da popolo di allenatori di calcio a ingegneri strutturali il passo è breve.

I numeri, implacabile, segnano ancora 38 morti accertati e 15 feriti, di cui 9 particolarmente gravi, anche se all’appello mancano “fra 10 e 20 persone” che si teme possano essere ancora sepolti dal cemento armato del viadotto.

I più nauseati dal ping-pong mediatico sono i parenti delle vittime, che per buona parte hanno detto “no, grazie” ai solenni funerali di Stato, perché uno Stato che funziona dovrebbe sentirsi solenne prima di essere costretto a contare i morti. Dopo non vale.

Secondo Edoardo Rixi e Giovanni Toti, rispettivamente sottosegretario alle infrastrutture e presidente della Regione Liguria, il nuovo ponte potrebbe arrivare entro il prossimo anno. A pagarlo sarà la Società Autostrade, ma quasi certamente non sarà una società dei Benetton ad aggiudicarsi i lavori. A proposito, la famiglia trevigiana dopo aver subito attacchi di ogni tipo, ha rotto il silenzio assicurando che “farà tutto il possibile per favorire l’accertamento della verità e le responsabilità dell’accaduto”.

Ma la vicenda del ponte Morandi è una calamita di “fake news” e teorie complottiste come quella della “demolizione controllata”: piccole cariche esplosive che avrebbero fatto cedere i punti sensibili del viadotto causandone il crollo. Perché avrebbero dovuto farlo senza interrompere il traffico non è dato saperlo. Altri preferiscono affidarsi alla teoria che vuole l’uso di armi tecnologicamente avanzate basate sulle microonde: non quelle dei forni da cucina, ovviamente, ma onde capaci di smuovere le strutture senza lasciare traccia. E falso anche l’allarme sangue lanciato dall’ospedale San Martino di Genova: la struttura e l’Avis avrebbero smentito.

Per finire con il cane eroe che da giorni scava fra le macerie del viadotto Morandi: risalirebbe al 2001 e alla tragedia delle Torri Gemelle di New York. Ma tutto vale, per elemosinare qualche “like” in più.

Italia
TAV bocciata dal dossier costi-benefici
TAV bocciata dal dossier costi-benefici
Come ampiamente previsto, la commissione voluta dal ministro Toninelli ha smontato numeri e previsioni dell'Alta Velocità. Attesa per le reazioni della Francia, della UE e di Salvini, che si è sempre detto favorevole all’opera
Sardegna: la guerra del latte
Sardegna: la guerra del latte
Chiedono un prezzo al litro che gli permetta di sopravvivere: attualmente i 0,60 cent non bastano neanche per coprire le spese. Migliaia di litri di latte di pecora hanno imbiancato le strade dell’isola
Di Maio-Di Battista, disastro in Abruzzo
Di Maio-Di Battista, disastro in Abruzzo
Abruzzo test nazionale, con la Lega che raddoppia i consensi e la coalizione di centro destra vincente. Governatore il senatore Marco Marsilio di Fratelli d'Italia, Tiene Forza Italia. E la sinistra è in forte ripresa
"Bacioni al rosicone Travaglio"
"Bacioni al rosicone Travaglio"
Una vignetta di Mannelli deforma il volto del ministro trasformandolo in una specie di maiale. Ma la vignetta su Toninelli finì prima censurata poi pressoché nascosta. Salvini: "Sempre carini eh? Bacioni ai rosiconi"
Ecco il Sim, il primo sindacato dei carabinieri
Ecco il Sim, il primo sindacato dei carabinieri
Prime adesioni, un brigadiere come segretario, presidente il capitano Ultimo. "Ringraziamo il ministro della Difesa Trenta per l'aiuto". Programma ancora da definire
Di Maio e Di Battista scelgono i violenti
Di Maio e Di Battista scelgono i violenti
Ennesima capriola del Movimento 5stelle che si schiera con i Gilet Jaune che hanno provocato morti e devastazioni nelle città francesi. Alleanza in vista delle Europee. Ma un sondaggio Swg certifica il calo di consensi: dal 4 marzo meno 8%
Il marito di Kyenge candidato con la Lega
Il marito di Kyenge candidato con la Lega
Domenico Grispino ha firmato per Salvini e sarà candidato alle prossime comunali con la Lega. La moglie: "Ci siamo separati, faccia come vuole". Lui: "Aiutare gli immigrati a casa loro". Rapporti tesi
Pupularsi, vitalizi a sbaffo, a dettaglio e divani a parcheggio
Pupularsi, vitalizi a sbaffo, a dettaglio e divani a parcheggio
L'onorevole grillina Teresa Manzo infila una serie di strafalcioni esilaranti durante un intervento in aula. Forse non basta essere (in teoria) onesti per governare l'Italia
Parlamentari e sindaco sulla Sea Watch
Parlamentari e sindaco sulla Sea Watch
Salvini all'attacco: "Sono fuorilegge, subito inchiesta sui responsabili Ong". Fratoianni e Prestigiacomo: "Subito lo sbarco dei profughi". Il governo: "No"
Grillini, tornano persino i Sette Savi di Sion
Grillini, tornano persino i Sette Savi di Sion
Il falso della polizia zarista, usato anche per legittimare il genocidio degli ebrei, in un tweet del senatore grillino Lannuti. L'Ansa rileva "il silenzio" di Grillo e della Casaleggio Associati. Banche nel mirino