TU CHIAMALE SE VUOI, EVASIONI...

| Record di fughe dalle carceri italiane, adesso anche nei settori minorili: a Torino due detenuti non rientrano dai permessi-premio

+ Miei preferiti
L'Osapp, la sigla sindacale della polizia penitenziaria, ci va giù duro. Tema, le evasioni facili. Dopo quella di Johnny lo Zingaro, l'ergastolano arrestato dopo un mese fa dalla polizia dopo una tranquilla fuga dal cercere di Fossano da dove poteva uscire per lavorare, e quella da Civitavecchia di due albanesi, poi catturati dopo poche ore nei dintorni del carcere, un colombiano e di un tunisino appena maggiorenni non sono tornati al Ferrante Aporti di Torino al ritorno di un permesso-premio. Il tunisino Mounir Blel, in carcere per rapina, doveva rientrare al Ferrante Aporti ieri all'ora di pranzo, dopo la concessione di un permesso premio di quattro ore per acquistare nel centro di Torino alcuni abiti accompagnato da una mediatrice culturale; non è riuscita a bloccare il giovane che s'è allontanato dalla sua tutela. Il colombiano Carlos Andres Cabrera Castrillon, a cui era stato invece concesso un permesso di otto ore da trascorrere con la compagna, è sparito invece nel nulla. La sua evasione, resa nota oggi dall'Osapp, risale a giovedì scorso. Il segretario generale Osapp Leo Beneduci, affiancato dal suo vice Gerardo Romano,  si scaglia contro "un'amministrazione notoriamente allo sbando, anche se mai aveva raggiunto i livelli di dissesto attuali e in questi ultimi tempi la giustizia minorile non sembra assolutamente da meno". Poi: "Il rapporto tra l'entita' dei reati commessi e della pena, il comportamento tenuto in carcere e i benefici di cui fruire...Di tali errori sono sempre più colpevoli i direttori e i responsabili regionali delle infrastrutture penitenziarie, sia per adulti sia per i minori", sostiene Beneduci. Infine: "A farne le spese, nella palese inefficienza del sistema, sono i poliziotti penitenziari che vi lavorano. E gli inermi cittadini che, oltre a pagare le tasse per qualcosa che non funziona, subiscono i rischi della criminalità proveniente dal carcere". Per questo motivo, con le forze dell'ordine impegnate a dare la caccia ai due evasi, il sindacato Osapp ora pretende l'istituzione di una commissione parlamentare d'inchiesta, per far luce sulle inefficienze di un sistema penitenziario "che non produce sicurezza né recupera alla società civile chi commette reati".

L’Analisi
QAnon, la cospirazione invade il web
QAnon, la cospirazione invade il web
Dall'ottobre 2017 un misterioso profilo twitter semina odio e paure ancestrali nei social mondiali. Sostiene Trump contro oscure trame, tra circoli pedofili e trust di banchieri e politici perversi. Seguaci Vip. Il video
Italiani maestri di download illegali
Italiani maestri di download illegali
Il 37 per cento scarica contenuti audio-visivi in modo illegale, tutti i dati ufficiali. Segni di miglioramento ma situazione ancora gravi
Dalla Turchia islamizzazione forzata
Dalla Turchia islamizzazione forzata
La politica di Erdogan punta a imporre posizioni sempre più radicali nei Paesi occidentali confinanti ma non solo. Pioggia di finanziamenti per le nuove moschee in Europa. Ma nessuno interviene
La rivolta fantasma contro gli ayatollah iraniani
La rivolta fantasma contro gli ayatollah iraniani
Media occidentali ignorano in modo totale le manifestazioni contro il regime iraniano. Ong e organizzazioni umanitarie si disinteressano del dissenso in Iran, che porta avanti battaglie pericolose e coraggiose
I Promessi Sposi Al Bano e Romina
I Promessi Sposi Al Bano e Romina
Una saga popolare che da 50 anni appassiona il Paese, tra colpi di scena e sviluppi imprevedibili. Aleggia l'ombra delle seconde nozze, auspice la suocera 95enne, ma il cantante-contadino non conferma. Come finirà?
Erdogan, verso una dittatura islamista
Erdogan, verso una dittatura islamista
Analisi dell'attuale situazione politico-militare in Turchia e le possibili conseguenze in Europa. Le provocazioni e la pioggia di finanziamenti alle moschee nel territorio Ue
La Aquarius e altre cose che non vanno
La Aquarius e altre cose che non vanno
Proprio noi italiani, migranti affamati per decenni, passati dalla parte dei razzisti e xenofobi. Un problema che ha radici lontane, mai affrontato veramente da chi ci ha governato per tanto tempo
Uccidono i propri cari per proteggerli
Uccidono i propri cari per proteggerli
Fausto Filippone premeditava da mesi l'omicidio-suicidio, nessuno aveva intuito la gravità delle sue condizioni mentali provate dalla morte della madre. Molti depressi non vogliono curarsi. Troppi i casi analoghi
Bielorussia, ultimo paese Ue con la pena di morte
Bielorussia, ultimo paese Ue con la pena di morte
Drammatico servizio della Bbc sul braccio della morte nelle carceri di Minsk. Detenuti giustiziati all'improvviso, sepolti in aree segrete. I familiari informati solo con la restituzione di vestiti e oggetti. Il caso Yakovitsky
Anarco-cronisti raccontano il "loro" processo
Anarco-cronisti raccontano il "loro" processo
Il report dei redattori della Fai/Informale sulle udienze in Assise in cui sette anarco-terroristi devono rispondere di una catena di attentati con l'uso di esplosivi. Nomi e ruoli di investigatori e periti del pm