Guerra ai diesel ma...

+ Miei preferiti

Due semplici riflessioni sulla guerra alle auto con motori diesel. Quelli di ultima generazione, secondo i tecnici, sono tanto inquinanti quanto i modelli a benzina, con emissioni molto vicine allo zero grazie a filtri aggiornati. Sono propulsori dai bassi consumi e assolutamente al top sotto il profilo tecnico e prestazionale. Ma le politiche del governo giallo-verde li stanno fortemente penalizzando, anche con i bonus riservati a veicoli elettrici e ibridi. C’è un calo significativo delle vendite di modelli con motori a gasolio, e questo avrà gravi ripercussioni in Italia sull'occupazione e la produzione. Si punta con encomiabile entusiasmo sui motori elettrici. Ma quanto costerà, in termini di danno all’ambiente, produrre l’energia sufficiente ad alimentare milioni di batterie non ancora in grado, tra l’altro, di assicurare autonomie sufficienti a una normale mobilità? Quanto costano le batterie? Quanto durano? Quanto costa smaltirle e dove infine metterle una volta esaurite? Magari in gigantesche discariche? Ecco. La green economy è bellissima, per carità, ma attenzione a quando si sposa con incompetenza, malafede e la solita arroganza.

L'EDITORIALE