Amore ed erotismo tra la donna con il velo e il figlio del leader della destra xenofoba

| Nel libro della scrittrice egiziana Rania Ibrahim "Islam in love" una chiave per superare diversità e pregiudizi

+ Miei preferiti
di GERMANA ZUFFANTI
Rania Ibrahim è autrice di un romanzo " Islam in love"  che racconta d'Islam, di amore e sesso. Rania è italo-egiziana, è nata in Egitto,ed è  arrivata in Italia con i suoi genitori all'età di due anni. Oggi vive a Milano con suo marito, che è italiano,  che ha conosciuto durante gli studi universitari e i suoi quattro figli. 
Il suo romanzo racconta la storia d'amore tra Laila, una donna anglo-egiziana che indossa il velo, e Mark, figlio di un importante esponente di estrema destra, nella città di Dover nel Regno Unito. Attraverso l'amore ed il sesso, i due superano le diversità ed i pregiudizi.
Rania, da dove nasce l'idea di raccontare l'Islam attraverso una storia d'amore? Come è nata l'ispirazione?
Sinceramente non lo so. Ho iniziato a scrivere appunti di questo ipotetico romanzo circa 7 anni fa. Avevo solo voglia di raccontare una storia d'amore, in effetti il romanzo non parla di religione in senso stretto, ma di come spesso può condizionare le relazioni interpersonali, tra adolescenti che appartengono a mondi culturalmente lontani. Il romanzo parla di attualità: immigrazione, integrazione, multiculturalismo, amori misti, sesso, verginità, tutte tematiche che ho trovato semplici da inserire nel racconto.
Quanto c'è di autobiografico nel racconto?
Di autobiografico ci sono i ricordi, gli odori e l'Egitto. Ovviamente ho vissuto una storia analoga a quella di Laila e Mark, ma decisamente differente.
Tu dici "L'Islam e le religioni dovremmo indossarli come un tubino che sta bene con tutto. Ci deve far stare bene. A volte lo si carica ma la religione ci deve far sentire comodi e a nostro agio". E' proprio vero che la l'Islam è un abito?
Non abito nel senso di indumento. Ma semplicemente come fede che ci deve far sentire in pace dentro e con gli altri. Senza compromettere ogni volta le nostre azioni per il solo fatto di aver paura di compiere atti proibiti.
Hai scritto il tuo libro qui in Italia ed è stato pubblicato. In Egitto forse non sarebbe stato possibile. Che messaggio vuoi lanciare attraverso questa storia?
Non credo che in Egitto lo avrebbero pubblicato. Nel romanzo mi sono divertita a descrivere l'amore che sboccia tra una musulmana e un non musulmano e già questo è vietato, in più ho raccontato a modo mio, la passione che nonostante i pregiudizi e le paure iniziali abbatte ogni tipo di preconcetto.
Il romanzo è una storia d'amore e di passione. E' un libro per le donne?
Si, per le donne, per le ragazze, ma lo stanno leggendo anche tanti uomini. Questa cosa la trovo molto stimolante.
Sei una giornalista, una scrittrice, una mamma. Ai tuoi figli cosa racconti di te?
I miei figli sanno tutto di me. Da piccoli raccontavo loro le mie avventure da bambina sotto forma di fiabe. Riesco a parlare con loro di tutto, anche di argomenti difficili, come l'immigrazione, le guerre, i profughi, insomma di tutte quelle tematiche che amo analizzare per lavoro. Oggi i miei figli sono i miei più grandi sostenitori. Ed è a loro che ho dedicato il mio primo romanzo.
Chissà se un giorno lo leggeranno!!

Il Caso
Nuovi sospetti su O.J. Simpson
Nuovi sospetti su O.J. Simpson
In una registrazione dimenticata e mai andata in onda, l’ex gigante del football avrebbe svelato alcuni dettagli dell’omicidio della sua ex moglie e del suo amico, per cui è stato assolto
La coscienza di Bruno Boniface, psichiatra
La coscienza di Bruno Boniface, psichiatra
Per cinque mesi ha avuto in cura un giovane di 30 anni affetto da agorafobia: lentamente riesco a convincerlo ad uscire di casa, ma è la sera sbagliata…
Consip, contraddizioni
e risarcimenti record
Consip, contraddizioni<br>e risarcimenti record
INCHIESTA Il colosso del Mise naviga da mesi in acque tempestose tra inchieste e fallimenti. Il caso Qui Ticket! E ora Romeo chiede un miliardo e mezzo di risarcimento dopo il flop delle inchieste
"Hanno condannato un innocente"
"Hanno condannato un innocente"
La moglie di Massimo Bossetti, condannato all'ergastolo, lo difende e accusa i giudici di avergli negato un secondo esame del Dna. Nel corso dei processi la sua vita privata è stata resa pubblica con un grave danno d'immagine
"In Italia un neo-fascismo in stile social"
"In Italia un neo-fascismo in stile social"
Durissimo attacco dell'Indipendent al governo-giallo verde e a Matteo Salvini. Lo spunto è la chiusura alle 21 dei negozi etnici. Parallelo con le persecuzioni naziste ai negozi ebrei. Odio e ostilità contro gli stranieri
Amy Winehouse, un tour nel 2019
Amy Winehouse, un tour nel 2019
È morta sette anni fa, ma grazie alle magie dell’elettronica, la grande interprete inglese è pronta a tornare sul palco sotto forma di ologramma
INFERNO e RISCATTO
nel braccio della morte
INFERNO e RISCATTO<br>nel braccio della morte
INCHIESTA - In California un uomo libero dopo 25 anni a San Quentin, i giudici non avevano valutato le perizie mediche. Per uccidere i condannati Fentanyl e gas azoto. Di nuovo assassini a un passo dall'esecuzione
"Ti prego amore mio, plastinami"
"Ti prego amore mio, plastinami"
L'inventore della tecnica che trasforma i cadaveri in opere d'arte con la plastinazione ha chiesto alla moglie medico, una volta morto, di fare del suo corpo una statua da esporre nel museo. Lei: "Atto d'amore, lo farò"
Il libro “Menti Insolite” fra i più venduti al Festival di Mantova
Il libro “Menti Insolite” fra i più venduti al Festival di Mantova
Un incontro affollato, nell’ambito del FestivaLetteratura, ha fatto da cornice al debutto della nuova fatica letteraria di Federici, Meluzzi e Numa
Menti Insolite, radiografia di cinque femminicidi
Menti Insolite, radiografia di cinque femminicidi
Dopo il successo di “Il se e il ma delle investigazioni”, Fabio Federici e Alessandro Meluzzi tornano con un nuovo lavoro di analisi in cui hanno coinvolto anche il giornalista de “La Stampa” Massimo Numa