Piazza San Carlo, inchiesta alle battute finali

| Le testimonianze: "quattro mesi di calvario per una frattura, no speculazioni ma giustizia si". Caccia ai responsabili

+ Miei preferiti
Alla fine qualcuno sarà indagato. Gli inquirenti che lavorano sull'inchiesta in merito ai 1500 feriti, più la morte di Erika Bioletti, 38 anni, di Biella, sono giustamente chiusi nel massimo riserbo. Sono centinaia, ormai, le denunce, in sede civile e penale e gli interrogatori, da giugno ad oggi, non si sono mai interrotti. Sono stati oltre 200. Ma le responsabilità penali? Sarebbero state già individuate e alcune persone, coinvolte a diverso titolo nella pianificazione di quell'evento sciagurato, saranno presto iscritte nel registro degli indagati. Magari solo figure minori, quelli che hanno messo le firme. "Ho presentato un esposto - racconta uno dei feriti - attraverso uno studio legale direttamente in Tribunale, ho saputo che esiste un fascicolo in cui sono registrato come ‘parte offesa', ora vorrei che accadesse qualcosa di concreto. Sono stato lontano dal lavoro quattro mesi, mi sono rovinato le vacanze, faccio ancora fisioterapia per la frattura del ginocchio destro, schiacciato dalla folla in fuga. E zoppico ancora. Poi mi hanno rubato tutto, zaino, soldi, documenti, persino le scarpe. Nessuno vuole speculare ma un po' di giustizia, magari non farebbe male". Gli avvocati non si sbilanciano. La procura sta lavorando alacremente, presto ci saranno novità ma è difficile (e sarebbe interessante essere smentiti) se fossero individuati anche i responsabili politici e non solo funzionari di secondo livello e i quadri della società organizzatrice. Ma le speranze non sono molte, il concetto stesso di delega sembrerebbe escludere del tutto ipotesi di reato nei confronti di chi ha solo un ruolo apicale nell'amministrazione. A meno che….

L’Analisi
Attacco hacker, ma non ci fermeranno
Attacco hacker, ma non ci fermeranno
Sventato un tentativo di bloccare ItaliaStarMagazine con un lungo attacco Dos al sito. Se mai gli autori fossero anarchici, intimidazioni inutili. Il giornale continuerà ad occuparsi di terrorismo. Nuovi attentati in Francia
La strage silenziosa dei disabili
La strage silenziosa dei disabili
Le vittime dei modi a volte violenti della polizia americana sono centinaia ogni anno, ma fra questi si nasconde un altro dato inquietante di cui non si parla affatto: molti di questi erano disabili. Lo dimostrano tre storie emblematiche
Gli avvocati che stanno inguaiando gli Stati Uniti
Gli avvocati che stanno inguaiando gli Stati Uniti
Gordon K. Sattro e Michael Cohen, il primo legale di Jimmy Bennett, l’altro di Donald Trump. Due professionisti che stanno mettendo a dura prova la credibilità di istituzioni e movimenti
QAnon, la cospirazione invade il web
QAnon, la cospirazione invade il web
Dall'ottobre 2017 un misterioso profilo twitter semina odio e paure ancestrali nei social mondiali. Sostiene Trump contro oscure trame, tra circoli pedofili e trust di banchieri e politici perversi. Seguaci Vip. Il video
Italiani maestri di download illegali
Italiani maestri di download illegali
Il 37 per cento scarica contenuti audio-visivi in modo illegale, tutti i dati ufficiali. Segni di miglioramento ma situazione ancora gravi
Dalla Turchia islamizzazione forzata
Dalla Turchia islamizzazione forzata
La politica di Erdogan punta a imporre posizioni sempre più radicali nei Paesi occidentali confinanti ma non solo. Pioggia di finanziamenti per le nuove moschee in Europa. Ma nessuno interviene
La rivolta fantasma contro gli ayatollah iraniani
La rivolta fantasma contro gli ayatollah iraniani
Media occidentali ignorano in modo totale le manifestazioni contro il regime iraniano. Ong e organizzazioni umanitarie si disinteressano del dissenso in Iran, che porta avanti battaglie pericolose e coraggiose
I Promessi Sposi Al Bano e Romina
I Promessi Sposi Al Bano e Romina
Una saga popolare che da 50 anni appassiona il Paese, tra colpi di scena e sviluppi imprevedibili. Aleggia l'ombra delle seconde nozze, auspice la suocera 95enne, ma il cantante-contadino non conferma. Come finirà?
Erdogan, verso una dittatura islamista
Erdogan, verso una dittatura islamista
Analisi dell'attuale situazione politico-militare in Turchia e le possibili conseguenze in Europa. Le provocazioni e la pioggia di finanziamenti alle moschee nel territorio Ue
La Aquarius e altre cose che non vanno
La Aquarius e altre cose che non vanno
Proprio noi italiani, migranti affamati per decenni, passati dalla parte dei razzisti e xenofobi. Un problema che ha radici lontane, mai affrontato veramente da chi ci ha governato per tanto tempo