Il flop M5s nelle proteste anti-sistema si rischia un ritorno alla violenza

| Pentastellati battuti anche nei Comuni dove venivano accreditati almeno per sostenere il ballottaggio

+ Miei preferiti
L'affluenza cala ancora in Piemonte con il 61,8% in Piemonte, in linea con il dato nazionale, contro il 70,41% delle precedenti consultazioni. La crisi in Piemonte e nel Torinese del Movimento 5 stelle è drammatica e potrebbe avere pesanti ripercussioni a livello politico ma anche nella gestione delle vertenze più delicate, in primis il contrasto alla Tav Torino-Lione, e anche nel clima generale della Regione. Sino ad oggi, i pentastellatati avevano interpretato il dissenso, sia pure genericamente anti-sistema, in modo radicale ma sostanzialmente pacifico. Veniva così incanalata la protesta lungo le arterie istituzionali e del confronto, anche duro, ma essenzialmente politico. L'eccezione costituita da alcuni rappresentanti M5s, di "non dissenso" dalle proteste violente da parte di segmenti del movimento No Tav, ha però costituito un eccezione. Il sindaco di Torino, Chiara Apprendino, su questo punto, pur ribadendo ogni volta che può la sua contrarietà all'opera, ha sempre stigmatizzato l'uso della violenza, attirandosi così le critiche degli attivisti. Da ora in poi, una parte dell'area radicale rischia di perdere un perimetro dove esprimersi con una forte protezione ideologica e politica, costituita appunto dall'opposizione grillina. Le conseguenze non saranno immediate ma sulla lunga distanza, quando sarà chiaro che l'opzione di portare il contrasto all'interno del circuito istituzionale è stato totalmente inutile. 

CITTA' E PAESI

Coma cambia il quattro politico, nei grandi e nei piccoli comuni, dove, per esempio, le questioni ambientali erano al centro del programma. Intanto le città. Federico Borgna vince a Cuneo al primo turno. Con Moderati, Pd e Udc il sindaco uscente ha raggiunto il 60,6 per cento dei voti in una partita che non ha avuto storia. Isoardi, candidato M5S, ha sfiorato solo il 6 per cento. Ad Asti Maurizio Rasero ha unito tutto il centro destra e si prende il 47,1 per cento dei voti.  Ballottaggio con la candidata del Pd Angela Motta con il 15,9 per cento. Fuori il Movimento Cinque Stelle. Ad Alessandria Rita Rossa, pd, andrà al ballottaggio con il candidato del centro destra Gianfranco Cuttica di Revigliasco. Sarà una battaglia all'ultimo voto. Grillini ko. candidato è arrivato quarto, macinato anche dalle liste civiche. A Grugliasco, Torino, grillini non pervenuti. Confermato al primo turno il sindaco Roberto Montà, così Barraco a Caselle, mentre ad Avigliana vince Andrea Archinà, con un lista civica No Tav, anche qui con M5s in piena crisi. Ballottaggio a Chivasso, con un duello tra il candidato del centro sinistra e lo sfidante del centro destra. Claudio Castello (35,58%) contro Matteo Doria (30,83), con un significativo flop del Movimento 5 Stelle. A Rivalta ballottaggio tra il sindaco uscente, il No Tav  Mauro Marinari e il candidato di centrosinistra Nicola De Ruggiero, con quest'imo sorprendentemente in testa. L'esito non è scontato ma i sostenitori di Marinari sono apparsi scossi. Non se lo aspettavano. Sul sindaco uscente dovrebbero però convergere i voti della lista M5s.

L’Analisi
Attacco hacker, ma non ci fermeranno
Attacco hacker, ma non ci fermeranno
Sventato un tentativo di bloccare ItaliaStarMagazine con un lungo attacco Dos al sito. Se mai gli autori fossero anarchici, intimidazioni inutili. Il giornale continuerà ad occuparsi di terrorismo. Nuovi attentati in Francia
La strage silenziosa dei disabili
La strage silenziosa dei disabili
Le vittime dei modi a volte violenti della polizia americana sono centinaia ogni anno, ma fra questi si nasconde un altro dato inquietante di cui non si parla affatto: molti di questi erano disabili. Lo dimostrano tre storie emblematiche
Gli avvocati che stanno inguaiando gli Stati Uniti
Gli avvocati che stanno inguaiando gli Stati Uniti
Gordon K. Sattro e Michael Cohen, il primo legale di Jimmy Bennett, l’altro di Donald Trump. Due professionisti che stanno mettendo a dura prova la credibilità di istituzioni e movimenti
QAnon, la cospirazione invade il web
QAnon, la cospirazione invade il web
Dall'ottobre 2017 un misterioso profilo twitter semina odio e paure ancestrali nei social mondiali. Sostiene Trump contro oscure trame, tra circoli pedofili e trust di banchieri e politici perversi. Seguaci Vip. Il video
Italiani maestri di download illegali
Italiani maestri di download illegali
Il 37 per cento scarica contenuti audio-visivi in modo illegale, tutti i dati ufficiali. Segni di miglioramento ma situazione ancora gravi
Dalla Turchia islamizzazione forzata
Dalla Turchia islamizzazione forzata
La politica di Erdogan punta a imporre posizioni sempre più radicali nei Paesi occidentali confinanti ma non solo. Pioggia di finanziamenti per le nuove moschee in Europa. Ma nessuno interviene
La rivolta fantasma contro gli ayatollah iraniani
La rivolta fantasma contro gli ayatollah iraniani
Media occidentali ignorano in modo totale le manifestazioni contro il regime iraniano. Ong e organizzazioni umanitarie si disinteressano del dissenso in Iran, che porta avanti battaglie pericolose e coraggiose
I Promessi Sposi Al Bano e Romina
I Promessi Sposi Al Bano e Romina
Una saga popolare che da 50 anni appassiona il Paese, tra colpi di scena e sviluppi imprevedibili. Aleggia l'ombra delle seconde nozze, auspice la suocera 95enne, ma il cantante-contadino non conferma. Come finirà?
Erdogan, verso una dittatura islamista
Erdogan, verso una dittatura islamista
Analisi dell'attuale situazione politico-militare in Turchia e le possibili conseguenze in Europa. Le provocazioni e la pioggia di finanziamenti alle moschee nel territorio Ue
La Aquarius e altre cose che non vanno
La Aquarius e altre cose che non vanno
Proprio noi italiani, migranti affamati per decenni, passati dalla parte dei razzisti e xenofobi. Un problema che ha radici lontane, mai affrontato veramente da chi ci ha governato per tanto tempo