Un tranquillo dopo-tragedia all’italiana

| Nulla di nuovo sotto il ponte: da quando il Morandi è crollato, vale tutto e il contrario di tutto. Dalle parole alle teorie complottiste, dalle minacce alle promesse

+ Miei preferiti
Parole, minacce e invettive: nel più classico e italiota strascico polemico del dopo strage, sul ponte di Genova da giorni si legge e si dice di tutto, letteralmente. Da popolo di allenatori di calcio a ingegneri strutturali il passo è breve.

I numeri, implacabile, segnano ancora 38 morti accertati e 15 feriti, di cui 9 particolarmente gravi, anche se all’appello mancano “fra 10 e 20 persone” che si teme possano essere ancora sepolti dal cemento armato del viadotto.

I più nauseati dal ping-pong mediatico sono i parenti delle vittime, che per buona parte hanno detto “no, grazie” ai solenni funerali di Stato, perché uno Stato che funziona dovrebbe sentirsi solenne prima di essere costretto a contare i morti. Dopo non vale.

Secondo Edoardo Rixi e Giovanni Toti, rispettivamente sottosegretario alle infrastrutture e presidente della Regione Liguria, il nuovo ponte potrebbe arrivare entro il prossimo anno. A pagarlo sarà la Società Autostrade, ma quasi certamente non sarà una società dei Benetton ad aggiudicarsi i lavori. A proposito, la famiglia trevigiana dopo aver subito attacchi di ogni tipo, ha rotto il silenzio assicurando che “farà tutto il possibile per favorire l’accertamento della verità e le responsabilità dell’accaduto”.

Ma la vicenda del ponte Morandi è una calamita di “fake news” e teorie complottiste come quella della “demolizione controllata”: piccole cariche esplosive che avrebbero fatto cedere i punti sensibili del viadotto causandone il crollo. Perché avrebbero dovuto farlo senza interrompere il traffico non è dato saperlo. Altri preferiscono affidarsi alla teoria che vuole l’uso di armi tecnologicamente avanzate basate sulle microonde: non quelle dei forni da cucina, ovviamente, ma onde capaci di smuovere le strutture senza lasciare traccia. E falso anche l’allarme sangue lanciato dall’ospedale San Martino di Genova: la struttura e l’Avis avrebbero smentito.

Per finire con il cane eroe che da giorni scava fra le macerie del viadotto Morandi: risalirebbe al 2001 e alla tragedia delle Torri Gemelle di New York. Ma tutto vale, per elemosinare qualche “like” in più.

Italia
castigato dai giudici'>L'ex nunzio ultra-moralizzatore
castigato dai giudici
Lcastigato dai giudici' class='article_img2'>
L'arcivescovo Carlo Maria Viganò,il severo accusatore di Papa Francesco, condannato in primo grado a versare metà dell'eredità al fratello don Lorenzo, pure disabile. Storia di fratelli-coltelli finita in Tribunale. Somme ingenti
40000 contro Di Maio e Toninelli
40000 contro Di Maio e Toninelli
La rivolta gentile, senza odio e minacce, senza i teppisti dei centri sociali, scuote l'anima di Torino. Migliaia di cittadini, anche con la Lega, in piazza Castello, per salvare la Tav da grillini e ideologi del NO
La rivolta pacifica contro la decrescita infelice
La rivolta pacifica contro la decrescita infelice
La manifestazione oggi in piazza Castello (ore 11) a Torino, di fronte alla Regione con tutte le categorie produttive e sindacali del Piemonte per salvare l'Alta Velocità dal trio Di Maio-Toninelli-Grillo
Milano, bus al posto dei treni vuoti
Milano, bus al posto dei treni vuoti
Proposta choc di Trenord alla Regione Lombardia: eliminare le linee con pochi passeggeri. Penalizzate le piccole comunità. "Riguarda solo l'1% degli utenti, un modo per risparmiare"
Il sacrificio di Lele e la memoria corta
Il sacrificio di Lele e la memoria corta
Mentre infuria il caso Cucchi, muore intanto un altro carabiniere in servizio, travolto da un treno. Doveva arrestare un rapinatore che cercava di fuggire. E sullo sfondo la scarsa attenzione dello Stato nei confronti dell'Arma
Il gran finale della black week di Anonymous
Il gran finale della black week di Anonymous
Violati i sistemi di sicurezza informatica di enti pubblici e partiti politici, diffusi migliaia di dati sensibili di dipendenti e tesserati. La conclusione della settimana nera promessa con largo anticipo
Prescrizione, governo ancora in affanno
Prescrizione, governo ancora in affanno
Il ministro grillino Bonafede non "arretra di un millimetro" ma Salvini insiste: "Le riforme non si fanno con gli emendamenti"
Catanzaro e Vibo Valentia, sfonda il centro-destra
Catanzaro e Vibo Valentia, sfonda il centro-destra
Abramo e Solano sono i nuovi presidenti delle Province. Battuti i candidati Dem. Grillini non pervenuti
Torna a casa Cesare Battisti, in Italia ti aspetta il carcere
Torna a casa Cesare Battisti, in Italia ti aspetta il carcere
In Brasile Bolsonaro, con il suo programma di estrema destra, è stato eletto con il 55% dei voti. Ha promesso che concederà immediatamente l'estradizione dell'ex terrorista rosso, condannato all'ergastolo
"A Predappio apologia di fascismo"
"A Predappio apologia di fascismo"
Antifascisti contro le celebrazioni della Marcia su Roma a Predappio, dove nacque il capo del fascismo. Oltre 2 mila persone hanno portato in corteo una bandiera tricolore nella cripta dove riposa Mussolini